Venerdì, 20 Maggio 2022

Seguici su

"La libertà al singolare esiste solo nelle libertà al plurale"
Benedetto Croce

Ferrovie dello Stato e Inail, opere PNRR: intesa su prevenzione di infortuni e malattie sul lavoro

Luigi Ferraris, AD Gruppo FS: "L'obiettivo è di elevare il livello di consapevolezza e la cultura della sicurezza in tutti gli ambienti di lavoro, a iniziare da quelli più coinvolti nella messa a terra dei progetti del PNRR". L'intesa prevede anche la ricerca di soluzioni tecnologiche per il miglioramento dei livelli di salute e sicurezza sul lavoro

07 Aprile 2022

Ferrovie dello Stato e Inail, opere PNRR: intesa su prevenzione di infortuni e malattie sul lavoro

Inail e Gruppo Ferrovie dello Stato Italiane hanno sottoscritto un protocollo d’intesa per la prevenzione degli infortuni sul lavoro e delle malattie professionali, anche in vista della realizzazione delle opere infrastrutturali e di ammodernamento dei processi produttivi nell'ambito del PNRR. Il patto, di durata quinquennale, è stato siglato alla presenza del ministro delle Infrastrutture e della Mobilità sostenibili, Enrico Giovannini, e del ministro del Lavoro e delle Politiche sociali, Andrea Orlando.

Gli ambiti di collaborazione definiti dal protocollo comprendono iniziative di comunicazione e promozione della salute e sicurezza nei luoghi di lavoro e della sostenibilità sociale, programmi di formazione rivolti a tutti i ruoli aziendali e al personale coinvolto nella realizzazione delle opere infrastrutturali e la ricerca e sperimentazione di soluzioni tecnologiche per il miglioramento dei livelli di salute e sicurezza. Tra queste ultime potranno avere un ruolo centrale i progetti di ricerca Inail nel campo della robotica, della realtà aumentata attraverso la visione immersiva, della sensoristica per il monitoraggio degli ambienti di lavoro, dello studio di materiali innovativi per l’abbigliamento lavorativo e dei dispositivi per la prevenzione di infortuni e malattie professionali, come ad esempio gli esoscheletri collaborativi.

Sono previsti, inoltre, la progettazione di modelli di organizzazione e gestione dei rischi per la prevenzione degli infortuni, l’analisi dei flussi informativi in materia di infortuni sul lavoro e malattie professionali e lo studio dei fattori di rischio per prevenire le patologie lavoro-correlate.

"L’impegno delle Ferrovie dello Stato Italiane nella tutela della salute e della sicurezza sul lavoro – spiega l’amministratore delegato del Gruppo FS, Luigi Ferraris – comprende un pieno coinvolgimento di tutti gli stakeholder, iniziando dai lavoratori e dalle loro rappresentanze sindacali,  con cui proseguiremo su questo percorso, nonché un investimento continuo sul benessere, sulla formazione e sulla consapevolezza delle persone. Muove da questi presupposti il protocollo siglato oggi con Inail che ha l’obiettivo di elevare il livello di consapevolezza e la cultura della sicurezza in tutti gli ambienti di lavoro, a iniziare da quelli più coinvolti nella messa a terra dei progetti del Pnrr".

Come sottolineato dal presidente dell’Inail, Franco Bettoni: "Quello firmato oggi con il Gruppo FS è un accordo pilota innovativo, destinato a fare da modello a ulteriori collaborazioni con altri grandi gruppi industriali del Paese. L’obiettivo è di garantire che la salute e la sicurezza sul lavoro siano centrali anche nella fase di ripresa trainata dal Pnrr. Dopo il rallentamento causato dalla pandemia, infatti, stiamo assistendo a una drammatica recrudescenza degli infortuni e delle morti sul lavoro, che deve essere affrontata insieme a tutti gli attori del sistema produttivo con azioni di prevenzione, ricerca e formazione tarate sulla realtà attuale".

FS Italiane, Ferraris: "Prevenzione infortuni sul lavoro, cruciale sperimentazione di tecnologie per la sicurezza"

Luigi Ferraris a Il Giornale d'Italia:

"Questa intesa con Inail investe sulla formazione e sulla consapevolezza del valore della sicurezza sul lavoro. Le persone che lavorano nei nostri cantieri devono essere consapevoli dei rischi che corrono e di come vanno affrontati in sicurezza".

"Inoltre metteremo in atto una sperimentazione continuata su tecnologie atte a prevenire gli infortuni, che potranno poi essere utilizzate in altre realtà"

"La formazione delle nuove leve che vanno a lavorare nei nostri cantieri ovviamente è cruciale. Durante lavori come questi bisogna imparare a prestare la massima attenzione".

Orlando: "Sanzioni alla Russia, bisogna mutualizzare conseguenze: tetto europeo al prezzo del gas essenziale"

Orlando: "Sanzioni alla Russia, bisogna mutualizzare conseguenze: tetto europeo al prezzo del gas essenziale"

Andrea Orlando a Il Giornale d'Italia:

"L'impegno preso da Ferrovie dello Stato con Inail va oltre quello che prevede la legge. È un impegno a rendere i cantieri un laboratorio per migliorare la capacità di prevenire gli incidenti. Questo credo che aiuti a cambiare il nostro sistema produttivo, soprattutto in un settore così delicato come quello delle costruzioni e dell'edilizia".

"L'intesa rafforza anche le strategie pubbliche e gli strumenti di controllo messi in campo in questi mesi, come il potenziamento dell'ispettorato nazionale del lavoro. Se i soggetti imprenditoriali faranno la loro parte, come in questo caso, il PNRR potrà essere messo in atto nel migliore dei modi".

"Nonostante l'attuale difficile situazione geopolitica, gli obiettivi del PNRR non sono a rischio. Vanno aiutati i soggetti attuatori in condizioni economiche adeguate: questo sarà oggetto dell'attenzione del governo ed è uno dei principali obiettivi di questo Def".

"L'Italia ha chiesto all'Europa di fissare un tetto comune al prezzo del gas: è assolutamente necessario. Gli effetti delle sanzioni alla Russia vanno contrastate in maniera omogenea a livello europeo. Ma gli effetti sull'economia dei Paesi non sono uguali quindi mutualizzare le conseguenze e avere strumenti comuni è parte stessa della strategia della pace".

"Per quanto riguarda la transizione ecologica, bisogna coordinare di più le azioni dei grandi soggetti che nei fatti cambiano le economie e il posizionamneto strategico dell'Italia, come avviene in altri Paesi".

Bettoni: "Inail ha lavorato su robotica umanoide per sicurezza sul lavoro: la testeremo con l'aiuto di FS"

Bettoni: "Inail ha lavorato su robotica umanoide per sicurezza sul lavoro: la testeremo con l'aiuto di FS"

Franco Bettoni a Il Giornale d'Italia:

"Il protocollo sigato con FS si focalizza in un settore dove ci sono molti investimenti del PNRR. Noi come Inail, con FS e i sindacati, andiamo verso obiettivi chiari: meno morti sul lavoro, meno incidenti, meno malattie professionali".

"L'Inail ha lavorato molto sullo sviluppo di una robotica umanoide che andrà a supportare la sicurezza sul lavoro. Con l'aiuto di FS la sperimenteremo e cercheremo di esportarla anche in favore di altre realtà, a beneficio di tutti i lavoratori e lavoratrici".

Seguici su

Commenti Scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Giornale d'Italia

Caratteri rimanenti: 400

Più visti

x