Venerdì, 27 Maggio 2022

Seguici su

"La libertà al singolare esiste solo nelle libertà al plurale"
Benedetto Croce

Korian e Apicolturaurbana.it lanciano Bee Korian: il progetto per installare otto arnie nelle RSA della Lombardia

Grazie a Bee Korian, nelle aree verdi di Milani anziani e studenti si incontrano per prendersi cura delle api. L’installazione di otto arnie in quattro RSA del Gruppo in Lombardia tutelerà oltre 480 mila api. Federico Guidoni, Ceo Korian Italia: "Un percorso di grande spessore che ci permette di dare ulteriore concretezza ai nostri obiettivi ESG e di stimolare un confronto tra generazioni anagraficamente distanti tra loro"

11 Maggio 2022

api

Fonte: Pixabay

Tutelare le api mettendo a loro disposizione gli spazi verdi di alcune strutture Korian e creare una sinergia con le scuole dei territori per stimolare il confronto intergenerazionale sul benessere dell’ambiente e la tutela della biodiversità. È “Bee Korian”, il progetto nato in collaborazione con Apicolturaurbana.it e incentrato sull’installazione di otto arnie in quattro Strutture Korian in Lombardia, in grado di tutelare circa 480.000 api (120.000 in ogni struttura). Inizialmente saranno interessate dal progetto le strutture Residenza Saccardo a Milano, Residenza Heliopolis a Binasco (MI), Casa e Residenza San Giulio a Beregazzo con Figliaro (CO) e Residenza Le Torri a Retorbido (PV). L’obiettivo del Gruppo è dare ulteriore concretezza agli obiettivi di responsabilità sociale (riduzione dell’impronta ecologica delle attività) ampliando il progetto nelle dieci regioni in cui è presente.

Korian e Apicolturaurbaba.it insieme per la tutela di oltre 480 mila api

“Questo è uno dei progetti di cui siamo più orgogliosi in Korian”, ha commentato Federico Guidoni, Ceo Korian Italia. “Ringrazio Apicolturaurbana.it per accompagnarci in questo percorso di grande spessore, non solo perché ci permette di dare ulteriore concretezza ai nostri obiettivi ESG, ma soprattutto perché ci darà l’opportunità di stimolare un confronto tra generazioni anagraficamente distanti tra loro, i nostri Ospiti e i piccoli alunni che abiteranno il nostro Pianeta negli anni a venire. A loro è giusto lasciare un ambiente nelle migliori condizioni possibili, e nel nostro piccolo sappiamo che progetti come questo possono avere un impatto enorme”.

Nella prima fase del progetto pilota, dopo l’installazione delle arnie, le api verranno lasciate libere di ambientarsi per qualche giorno, per favorire il loro volo di orientamento prima di essere inserite negli spazi adibiti. La seconda fase, invece, avrà luogo in autunno e favorirà l’incontro tra i giovani alunni e gli Ospiti delle Strutture per diffondere conoscenza sull’importanza delle api per la salute del Pianeta. Attraverso webinar e laboratori intergenerazionali bambini e anziani verranno coinvolti in attività educative e stimolanti, affiancati dai professionisti di Apicolturaurbana.it la cui esperienza, unita alla natura docile delle api, garantirà a tutti i partecipanti sicurezza e protezione.

Il coinvolgimento dei più giovani è già iniziato con il lancio di un concorso rivolto alle scuole dei quattro territori per chiedere agli alunni di disegnare un’etichetta. Quella che riceverà più voti sulla pagina Facebook di Korian, verrà applicata sui barattoli contenenti il miele biologico prodotto a km0 dalle api. Il miele verrà quindi distribuito a Ospiti e Operatori delle strutture, e naturalmente ai bambini.

“Esistono tanti insetti impollinatori ma le api sono le più abili”, ha spiegato Giuseppe Manno, Fondatore di Apicolturaurbana.it. “Sono oltre 2000 i fiori che una singola ape bottinatrice è in grado di visitare in un solo giorno, va da se che la biodiversità ha bisogno di questo prezioso lavoro. Attraverso i nostri progetti creiamo consapevolezza sull’importanza di questi insetti e trasmettiamo il desiderio di tutela per garantire alle generazioni future cibo di qualità ricco di vitamine e nutrienti, ovvero la frutta e la verdura risultato de processo di impollinazione”.

L'importanza delle api: il 76% della produzione alimentare europea dipende dall'impollinazione degli Apoidei (14,2 mld di euro all’anno)

L’importanza delle api nell’intero ecosistema è confermata anche dai dati. Basti pensare che la riproduzione di circa l'84% delle specie vegetali europee dipende infatti dagli Apoidei, famiglia alla quale appartiene l’ape da miele. Inoltre, le api sono responsabili dell’impollinazione del 70% di quello che finisce sulle nostre tavole (dati FAO), mentre il 76% della produzione alimentare europea dipende dall'impollinazione degli Apoidei, con un valore economico stimato di 14,2 miliardi di euro all’anno. Oltre 300 mila specie di piante provviste di fiore richiedono infatti impollinatori animali, il 48% dell’impollinazione è effettuata da insetti appartenenti agli Imenotteri, tra questi le api. Tra le 20.000 specie di impollinatori, le specie del genere Apis sono le più numerose al mondo. Tra tutte, la più conosciuta è l’ape domestica, nome scientifico Apis mellifera, conosciuta mondialmente come ape italica.

Korian, Antonella Ferioli: “Con le nostre otto arnie diamo asilo a 480 mila api"

VIDEO - Korian, Antonella Ferioli: “Con le nostre otto arnie diamo asilo a 480 mila api"

Antonella Ferioli, Marketing & Communication Manager Korian a Il Giornale d’Italia: “Sono la CSR Ambassador di Korian in Italia, mi occupo di tutti quei progetti che toccano le responsabilità sociali e ambientali sia all’interno che all’esterno dell’azienda. Un paio di anni fa abbiamo iniziato questo percorso sottoscrivendo quindici impegni che vanno da quello che può essere l’umanizzazione della cura tipo il progetto Positive Care alla formazione del personale, tema molto caldo e dove ovviamente cerchiamo di destinare la maggior parte delle nostre energie; un buon equilibrio tra uomini e donne presenti in azienda, passando dal tema degli acquisti, cercando di acquistare localmente per sostenere le piccole-medie imprese a livello nazionale. Cerchiamo di sostenere dei progetti filantropici che possano implementare conoscenze scientifiche per la società del futuro fino ad arrivare ai temi strettamente legati all’ambiente: abbiamo degli obiettivi di risparmio dell’energia, abbiamo degli obiettivi concreti di riduzione del volume dei rifiuti, per arrivare anche ad avere un bollino di certificazione per tutti quelli che sono i nuovi building che andiamo a costruire che attestano che l’impatto ambientale è stato ridotto ai minimi termini.

"Oggi abbiamo la possibilità di vedere da vicino il progetto Bee Korian, abbiamo installato otto arnie in quattro RSA della Lombardia, due per esempio nella Residenza Saccardo a Milano, due a Bergazzo con Figliaro (CO) nella Residenza San Giulio, due alla Residenza Le Torri di Retorbido (PV) e infine le ultime due a Binasco (MI)  presso la Residenza Heliopolis. In tutto diamo asilo a 480 mila api"

"Sono tanti anni che cerchiamo di implementare progetti intergenerazionali che mettano in connessione gli anziani delle nostre residenze con i bambini. Il progetto di sensibilizzazione sul tema della biodiversità ci da la possibilità di organizzare per le scuole del territorio dove ci sono le nostre location i bambini e i ragazzini della secondaria di primo grado sul tema dell’importanza di avere questi animali all’interno dei nostri giardini".

Clara Massaro, Korian: "L'RSA Saccardo dopo due anni riapre all'esterno con il contributo delle api!"

 

VIDEO- Clara Massaro, Korian: "L'RSA Saccardo dopo due anni riapre all'esterno con il contributo delle api!"
 

Clara Massaro, Direttrice Gestionale della RSA Saccardo di Korian a Il Giornale d'Italia

"Abbiamo la possibilità di vedere con un apicoltore il processo di produzione del miele e di vita delle api: è un progetto importantissimo per i nostri ospiti, non solo per il lato ecologico ma soprattutto perché questo progetto riapre dopo due anni la struttura con l'esterno. In più ci porta a riprendere le relazioni intergenerazionali con le scuole: i bimbi della scuola elementare qui vicino produrranno dei disegni che saranno valutati sui social per realizzare le etichette dei barattoli dei miele e verranno poi in visita qui, evento che per i nostri ospiti è molto importante"

Seguici su

Commenti Scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Giornale d'Italia

Caratteri rimanenti: 400

Più visti

x