Martedì, 07 Dicembre 2021

Seguici su

"La libertà al singolare esiste solo nelle libertà al plurale"
Benedetto Croce

BIP, nuovi uffici in Piazza Liberty: un'innovativa modalità di lavoro all’insegna della condivisione, dello scambio e dell’interazione

BIP, l'Amministratore Delegato Carlo Capè a Il Giornale d'Italia: "Vogliamo arrivare a un miliardo di fatturato nel 2025 ed essere così al 20esimo posto nel settore"

Di Giulia Ghirardi

24 Novembre 2021

BIP, nuovi uffici in Piazza Liberty: una nuova modalità di lavoro all’insegna della condivisione, dello scambio e dell’interazione

BIP, (Business integration partners S.p.A.) multinazionale di consulenza che opera per imprese e pubblica amministrazione, diventa maggiorenne festeggiando i suoi primi diciotto anni di vita, anni di storia, di successi e soprattutto di trasformazione che la hanno resa una realtà capace di adattarsi e di fronteggiare tutte le sfide e le opportunità offerte dal presente. Per l'anniversario BIP inaugura la nuova sede del Gruppo in Piazza Liberty a Milano, all’interno dell’iconica Liberty Tower. Progetto strategico, fortemente voluto, che ripensa radicalmente l’ambiente di lavoro sull’onda dei cambiamenti rivoluzionari che stiamo vivendo.

Alla presentazione, tra gli ospiti il Sindaco di Milano Beppe Sala e l’Assessora allo Sviluppo Economico e Politiche del Lavoro Alessia Cappello, Nino Lo Bianco e Carlo Capè, Presidente e Amministratore Delegato di BIP, che hanno ufficialmente presentato i nuovi spazi, sede elettiva delle competenze digitali di BIP e dei suoi Centri di Eccellenza, tra cui CyberSec, xTech, Transformation 4.0, Innovation Design Interaction.

BIP, il Presidente Nino Lo Bianco: "Digitale, abbiamo preceduto i tempi con uffici estremamente all'avanguardia"

VIDEO - BIP, il Presidente Nino Lo Bianco: "Digitale, abbiamo preceduto i tempi con uffici estremamente all'avanguardia"

Nino Lo Bianco, Presidente di BIPIl Giornale d'Italia in occasione dell'inaugurazione della nuova sede di BIP in Piazza Liberty a Milano: "BIP ha compiuto 18 anni ed è quindi importante inaugurare questa nuova sede. È un posto di lavoro molto importante perché è fatto per sfruttare il digitale. Abbiamo una tecnologia avanzatissima che ci che permette di fare gruppo, di incontrarci, di socializzare e lavorare insieme ai progetti ma restando a casa. 

Questo soddisfa l'esigenza di stare di nuovo insieme ma rispettando, allo stesso tempo, il grande valore dello smart working, scoperto in pandemia, che permette di non sradicare i lavoratori dai propri territori. Con questo edificio non siamo al passo con i tempi, abbiamo preceduto i tempi. Senza bisogno di spostarsi da casa, si ha la possibilità non solo di incontrarsi e parlarsi ma anche di redigere lo stesso documento e, al termine dell'incontro, si ha l'avanzamento del progetto contemporaneamente nelle località in cui ci trova.

La digitalizzazione è un valore e un'opportunità. Chi non la pratica non solo rimane indietro sulle nuove tecnologie e non approfitta delle opportunità di mercato che si stanno aprendo. Le aziende digitali in questo momento hanno un tasso di crescita molto elevato, mentre le non digitali soffrono e temo che a breve dovranno chiudere".

"BIP è proiettata sulla globalizzazione" - conclude il Presidente - "Pensiamo di diventare la ventesima azienda al mondo nel nostro settore nel giro di quattro anni. Vogliamo crescere molto in Italia ma soprattutto all'estero. Nei dodici paesi dove siamo presenti avremo una crescita organica e in futuro con le acquisizioni avremo un maggiore equilibrio tra risorse nazionali e internazionali".

BIP, l'Amministratore Delegato Carlo Capè: "Vogliamo arrivare a un miliardo di fatturato nel 2025"

VIDEO - BIP, l'AD Carlo Capè: "Vogliamo arrivare a un miliardo di fatturato nel 2025"

Carlo Capè, Amministratore Delegato di BIPIl Giornale d'Italia in occasione dell'inaugurazione della nuova sede di BIP in Piazza Liberty a Milano: "BIP è nata 18 anni fa a Milano in un piccolo ufficio qua vicino. In questi anni siamo diventati 4mila persone nel mondo, 2500 in Italia. Abbiamo avuto bisogno di un ufficio importante, un landmark come si dice negli USA, di un immobile iconico qui in città, che ospiterà la parte digitale della nostra azienda.

Per noi questo luogo di lavoro è estremamente importante, completamente rivoluzionato rispetto al classico ufficio con le scrivanie. Ci sono persone che lavorano in gruppo, che fanno brainstorming, che fanno innovazione, figure diverse dal classico ingegnere o economista.

Questo è un immobile completamente rivoluzionario, a cui siamo molto affezionati e oggi è un giorno importante, perché è l’avvio di questa nuova esperienza. La digitalizzazione richiede attrezzature adeguate. Servono laboratori e simulatori per poter vedere i risultati. Abbiamo adibito questo piano, l’ottavo,  per la parte simulazioni e demo. Gli altri piani sono adibiti invece alla creazione. Ci sono divani, cyclette: insomma, la possibilità di fare anche training mentre si lavora.

BIP sta lavorando molto sulla crescita dell’organico all’estero, che è molto più veloce di quella in Italia. Abbiamo un piano di acquisizione negli Usa, in UK, in Francia e in Germania. L’obiettivo è di avere una percentuale del 50% all’estero in termini di business. Oggi siamo al 38esimo posto nel mondo come dimensioni, vogliano arrivare nel 2025 a fare circa un miliardo di fatturato e a essere al 20esimo posto nel settore".

BIP, nuovi uffici in Piazza Liberty: una nuova modalità di lavoro all’insegna della condivisione, dello scambio e dell’interazione

Tutte le competenze del Gruppo BIP saranno unite in un unico luogo, per favorire la commistione di sapere, mantenendo le specificità di ogni realtà. Grazie alla filosofia con cui è stata progettata, la nuova sede del Gruppo può essere definita come un’esperienza studiata per stimolare al meglio la quotidianità e l'approccio al lavoro in un ambiente sostenibile: circa 3mila metri quadri, distribuiti su sette piani, ospitano centinaia di professionisti in ambienti creativi, spazi informali, una Workshop Area e un Experience Center dove immergersi nelle nuove tecnologie. Uno spazio dove vivere una nuova libertà di lavoro e in cui scegliere di essere e svolgere il proprio lavoro, incentivando al contempo comportamenti salutari.

Il nuovo building di piazza Liberty ha inoltre ospitato il progetto sperimentale UP150 - nato dalla collaborazione di BIP con Progetto Design & Build e il Dipartimento di Scienze Motorie dell’Università degli Studi di Milano - con l’obiettivo di reinterpretare lo spazio ufficio come spazio per il benessere a 360° delle persone che lo vivono. Il progetto di design del nuovo building offre infatti l’opportunità di far vivere un’esperienza capace di stimolare, consapevolmente e non, comportamenti salutari grazie all’introduzione negli spazi lavorativi di attrezzature specifiche per favorire l’attività motoria a supporto del benessere psico-fisico delle proprie persone. La strumentazione è stata creata allo scopo di personalizzare l’attività fisica in funzione della necessità di ciascuno, tenendo conto di diversi parametri come l’età, la condizione fisica e il livello di percezione dello sforzo.

L'intervento di Giuseppe Sala all'apertura della sede BIP: "BIP è uno di quegli attori privati che fanno bene a Milano"

VIDEO - L'intervento di Giuseppe Sala all'apertura della sede BIP: "BIP è uno di quegli attori privati che fanno bene a Milano"

Giuseppe Sala, Sindaco di Milano si è espresso in occasione dell'inaugurazione della nuova sede di Bip in Piazza Liberty a Milano: "Far funzionare una città è un atto cooperativo. La politica conta per il 10%. Per il resto è necessaria una reale capacità di lavorare insieme di pubblico e privato. Bip è parte di questo processo, è milanese e conosce la realtà, il territorio. Il fatto che stia crescendo è davvero positivo.

La rigenerazione virtuosa è il nostro pane. Il PNRR è una grande opportunità ma i fondi vanno usati bene. Innanzittutto una buona parte è in prestito, poi bisogna saperli indirizzare in alcuni settori e bisogna farlo in fretta. Quindi Bip è al centro di questo momento straordinario. È musica per le mie orecchie sentire che Bip cresce ancora e continua ad assumare. A Milano il minimo comune denominatore è il lavoro, è il minimo comune denominatore della nostra storia. Perciò io sono realisticamente ottimista e tutti coloro che cercano di creare lavoro hanno la mia attenzione".

Commenti Scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Giornale d'Italia

Caratteri rimanenti: 400

Articoli Recenti

Più visti

x