Martedì, 19 Ottobre 2021

Seguici su

"La libertà al singolare esiste solo nelle libertà al plurale"
Benedetto Croce

Vaccino Covid, Israele chiede a nuovi vaccinati di "evitare attività fisica": rischio miocardite

Dopo casi di miocardite collegati al vaccino anti Covid, il ministero della salute pensa di chiedere di non svolgere attività fisica intensa nella settimana successiva alla vaccinazione

09 Ottobre 2021

Vaccino Covid, Israele chiede a nuovi vaccinati di "evitare attività fisica": rischio miocardite

Fonte: lapresse.it

Il ministero della salute di Israele sta pensando di chiedere ai prossimi che riceveranno il vaccino contro il Covid di evitare di allenarsi e di svolgere "attività fisica". Questo per almeno una settima dalla somministrazione del siero. Stando a quanto ha riferito il Jerusalem Post, la proposta sarebbe da associare a un numero di casi di miocardite comparsi appunto dopo la somministrazione del siero anti Covid, e associati ad attività fisica.

Vaccino Covid, Israele chiede a nuovi vaccinati di "evitare attività fisica"

Alcuni funzionari sanitari Divisione di epidemiologia del Ministero della Salute - un organo equiparato al nostro Comitato tecnico scientifico -, avrebbero raccomando alle persone di evitare "attività faticose per una settimana dopo la loro seconda dose di i vaccini mRNA Covid 19". Difficile, per il momento, capire cosa si intenda per "attività fisiche". A quanto sembra, infatti, sarebbe accettabile lavorare - anche in piedi -, fare i mestieri, camminare o fare stretching. Tuttavia solo se lo sforzo fisico "non è eccessivamente impattante", per così dire. In caso lo sia, meglio evitare e stare a riposo.

La raccomandazione della Salute israeliana giunge in seguito a uno studio che è stato pubblicato nella giornata di mercoledì 6 ottobre 2021. Chi ha condotto lo studio, ha trovato una correlazione tra una dose di vaccino Pfizer e il rischio di infiammazione cardiaca nei soggetti che dopo il vaccino hanno svolto attività fisica. Si tratterebbero, comunque, di pochi casi - fanno sapere gli esperti - e tutti riguardanti giovani maschi. "Raccomandiamo a tutti – si legge nel documento del Ministero – in particolare agli adolescenti e ai giovani di età inferiore ai 30 anni, di evitare attività faticose, come l’esercizio fisico intenso, per una settimana dopo la prima e la seconda dose".

Nel documento è stato inoltre specificato che gli atleti professionisti potrebbero pensare di "ridurre il loro livello di esercizio" durante i sette giorni successivi al vaccino, considerando esercizi di bassa intensità. Tuttavia, a quanto sembra, un membro della Divisione di epidemiologia del Ministero della Salute ha spiegato che la maggior parte dei colleghi del comitato risulta contraria a questo divieto. Rimane dunque probabile che la sopracitata raccomandazione possa non trovare alcuna applicazione concreta.

Commenti Scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Giornale d'Italia

Caratteri rimanenti: 400

Articoli Recenti

Più visti

x