Sabato, 21 Maggio 2022

Seguici su

"La libertà al singolare esiste solo nelle libertà al plurale"
Benedetto Croce

L'Ucraina vince l'Eurovision, Zelensky gongola: "Nel 2023 vogliamo farlo a Mariupol"

Il presidente ucraino ne ha approfittato per lanciare il suo messaggio: "Faremo tutto il possibile affinché possa essere Mariupol la città ospitante"

15 Maggio 2022

Ucraina, Zelensky: "All'Occidente manca coraggio". E chiede l'artiglieria pesante

fonte: Instagram @Zelensky

L'Ucraina ha vinto l'Eurovision Song Contest e il presidente ucraino Zelensky non si è lasciato sfuggire l'occasione di commentare il successo del suo Paese chiedendo di ospitare la manifestazione nel 2023 a Mariupol. "Il nostro coraggio impressiona il mondo, la nostra musica conquista l’Europa". Con queste parole il presidente ucraino Volodymyr Zelensky ha salutato la vittoria all’Eurovision della Kalush Orchestra. La penultima edizione è stata invece vinta dai Maneskin a Rotterdam con il singolo "Zitti e buoni" che ha dato il via ad un successo planetario della band. All'Italia non è riuscita la doppietta con Mahmood e Blanco classificatisi sesti col brando "Brividi", vincitore a Sanremo.

Zelensky: "Eurovision a Mariupol nel 2023"

Mariupol è certamente la città più martoriata all'interno di questa guerra, e Zelensky sarebbe orgogliose se l'Eurovision l'anno prossimo potrebbe svolgersi proprio lì, nella città ancora teatro di scontri: "L’anno prossimo l’Ucraina ospiterà l’Eurovision, per la terza volta nella sua storia. E, credo, non per l’ultima. Faremo tutto il possibile affinché possa essere Mariupol la città ospitante". Anche la band ha lanciato un appello nel corso della diretta di ieri sera: "Per favore salvate Mariupol’, salvate l’Azovstal, ora!". In precedenza, Zelensky si era mobilitato affinché l'Europa votasse in massa la Kalush Orchestra. 

Moglie di Zelensky: "Vittoria culturale per l'Ucraina"

Si è unita ai complimenti anche Olena Zelenska che ha parlato del successo della Kalush Orchestra come una "vittoria culturale, per l'Ucraina nella guerra". "Signora Stefania, mamma di Oleh Psiuk, insieme a te siamo orgogliosi di tuo figlio. Insieme a te ci rallegriamo per l'incredibile vittoria della Kalush Orchestra all'Eurovision". "Stefanià è stata cantata da musicisti provenienti da Polonia, Lettonia e Francia. È stata cantata dai The Rasmus. Ora il mondo intero canterà una canzone su una madre ucraina".

Anche l'Ue si congratula con l'Ucraina

Complimenti sono arrivati anche dalle più alte istituzioni politiche. La presidente della Commissione europea Ursula von der Leyen ha scritto su Twitter: "Stanotte la tua canzone ha conquistato il nostro cuore. Celebriamo la tua vittoria in tutto il mondo. L'Ue è con te". Anche il presidente del Consiglio Europeo Charles Mitchel ha riservato un pensiero sui social: "L'augurio è che l'Eurovision del prossimo anno possa essere ospitato a Kiev in un'Ucraina libera e unita".

Per Josep Borrell "Lunga vita alla musica! Viva l'Europa! Gloria all'Ucraina".

Seguici su

Commenti Scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Giornale d'Italia

Caratteri rimanenti: 400

Più visti

x