Lunedì, 08 Agosto 2022

Seguici su

"La libertà al singolare esiste solo nelle libertà al plurale"
Benedetto Croce

Osservatorio Permanente Giovani Editori, Ceccherini: "Competenze economiche nelle scuole migliorate, Italia era tra le peggiori in Europa"

Andrea Ceccherini, Presidente dell'Osservatorio Permanente Giovani Editori, racconta a Il Giornale d'Italia il progetto Young Factor per l'alfabetizzazione economico-finanziaria nelle scuole: "Risultati monitorati da istituti indipendenti: test scritti per gli studenti e focus group per gli insegnanti"

08 Febbraio 2022

Andrea Ceccherini, Presidente dell'Osservatorio Permanente Giovani Editori, racconta a Il Giornale d'Italia il progetto Young Factor per l'alfabetizzazione economico-finanziaria nelle scuole, precisando quali sono le modalità attuate per verificare l'avanzamento delle competenze degli studenti.

"Al termine delle dieci lezioni, un istituto indipendente, quest'anno sarà Eumetra, verifica se sui dieci concetti economici chiave la competenza dei ragazzi coinvolti sia cresciuta o meno.Il monitoraggio avviene attraverso questionari scritti. Devo dire che il lavoro delle edizioni precedenti ci incoraggia: gli studenti migliorano e apprendono in maniera efficace.

La preparazione degli insegnanti sul progetto viene testata, invece, attraverso dei focus group con psicologi e sociologi speciallizati. L'obiettivo è la verifica orizzontale della proprietà dei concetti insegnanti ma sempre mettendo a proprio agio gli insegnanti coinvolti.

Considerando la media europea, gli studenti italiani sono partiti molto indietro all'inizio del progetto Young Factor, che ovviamete non è il solo in questo ambito. Devo dire che hanno dimostrato molta reattività nel recuperare il gap. Oggi nella classifica che esamina le competenze economico finanziarie dei i ragazzi europei l'Italia è un po' più su, prima dietro di noi c'era solo la Grecia.

La chiave per migliorare il nostro sistema scolastico? Oggi la scuola ha bisogno di investire in più educazione dove c'è più ignoranza ma ha bisogno di farlo con progetti maggiormente interattivi, attuali ed eccitanti che sappiano cavalcare quella voglia di cambiamento di una generazione che non sta più negli schemi e che non ha più voglia di continuare a guardare le cose con gli occhi di ieri. I progetti come Young Factor sono la risposta per creare un modello di interazione più efficace che faciliti l'apprendimento".

Torna all'articolo

Seguici su

Commenti Scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Giornale d'Italia

Caratteri rimanenti: 400

Più visti