Domenica, 26 Giugno 2022

Seguici su

"La libertà al singolare esiste solo nelle libertà al plurale"
Benedetto Croce

Confindustria, al via il 51° Convegno dei Giovani Imprenditori a Rapallo: il futuro dell’Europa al centro del dibattito

Partendo dal concetto che l’Europa è e deve essere “la casa comune”, i Giovani Imprenditori di Confindustria invitano a riflettere ancora una volta sulle democrazie liberali, sui diritti umani universali, su una nuova geoeconomia, dai tubi di gas alle terre rare

24 Giugno 2022

50° Convegno dei Giovani Imprenditori di Confindustria, Di Stefano: “Dialogheremo con la politica per ridisegnare un futuro di ripresa”

Riccardo Di Stefano

“Noi crediamo nel futuro dell’Unione Europea e la vogliamo protagonista, anche in questo Secolo. Ma deve cambiare: per essere libera, per diventare più incisiva, per non trasformarsi in un reperto storico”. Con queste parole i Giovani Imprenditori di Confindustria invitano al  51esimo Convegno dell’associazione all’Excelsior Palace Hotel di Rapallo, dove oggi venerdì 24 e domani sabato 25 si dibatterà sul tema “PaesEuropa – Tempo di nuova globalizzazione”.

La due giorni non potrà dunque esimersi dall'affrontare i grandi temi che caratterizzano con ferocia la nostra attualità: dalla situazione geopolitica e dal persistere della guerra in Ucraina (È l’ora della pace o della guerra?), fino alle grandi questioni economiche che ne derivano (È l’ora della crisi o della ripartenza?).

Partendo dal concetto che l’Europa è e deve essere “la casa comune”, i Giovani di Confindustria invitano a riflettere ancora una volta sulle democrazie liberali, sui diritti umani universali, su una nuova geoeconomia, dai tubi di gas alle terre rare.

Confindustria, Di Stefano: "Occorrono Quote under 40 in Piazza Affari. Giovani imprenditori chiedono confronto con la politica"

VIDEO - Confindustria, Di Stefano: "Occorrono Quote under 40 in Piazza Affari. Giovani imprenditori chiedono confronto con la politica"

Riccardo Di Stefano, Presidente Giovani Imprenditori Confindustria, a Il Giornale d'Italia in occasione del 51° Convegno dei Giovani Imprenditori di Confindustria a Rapallo: 

"Le sorti dell’Italia e dell’Unione Europea sono legate. Abbiamo spronato il governo ad intervenire con maggior decisione sul taglio al cuneo fiscale, per riattivare il mercato interno e agevolare i giovani nel mercato del lavoro.

Crediamo allo shock positivo che queste misure dovrebbero dare in una fase così complessa per il nostro paese. I giovani imprenditori chiedono di mettere i giovani all’interno dell’agenda politica, parlando a tu per tu con i sei leader dei partiti più rappresentativi in parlamento e di farlo in maniera immediata, non mediata. Relativamente ai giovani, abbiamo lanciato le quote “under 40” dentro le società quotate di Piazza Affari".

Giorgia Meloni, Fratelli d'Italia: "C'è una generazione che vuole lavorare. Reddito di cittadinanza porta con sé un messaggio devastante"

VIDEO-Giorgia Meloni, Fratelli d'Italia: "Confindustria Giovani a Rapallo, c'è una generazione che vuole lavorare. Reddito di cittadinanza porta con sè un messaggio devastante"

Giorgia Meloni, Leader di Fratelli d'Italia:

“Un tentativo di salvare la faccia dell’Italia di fronte a una crisi internazionale in confronto della quale il Governo italiano si presentava balbettante”, così commenta l’uscita di Di Maio dal Movimento 5 Stelle, “Questa maggioranza non è in grado di fare proprio niente e credo che ci si debba porre il problema del fatto che il partito di maggioranza relativa non esiste più. Si dovrebbe votare, c’è sempre una scusa per la quale non si può”.

Per noi come coalizione non cambia niente. Speriamo che il Governo vada per politiche più di Centro Destra. Accolgo sempre qui che c’è una generazione di giovani che vuole lavorare, che vuole partecipare alla crescita della propria nazione e che non ci sta ad essere trattata dalla politica come fossero quattro inutili che devono stare a casa. Il messaggio più devastante del reddito di cittadinanza è ‘ non ho bisogno di te’. Noi abbiamo disperato bisogno di giovani in questa nazione e una politica seria lo direbbe. L’Unità d’Italia è stata fatta da ventenni".

Giovanni Toti, Presidente della regione Liguria: "Le quote protette vanno bene per i panda, non per l’economia"

VIDEO - Giovanni Toti, Presidente della regione Liguria: "Le quote protette vanno bene per i panda, non per l’economia"

Giovanni Toti, presidente della regione Liguria a Il Giornale d'Italia in occasione del 51° Convegno dei Giovani Imprenditori di Confindustria a Rapallo:

"Spero si chieda con gran voce e determinazione alla politica serietà, responsabilità, cultura di governo e determinazione. Oltre a chiedere la fine di un’epoca in cui le grida nelle piazze hanno contato di più di una linea seria e responsabile. Abbiamo 200 miliardi da investire, oltre alla programmazione europea e al debito italiano che sta continuando a crescere. Deve aumentare l’efficienza del paese, compresa quella delle istituzioni territoriali, quindi, maggiore autonomia. Altrimenti ci troveremo con più debito e un paese ugualmente inefficiente".

Mastercard, Centemero: "E-commerce, in Italia solo il 37% delle aziende lo utilizza"

VIDEO - Mastercard, Centemero: "E-commerce, in Italia solo il 37% delle aziende lo utilizza"

Michele Centemero, Country Manager Italia Mastercard a Il Giornale d'Italia in occasione del 51° Convegno dei Giovani Imprenditori di Confindustria a Rapallo: 

"Abbiamo dei dati che stanno andando molto bene, vediamo il turismo che è ripartito appieno. Sul traffico business per gli aerei, siamo arrivati ai livelli pre-pandemia, è un dato importante.

Oggi vogliamo affrontare la digitalizzazione delle aziende: oltre il 75% delle aziende dichiara di avere aumentato l’investimento nella digitalizzazione, ma ancora oggi c’è tanto da fare.  Le stesse aziende dichiarano che oltre l’80% vorrebbe fare di più. Tutti dicono che l’e-commerce è fondamentale, ma in Italia solo il 37% delle aziende lo utilizzano".

EY, Antonelli: "Italia in testa con il più alto incremento di investimenti diretti esteri"

VIDEO - EY, Antonelli: "Italia in testa con il più alto incremento di investimenti diretti esteri"

Massimo Antonelli, CEO EY in Italia, a Il Giornale d'Italia in occasione del 51° Convegno dei Giovani Imprenditori di Confindustria a Rapallo: 

"Il mio intervento di oggi sarà focalizzato sulle ultime ricerche che abbiamo pubblicato: la misura dell’attrattività dell’Italia. Abbiamo misurato gli investimenti diretti esteri e abbiamo intervistato i manager di altri paesi. I risultati di quest’anno sono molto positivi per l’Italia, in testa alla classifica per essere il paese che ha avuto il più alto incremento degli investimenti diretti esteri. Emerge inoltre, che il percorso è ancora lungo per colmare il gap, perché rispetto a Francia, Germania ed altri paesi siamo ancora indietro".

Banca Mediolanum, Volpato: "Inflazione, fenomeno passeggero: entro fine anno tasso al +4,7%"

VIDEO-Mediolanum, Volpato: "Inflazione, fenomeno passeggero: entro fine anno tasso al +4,7%"

Stefano Volpato, Direttore Commerciale di Banca Mediolanum, a Il Giornale d'Italia in occasione del 51° Convegno dei Giovani Imprenditori di Confindustria a Rapallo: 

"Questi momenti, che sono sicuramente impegnativi, sono di grande stimolo a ritrovare efficienza e miglioramento. Credo che l’industria sia il motore dell’economia, ma il capitale è il carburante.

Le sfide dal punto di vista inflazionistico sono più ampie rispetto all’Italia, c’è una sfida europea e mondiale. Quello che ci conforta sono gli ultimi dati dell’Istat, che vedono per fine anno un tasso inflattivo del +4,7%, +2,6% nel 2023 e +1,7% nel 2024. L’inflazione dovrebbe essere un fenomeno passeggero, perché quando l’economia vive questa situazione mette in campo degli anticorpi che generano nuovi equilibri; è auspicabile che questo tipo di problema vada risolvendosi nel tempo.

I punti cardine della nostra Convention Nazionale sono quelli di accompagnare la famiglia italiana in quella che è la missione di chi si occupa di risparmio, cioè aver chiaro che il risparmio è lo strumento attraverso il quale risolviamo i nostri bisogni di vita e realizziamo i progetti".

Fatali, CEOforLIFE: “Da ottobre in Piazza Montecitorio 14 ministri, 500 ad, 200 giovani insieme per redigere le riforme strutturali che servono all’Italia"

VIDEO-Fatali, CEOforLIFE: “Da ottobre in Piazza Montecitorio 14 ministri, 500 ad, 200 giovani insieme per redigere le riforme strutturali che servono all’Italia"

Giordano Fatali, Founder di CEOforLIFE a Il Giornale d’Italia in occasione di Confindustria Giovani a Rapallo:

 “Una giornata molto importante nella quale il Presidente Di Stefano ha tracciato la strada che dobbiamo seguire. Con grande entusiasmo posso dire che è la stessa strada che siamo perseguendo noi di Ceo4Life che raduna più di 500 amministratori delegati uniti dall’impegno della sostenibilità.

Possiamo salvare e rilanciare il nostro Paese soltanto uniti e mettendo insieme tre componenti: gli imprenditori, le istituzioni e le nuove generazioni sempre dimenticati. Bisogna mettersi insieme per fare un’attività di drafting partecipato, ovvero lavorare insieme per redigere le riforme strutturali per il nostro Paese. Nella nostra sede in Piazza Montecitorio accoglieremo da ottobre questi gruppi di lavoro per scrivere insieme". 

Pegaso, Iervolino: "L'industria 4.0 vuole competenze digitali, basta con università e scuole vecchie"

VIDEO - Pegaso, Iervolino: "L'industria 4.0 vuole competenze digitali, basta con università e scuole vecchie"

Danilo Iervolino, fondatore di Pegaso, a Il Giornale d'Italia in occasione di Confindustria Giovani a Rapallo:

"Oggi abbiamo parlato di come l’Italia può ripartire e può uscire da questo periodo di crisi. Il primo grimaldello su cui puntare è la formazione, che deve passare attraverso percorsi più aderenti al mondo del lavoro e attraverso le università, che possono accompagnare i giovani a cogliere le opportunità del digitale. Bisogna, inoltre, puntare ad una formazione continua all’interno delle aziende. L’industria 4.0 ha bisogno di vedere le competenze spostate nel digitale. Il focus di oggi è nei giovani, sulla loro capacità di inventare, di osare e di avere quel sangue passionale e furibondo: il segreto che porta le startup al successo".

Salvini: "Ucraina e Moldavia nell’UE, percorso lungo, ma dopo Albania e Serbia. Rdc inefficace e favorisce lavoro nero"

VIDEO - Salvini: "Ucraina e Moldavia nell’UE, percorso lungo, ma dopo Albania e Serbia. Rdc inefficace e favorisce lavoro nero"

Il leader della Lega, Matteo Salvini, in un'intervista esclusiva a Il Giornale d'Italia, in occasione del 51° Convegno dei Giovani Imprenditori di Confindustria a Rapallo: "L'adesione all'Unione Europea è un percorso lungo. Ci sono Albania e Serbia che lo richiedono dal 2009. È l'inizio di un percorso in base al quale tu devi adempiere ad alcune richieste, quindi ci vorranno anni. Buon segnale. Ci sono paesi e popoli a noi vicini che aspettano da tempo. L'importante è che non ci siano scorciatoie per nessuno".

Sulla possibile reazione della Russia, il leader della Lega ha affermato: "Io penso che alla Russia dell'adesione o meno dell'Ucraina all'Unione Europea interessi men che zero. I problemi sono altri: la Nato e le presenze militari che non dipendono dall'adesione o meno all'Unione Europa. Questo è un altro fronte che si gioca su altri tavoli".

Matteo Salvini ha poi parlato della possibile evoluzione del nuovo partito di Luigi Di Maio, Insieme per il futuro. "Non so. Non so perchè abbia litigato con Conte. Mi interessa men che zero. So che l'emergenza per gli italiani è il lavoro, sono gli stipendi, le pensioni e la tassazione per le imprese, legata alla burocrazia. Quindi di chi ha ragione fra Conte e Di Maio mi interessa poco. Spero che non rallentino il percorso di cambiamento che è necessario. Di Maio fino a ieri criticava chi cambiava partito e non mollava la poltrona. Adesso è lui il primo protagonista a farlo. Non mi piacciono quelli che cambiano parte".

Quanto al Reddito di Cittadinanza e la sua influenza sul mondo del lavoro in Italia: "Dopo quattro anni sta incidendo in maniera negativa sugli italiani. È un incentivo al lavoro nero e all'allontanamento del lavoro più che alla ricollocazione. Su un 1.100.000 lavoratori abili che prendono il reddito, i ricollocati sono poche migliaia. Non arrivano a 10mila. Evidentemente sarebbe utile aiutare chi non può lavorare, ma girare i soldi di chi può lavorare alle imprese che creino lavoro vero".

"Si vota a marzo 2023: è la scadenza naturale (della legislatura, ndr) e noi siamo pronti".

Digital Magics, Gay: "È il tempo del partenariato pubblico-privato per fronteggiare la situazione geopolitica"

VIDEO - Digital Magics, Gay: "È il tempo del partenariato pubblico-privato per fronteggiare la situazione geopolitica"

Marco Gay, Amministratore Delegato di Digital MagicsIl Giornale d'Italia in occasione del 51° Convegno dei Giovani Imprenditori di Confindustria a Rapallo:

"È stata una mattinata importante, abbiamo messo al centro l’Europa e la volontà di essere protagonisti della visione europea. È il tempo del partenariato pubblico e privato, perché le sfide sono tante: il PNRR, la programmazione 2021-2027 e un momento di grande incertezza. Per far fronte alle necessità che stanno emergendo bisogna lavorare insieme".

Arturo Artom: "Politica discuta su trivellazione e aumento della produzione di gas nazionale"

VIDEO - Arturo Artom: "Politica discuta su trivellazione e aumento della produzione di gas nazionale"

Arturo Artom, fondatore del Cenacolo ArtomIl Giornale d'Italia in occasione del 51° Convegno dei Giovani Imprenditori di Confindustria a Rapallo:

"Le imprese hanno una forza incredibile. Nei dibattiti macroeconomisti si vedono scenari difficili, ma c’è ancora una grande passione e positività verso l'innovazione".

Rina, Salerno: "Nucleare dovrà essere parte della transizione energetica"

VIDEO - Rina, Salerno: "Nucleare dovrà essere parte della transizione energetica"

Ugo Salerno, Ceo di Rina, a Il Giornale d'Italia in occasione del 51° Convegno dei Giovani Imprenditori di Confindustria a Rapallo: 

"Bisogna concentrarsi e usare tutte le energie disponibili per la transizione energetica, la sfida più importante. Il nucleare dovrà essere parte di questa transizione; mi sembra assurdo nel momento in cui si avviano le centrale a carbone, accantonare il discorso del nucleare".

Davide Parenzo: "Italia verso indipendenza energetica. Russia venderà gas alla Cina"

VIDEO - Davide Parenzo: "Italia verso indipendenza energetica. Russia venderà gas alla Cina"

Davide Parenzo, giornalista e moderatore del 51° Convegno dei Giovani Imprenditori di Confindustria a Rapallo, a Il Giornale d'Italia

"Abbiamo gettato uno sguardo sulla situazione ucraina, con l’intervento del Ministro degli Esteri kuleba. La situazione è sempre più drammatica, un"guerra di logoramento" come la chiamano gli esperti. 122 giorni di guerra, l’esercito russo non è stato accolto con un mazzo di fiori nemmeno in Donbass".

La guerra è ancora lunga, ma la Nato e l’Europa hanno una responsabilità?

"La guerra di Putin ha cambiato la prospettiva, ha costretto Unione Europea e Stati Uniti ad avere un ruolo nella definizione degli equilibri globali. Noi ci stiamo guadagnando l’indipendenza energetica e nel giro di qualche anno la Russia dovrà vendere il gas alla Cina. Ma anche la Cina sa che questo potrebbe essere un vantaggio".

Quali sono le sfide che il nostro paese dovrà affrontare, in relazione alla situazione geopolitica attuale?

"La Russia sta accelerando il processo di indipendenza che stiamo intraprendendo. Non so se all’interno della società Russa ci sia la consapevolezza del danno provocato con questa guerra".

Ci racconti di questo Convegno. Quali sono i personaggi più improbabili?

"Questo è il nono anno che partecipo al Convegno. Non darò mai pagelle, ognuno dei presidenti ha attraversato una fase politica particolare, ho un ricordo per ognuno di loro per una determinata fase politica.

Ricordo un'intervista straordinaria a Silvio Berlusconi, quando salì sul palco e parlò per mezz'ora, il suo intervento doveva durarne dieci, era impossibile fermarlo".

VVA Debt & Grant, Calvani: "PNRR, a disposizione 200 mld: utilizziamoli, occasione incredibile"

VIDEO -VVA Debt & Grant, Calvani: "PNRR, a disposizione 200 mld: utilizziamoli, occasione incredibile"

Claudio Calvani, Partner and Managing Director di VVA Debt & Grant a Il Giornale d'Italia in occasione del 51° Convegno dei Giovani Imprenditori di Confindustria a Rapallo: 

"Il focus della partenza è l’Europa. Occorre un utilizzo migliore degli strumenti di finanziamento nazionali ed europei, il PNRR ha messo a disposizione più di 200 mld che si vanno ad aggiungere ai piani europei che le singole regioni hanno a disposizione. Il messaggio è stato chiaro, utilizziamoli perché è un’occasione incredibile".

Brunello Cucinelli: "Per le imprese del futuro, lavoro come luogo speciale e lavoratori come anime pensanti"

VIDEO - Brunello Cucinelli: "Per le imprese del futuro lavoro come luogo speciale e lavoratori come anime pensanti"

Brunello Cucinelli, Presidente esecutivo Brunello Cucinelli, a Il Giornale d'Italia in occasione del 51° Convegno dei Giovani Imprenditori di Confindustria a Rapallo: 

“Sarà un secolo molto speciale, voglio dire ai giovani quello che penso delle imprese del futuro: avere grande dignità morale ed economica per coloro che lavorano, il lavoro deve diventare un luogo speciale, i salari più adeguati e considerare i lavoratori come anime pensanti".

Luigi Abete: "Inflazione, accompagnare questa fase o rischio endemico di bassa governabilità"

VIDEO - Luigi Abete: "Inflazione, accompagnare questa fase o rischio endemico di bassa governabilità"

Luigi Abete, presidente della Banca Nazionale del Lavoro dal 1998 al 2021, a Il Giornale d'Italia in occasione del 51° Convegno dei Giovani Imprenditori di Confindustria a Rapallo: 

"Ci vuole una grande attenzione riguardo l’incertezza geopolitica sviluppata dopo l’invasione. Ha messo in movimento tutti i processi di internazionalizzazione, sia sul piano delle reti di produzione, che sul piano dei mercati di sbocco.

Una regola da introdurre presto è la riduzione del cuneo fiscale, per alleggerire il costo a carico dei lavoratori dipendenti a basso e medio reddito, così da accompagnare l’attuale fase di inflazione".

Emma Marcegaglia: "Cuneo fiscale, necessaria una riforma per combattere l'inflazione"

VIDEO - Emma Marcegaglia: "Cuneo fiscale, necessaria una riforma per combattere l'inflazione"

Emma Marcegaglia, presidente di Confindustria dal 2008 al 2012, a Il Giornale d'Italia in occasione del 51° Convegno dei Giovani Imprenditori di Confindustria a Rapallo: 

“Dal Convegno è emersa una consapevolezza sulla riforma del cuneo fiscale, da parte di tutte le forze sociali, è un tema che Confindustria ha portato avanti fin dall’inizio. Bisogna fare ‘un’operazione verità’, come ha detto il presidente Bonomi e ritengo che la riforma sul cuneo fiscale sia l’elemento più importante per combattere l’inflazione".

L'agenda dell'evento è consultabile qui

Seguici su

Commenti Scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Giornale d'Italia

Caratteri rimanenti: 400

Più visti

x