Domenica, 05 Dicembre 2021

Seguici su

"La libertà al singolare esiste solo nelle libertà al plurale"
Benedetto Croce

Retail Summit 2021, al via la due giorni di Confimprese. Resca: "La ripresa è in atto"

Il Presidente di Confimprese: "828 nuove aperture nel totale anno. C’è un entusiasmo moderato ma fiducia in un futuro che fino a poco tempo fa non era molto chiaro ”. Trasformazione digitale e sostenibilità i driver del futuro

Di J. Muller

23 Settembre 2021

Retail Summit 2021, al via la due giorni di Confimprese. Resca: "La ripresa è in atto"

Ha inizio al Museo delle Scienza e della Tecnologia Leonardo Da Vinci di Milano il Retail Summit 2021, la due giorni di Confimprese quest'anno realizzata con Jakala.

Un evento per fare il punto sulle grandi sfide del commercio moderno in una location emblematica che potrebbe essere letta quasi come un omaggio alla scienza la quale è riuscita, grazie ai vaccini, a donare nuova linfa e permettere di tirare un respiro di sollievo al variegato mondo del retail, il quale, seppur con significative eccezioni in alcuni settori, è stato colpito profondamente dalla pandemia. Tuttavia il Summit si apre con un cauto ottimismo e con l'annuncio di nuove aperture da parte degli associati, sempre più attenti alla trasformazione digitale e alla sostenibilità. 

Retail Summit 2021, Resca (Confimprese): “La ripresa è in atto. Il phygital è la direzione da seguire”

VIDEO-Retail Summit 2021, Resca (Confimprese): “La ripresa è in atto. Il phygital è la direzione da seguire”

La tecnologia con la rivoluzione digitale è infatti grande protagonista, tanto che sempre più, come sottolinea ai nostri microfoni il Presidente di Confimprese Mario Resca, si realizza l'integrazione tra fisico e digitale:

“Incontrarsi de visu dopo tanto tempo è importantissimo. Il retail ha pagato duramente il costo del lockdown, le norme a zig-zag, l’andamento altalenante dei governi.  Ora mi pare che finalmente le idee siano chiare: gli imprenditori hanno reagito positivamente alla normativa del green pass, che consente di garantire sia i dipendenti sia i clienti”, così il Presidente in occasione dell’apertura del Retail Summit 2021.

“I consumi non sono ancora quelli del 2019, anzi alcuni settori stanno andando meglio come quello dell’elettronica ad esempio. La ristorazione si sta riprendendo. C’è entusiasmo moderato ma fiducia in un futuro che fino a poco tempo fa non era molto chiaro. I numeri non mentono: la vaccinazione crea meno contagi, le previsioni sul Pil dimostrano che in Europa siamo i più performanti. La ripresa è in atto ma non siamo vicini ai numeri del 2018-2019, per i quali ci vorranno ancora alcuni anni.”

“Tuttavia +6% di PIL è un dato incoraggiante che da fiducia alle imprese che investono, da fiducia agli investitori internazionali e anche a quelli esteri. Milano ovviamente è una città privilegiata per la ripresa. Abbiamo visto durante la pandemia che mentre il retail fisico andava in crisi, questo non accadeva per quello digitale. Accade quindi che i retailer fisici stanno investendo sull’online, mentre quelli online investono anche sul fisico. Questo significa seguire il cliente, l’integrazione è in atto e questa è la direzione.”

Il Presidente di Confimprese: “Draghi? Non ha nulla a che fare con i partiti e questa è la sua forza. Il mondo delle imprese è con lui”

Mario Resca si è poi espresso sull’operato del Governo Draghi sottolineando: “Conoscendo un po' dall’interno il mondo della politica credo che Mario Draghi stia facendo il massimo, a maggior ragione dovendo tenere insieme una coalizione politica e partitica così variegata. Ha una pazienza enorme e deve mantenere la rotta dritta perché il PNRR viene erogato a stato d’avanzamento lavori, per cui se siamo in ritardo rischiamo di perdere i fondi dell’Ue.”

“I partiti da questo punto di vista sono in difficoltà perché non sono capaci metodologicamente di fare ciò che fa Draghi. Siamo fortunati ad averlo. Dimostra una grande pazienza perché immagino sia per lui difficile, ma tutti gli imprenditori e i lavoratori lo stanno appoggiando. Non ha nulla a che fare con i partiti, questa è la sua forza!”

Confimprese, il retail guarda avanti: nel corso del 2021 gli associati apriranno 828 nuovi punti vendita

Il numero elevato di nuove aperture è dovuto alla necessità da parte dei retailer di continuare a puntare sullo sviluppo della rete distributiva, nonostante il freno imposto dalla pandemia, che ha bloccato i consumi e messo a repentaglio la tenuta del retail.  Il settore con il maggior numero di aperture previste è abbigliamento/accessori con 190 punti vendita, seguito dalla ristorazione con 185, da casa/complementi d’arredo con 109. Seguono cura persona/beauty, servizi, elettronica/telefonia, entertainment.

Sostenibilità, i consumatori sempre più attenti all'ambiente

L’Osservatorio Jakala evidenzia, inoltre, che il 78% dei consumatori sottolinea l’importanza del fattore etico come comportamento fondamentale dei retailer, il 48% dichiara di aver modificato i propri comportamenti per ridurre l’impatto sull’ambiente e il 57% preferisce i brand responsabili nonostante il prezzo più elevato. È indispensabile sottolineare il ruolo delle risorse umane e la necessità che l’organizzazione sviluppi una cultura volta al cambiamento, capace di stimolare lo sviluppo di competenze ibride.

Retail summit 2021, Rizzi (Jakala): "Nuovi modelli di consumo basati sulla digitalizzazione"

VIDEO - Retail summit 2021, Rizzi (Jakala): "Nuovi modelli di consumo basati sulla digitalizzazione"

"Siamo al Museo della Scienza e della Tecnica, un luogo iconico di Milano dedicato a Leonardo Da Vinci. E questa iniziativa è molto connessa alla genialità e all'imprenditoria italiana". Queste le parole di Alessandra Rizzi, corporate communication manager di Jakala a Il Giornale d'Italia.

"Questa è un'iniziativa sul retail, che noi come Jakala insieme a Confimprese, l'associazione dei retailer francesi italiani, abbiamo voluto organizzare finalmente in presenza. Volevamo dare l'opportunità ai nostri imprenditori di incontrarsi e di discutere del futuro delle loro imprese.

Le principali tematiche di oggi saranno i nuovi modelli di consumo post pandemia, che hanno fatto emergere elementi come la digitalizzazione e la prossimità. Parleremo anche di logistica e di sostenibilità ambientale, ambiti che guideranno le scelte future degli imprenditori del settore".

Retail Summit 2021, Scozzoli (Unieuro): “Ora servono sicurezza e risorse economiche per i settori che hanno sofferto di più”

VIDEO - Retail Summit 2021, Scozzoli (Unieuro): “Ora servono sicurezza e risorse economiche per i settori che hanno sofferto di più”

“Effettivamente ci sono state molte ombre e qualche luce e problematiche molto importanti per quasi tutti i settori in questo periodo. Credo che la luce in fondo al tunnel si cominci a intravedere- afferma a Il Giornale d’Italia Andrea Scozzoli, Chief Corporate Development di Unieuro- è fondamentale che continui questa campagna di vaccinazione, che si convincano le persone, questo ci consentirà di ripartire con maggiore tranquillità e maggiore slancio, di evitare nuovamente chiusure che sarebbero devastanti per quasi tutti i settori e lo sono state e per molte aziende sarebbe quasi impossibile ripartire. Quindi da una parte la sicurezza che è l’elemento fondamentale e dall’altro risorse economiche soprattutto per i settori che hanno sofferto di più. Speriamo in questi fondi del PNRR di cui tanto si parla, tanti miliardi ma ancora non si è ben capito, almeno personalmente, dove verranno utilizzati, però è fondamentale che si faccia presto e che quindi vengano immesse queste risorse nel sistema economico, che sta dimostrando anche una certa vitalità nel riprendersi, ma ha sicuramente bisogno di un supporto per potersi rilanciare, non solo quest’anno ma anche in quelli futuri, per arrivare e diventare di nuovo i protagonisti in Europa.”

Retail Summit 2021, Babbo (Natuzzi Spa): “La storica sfida dell’Italia è la competitività. Il Governo sta incoraggiando le imprese e gli investimenti”

VIDEO - Retail Summit 2021, Babbo (Natuzzi Spa): “La storica sfida dell’Italia è la competitività. Il Governo sta incoraggiando le imprese e gli investimenti”

“Al Summit si respira un’aria positiva – rivela a Il Giornale d’Italia Diego Babbo Global Retail Development Director at Natuzzi Spa- è sempre bello rivedersi con colleghi, amici, imprenditori e rivedersi di persona, provare l’ebrezza di stringersi la mano in un contesto protetto e molto bello come questo del Museo della Scienza e della Tecnologia di Milano. Credo che sia un bel segnale per tutti la possibilità di ripartire per tutti, ci sono dei settori che lo stanno facendo già con delle performance misurabili, altri un po’ di meno, però leggiamo oggi che l’Italia sta crescendo al 6%, abbiamo un Presidente del Consiglio che dichiara che un Governo come quello di oggi non fa danni ed è già qualcosa, si prende degli applausi, insomma si comincia a respirare un aria buona che fa bene al business e agli imprenditori che oggi qui si riuniscono.”

“La storica sfida dell’Italia è la competitività, il costo del lavoro è sicuramente un aspetto fondamentale per rilanciare il Paese, la stabilità politica ed economica è l’altro aspetto e il Governo sta dando un segnale da questo punto di vista, sta incoraggiando le imprese, gli investimenti, dà un segnale di lungimiranza e di possibilità di stabilità a medio termine. Secondo me ci sono tutti i presupposti per vincere questa sfida, è un’opportunità importante per il Paese, probabilmente irripetibile, la dobbiamo cogliere tutti insieme e lo faremo.”  

Retail Summit 2021, Rolleri (Sky Italia): “Dobbiamo ripartire dal consumatore e comprenderlo nelle sue nuove esigenze”

VIDEO- Retail Summit 2021, Rolleri (Sky Italia): “Dobbiamo ripartire dal consumatore e comprenderlo nelle sue nuove esigenze”

“Il momento è assolutamente particolare e dobbiamo ripartire dal consumatore – dichiara a Il Giornale d’Italia Andrea Rolleri Customer Digital Transformation Director di Sky Italia- dobbiamo capire come in questo anno e mezzo-due di pandemia come sono cambiate le abitudini, quindi non è più tanto un fuoco su di noi come aziende ma un focus sul consumatore e comprenderlo nelle sue nuove esigenze e nelle sue nuove modalità. Per la rivoluzione digitale all’Italia non manca tantissimo, le infrastrutture magari non sono a livello dei primi della fila in Europa ma non siamo assolutamente messi male. Abbiamo dal punto di vista del Governo un passo diverso rispetto al passato e anche qui sono le aziende che, dopo aver compreso il consumatore, devono capire come sfruttare le opportunità della tecnologia. Quindi non è la tecnologia che guida la scelta del consumatore, la tecnologia poi è un viatico.”

Retail summit 2021, Saviolo (Bocconi): "Il retail deve creare esperienze uniche per il cliente"

VIDEO- Retail summit 2021, Saviolo (Bocconi): "Il retail deve creare esperienze uniche per il cliente"

"La trasformazione del retail in uno spazio di esperienza è fondamentale: chi non lo metterà in pratica, passerà tempi duri. Poi c'è l'elemento nuovo che è la digitalizzazione: abbiamo servizi chiamati "Phygital", che sono fisici e digitali". Così Stefania Saviolo, Professor of Fashion and Luxury management alla SDA Bocconi School of Management a Il Giornale d'Italia.

"La situazione della pandemia ha supportato settori come il mobile e l'arredamento della casa, poiché le persone hanno snetito il bisogno di riorganizzare i propri spazi domestici. Stessa cosa è successa per il settore del beauty. Ovviamente il settore della moda e tutti gli ambiti legati a esperienze fisiche hanno sofferto molto.

"In Bocconi avevamo già lavorato con Jakala sulla signature experience, ovvero un'esperienza del consumatore che ogni azienda del retail deve rendere unica. Il mondo del futuro post pandemia sarà caratterizzato da meno contatti fisici e da più contatti digitali. La signature experience avrà quindi il compito di creare relazioni".

 

Retail Summit 2021, Balducci (Nhood Italy): “La sostenibilità è la sfida di domani. Gli spazi urbani futuri saranno funzionali, meno polarizzati di oggi”

VIDEO - Retail Summit 2021, Balducci (Nhood Italy): “La sostenibilità è la sfida di domani. Gli spazi urbani futuri saranno funzionali, meno polarizzati di oggi”

“L’investimento di piazzale Loreto è effettivamente un investimento a triplo impatto positivo- afferma a Il Giornale d’Italia Marco Balducci, Amministratore Delegato Nhood Italy - quindi con impatto diretto sul pianeta e sulle popolazioni locali, che prevede di restituire una piazza che oggi è integralmente chiusa per consentire il traffico urbano e automobilistico e restituirla ai cittadini. L’investimento consuma risorse per circa 60 milioni, mentre invece abbiamo fatto fare un bilancio SROI quindi di sostenibilità, il quale dimostra che questo investimento crea del valore aggiunto per la cittadinanza, per la città e per le persone che ne usufruiranno di circa 250 milioni e quindi di fatto un rendimento di 4 a 1 positivo rispetto al consumo di risorse di oggi. La sostenibilità è la sfida di domani, l’unica che tutte le aziende oggi devono davvero assumere perché abbiamo una responsabilità diretta su quello che sarà il mondo che lasceremo alle future generazioni.”

“Gli spazi urbani di domani saranno estremamente funzionali, che consentiranno alla popolazione che li abita, ai residenti, di poter vivere in modo meno polarizzato di oggi. Le grandi città oggi infatti sono costituite su dei poli, quello sportivo con lo stadio, o quello degli uffici con la parte downtown, la parte residenziale, invece le città di domani consentiranno alle persone di spostarsi di meno, quindi di consumare meno, ma vivere piuttosto nel quartiere in cui abitano.”

Retail Summit 2021, Manzoni (Banco Bpm): "Supportiamo trasversalmente tutta la filiera"

VIDEO - Retail Summit 2021, Manzoni (Banco Bpm): "Supportiamo trasversalmente tutta la filiera"

"Non ci affianchiamo solo alle aziende del mondo del retail ma a tutta la filiera. Il supporto della banca è trasversale e integrato: un approccio del genere è foriero di grande fiducia nel futuro". Così Luca Manzoni, Responsabile Corporate Banco BPM S.p.A. a Il Giornale d'Italia.

"Il supporto che noi possiamo dare è attendo ai trend del futuro, come il digitale. Tutti ambiti dove il PNRR andrà a investire. Parliamo soprattutto di risparmio di suolo, acqua e consumi. Quindi tutto quello che comporta una maggiore efficienza energetica sarà un trend del futuro".

Retail Summit 2021, Ferro (Nestlé Italia): “Nel sistema business bisogna avere misura, valorizzando cose che vanno al di là dei risultati finanziari”

VIDEO - Retail Summit 2021, Ferro (Nestlé Italia): “Nel sistema business bisogna avere misura, valorizzando cose che vanno al di là dei risultati finanziari”

“Un momento importante non solo per il retail ma per tutta questa ripartenza – dichiara a Il Giornale d’Italia Massimo Ferro, Corporate Strategy Director e CFO Gruppo Nestlé Italia- in un momento specificatamente importante per l’Italia per tutte le cose che stanno succedendo. Io sono qui con un obiettivo abbastanza preciso, ci sono tante cose del sistema business che devono essere misurate, dobbiamo cominciare a parlare anche di cose che sono al di là di quelli che sono numeri, perchè il valore dell’azienda è sempre più un valore a 360° o nella filiera o nel concetto di stakeholder, bisogna cominciare a valorizzare cose che vanno al di là dei risultati finanziari. Ci sono tanti esempi, tutti parlano di sostenibilità, che è un punto importante però bisogna cominciare a misurare, darsi degli obiettivi chiari nel tempo e a seguire i miglioramenti. C’è un vecchio proverbio che dice che niente che non viene misurato può essere migliorato, ed è questo il problema cominciare a capire quali sono i parametri di misura di queste cose altrimenti sono concetti molto interessanti, molto veri ma che rimangono in una specie di limbo, lo dico per il mio lavoro “facts and figures””.

Retail Summit 2021, Lazzaroni (Burger King Italy): “Previste nuove aperture in Italia, nel 2022 torneremo ai livelli pre-pandemia”

VIDEO- Retail Summit 2021, Lazzaroni (Burger King Italy): “Previste nuove aperture in Italia, nel 2022 torneremo ai livelli pre-pandemia”

“Siamo all’interno di un lunghissimo periodo di transizione che guarda il people, ambiente, prodotto. Ci sono situazioni- afferma a Il Giornale d’Italia Alessandro Lazzaroni, General Manager e CEO Italy Burger King-  dove chiaramente il lavoro svolto negli anni ci porta già ad essere ad un ottimo livello, cito per esempio il salary gap che il Burger King è prossimo allo zero. Questo è un livello ottimale raggiunto perché è da 20-30 anni che lavoriamo in questa direzione, ci sono poi sicuramente dei punti sui quali bisogno investire e lo fare molto nei prossimi anni. Proprio ieri Burger King International ha annunciato che entro il 2050 lavoreremo per arrivare a zero emissioni, le vogliamo dimezzare entro il 2030 per azzerarle nel 2050. Chiaramente sono delle strategie che si riflettono in attività serie e durature e soprattutto in una cultura forte legata alla sostenibilità che portiamo avanti all’interno della nostra sede e dei nostri ristoranti in tutto il mondo. Per Burger King Italia sono previste nuove aperture, noi abbiamo già aperto nonostante la particolarità dell’anno abbiamo aperto 4 ristoranti e ne apriremo almeno 10 entro la fine dell’anno. La notizia ancora più bella è che ci stiamo preparando per un 2022 che ci riporterà a livelli di aperture pre-pandemia, finalmente stiamo tornado alla normalità.”

Retail Summit 2021, Cimmino (Inticom): “Sostenibilità e digitale, due transizione interconnesse”

 VIDEO-Retail Summit 2021, Cimmino (Inticom): “Sostenibilità e digitale, due transizione interconnesse”

Barbara Cimmino, CSR Director di Inticom S.p.A. ha messo in evidenza: “Il momento storico rivela una grande opportunità data dal PNRR.  Tante tematiche affrontate nel summit riguardano il digitale e la sostenibilità, due argomenti che tendo a tenere sempre insieme perché le due transizioni devono necessitamene andare in parallelo: non c’è sostenibilità senza un fattore abilitante dato dal digitale e viceversa la sostenibilità aiuta il digitale nella costruzione di obiettivi di medio e lungo periodo che possano mantenere l’economia in una crescita integrale.”

 “Trovo che l’organizzazione dell’agenda ben definita sia riuscita a tenere insieme questi due aspetti e anche mettere l’uomo al centro dei nostri pensieri. Può succedere che in periodi di grande cambiamento si perda il fattore umano, ma anche il Papa Francesco ha ricordato che, se è vero che i tecnicismi devono esserci, dobbiamo misurare in maniera puntale tutti gli aspetti del business, non dobbiamo dimenticarci che non abbiamo un secondo pianeta dove andare a vivere. Direi che il lavoro in corso ci dia una visione olistica, quindi i miei complimenti a Confimprese e Jakala.”

Retail Summit 2021, Cohen (Dental Pro): “Sostenibilità per noi significa accessibilità a tutti i livelli”

VIDEO-Retail Summit 2021, Cohen (Dental Pro): “Sostenibilità per noi significa accessibilità a tutti i livelli”

“È stata una giornata molto interessante su diverse tematiche. L’area della sostenibilità è stata toccata in diversi punti e stimola sempre molte riflessioni.” Così Michel J. Cohen, Founder & Ceo di Dental Pro. 

“Siamo particolarmente attenti al tema della sostenibilità, in ottica di accessibilità a tutti i livelli. Consentiamo a tutta la popolazione di ottenere delle cure odontoiatriche al giusto prezzo. Non solo siamo sempre aperti ma tuteliamo le fasce più deboli, dagli anziani ai disabili per i quali stiamo realizzando un programma apposito”, conclude.

Retail Summit 2021, Dell’Acqua (Euronics): “Digitale e sostenibilità: aumentiamo la vita degli elettrodomestici”

 

 VIDEO-Retail Summit 2021, Dell’Acqua (Euronics): “Digitale e sostenibilità: aumentiamo la vita degli elettrodomestici”

Massimo Dell’Acqua, Amministratore Delegato Euronics, ha sottolineato a Il Giornale d’Italia: “Sicuramente c’è stata una fortissima richiesta di tecnologia legata a tutti i cambiamenti che la nostra vita ha dovuto affrontare durante la pandemia. Sicuramente tutta la parte delle tecnologie ma anche tutti i prodotti degli elettrodomestici legati all’esperienza dello stare a casa”.

 “Oggi facciamo da Hub di raccolta per gli elettrodomestici vecchi e in fine vita perché uno dei servizi che offriamo è un’estensione di assistenza dei prodotti che permette di aumentare la durata di vita dell’elettrodomestico.”

Retail Summit 2021, Corti (WINDTRE): " Sempre più vicini ai clienti e al territorio"

VIDEO-Retail Summit 2021, Corti (WINDTRE): " Sempre più vicini ai clienti e al territorio"

Gianluca Corti, Chief Commercial Officer di WINDTRE, ha sottolineato a Il Giornale d'Italia:“I negozi fisici stanno soffrendo perché il numero dei clienti che entra non è ancora tornato ai livelli pre- pandemia, quindi il lavoro di molte aziende è volta ad ottimizzare l’esperienza e l’ingaggio del cliente attraverso tutti i canali. Quindi occorre gestire al meglio l’integrazione tra digitale e fisico.  Per un’azienda come la nostra è fondamentale essere vicini ai nostri clienti continuando a presidiare il territorio. Stiamo quindi lavorando per sviluppare al meglio questa omnicanalità.”

“I piani del governo sono ben definiti e ci sono molti danari; credo sia una grande opportunità per il Paese ma come sempre dipenderà dall’execution. Speriamo che come collettività, quindi imprese e regolatori, saremo in grado di sfruttare al meglio questa opportunità straordinaria. Per il nostro settore c’è l’obiettivo di dare a tutti gli italiani connettività a banda larghissima.  Siamo parte del progetto e siamo convinti di soddisfare le soglie di attesa del governo ma soprattutto quella dei consumatori.”

Retail Summit 2021, Tamburi (Tamburi Investment Partners): “Ripresa post covid, rimbalzo strutturale”

 

VIDEO-Retail Summit 2021, Tamburi (Tamburi Investment Partners): “Ripresa post covid, rimbalzo strutturale”

Giovanni Tamburi, CEO Tamburi Investment Partners, a Il Giornale d’Italia ha messo in evidenza: “È difficile fare un’overview in questo momento in cui non si è ancora capito se il recupero post-pandemia sia così violento per un fatto strutturale o congiunturale. Bisogna capire questo. Tra i settori del retail credo che l’abbigliamento continuerà ad andare avanti perché i consumatori hanno bisogno di riempire questo armadio che è stato vuoto per molto tempo. Poi c’è chi dice che abbiamo troppa roba. Credo che la voglia e il desiderio di tutti noi di tornare alla vita normale sia molto forte e che il rimbalzo sia più strutturale che congiunturale.”

"I consumatori oggi vogliono molta attenzione. Il sorriso del commesso è un elemento molto semplice ma fondamentale nell’esperienza di shopping. Sono convinto che se uno entra in un negozio e trova un sorriso il compratore sicuramente torna a casa più contento. Si può progettare una rete perfetta scientificamente ma che poi può cadere per un’umanità non sufficiente".

 

Commenti Scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Giornale d'Italia

Caratteri rimanenti: 400

Articoli Recenti

Più visti

x