Sabato, 01 Ottobre 2022

Seguici su

"La libertà al singolare esiste solo nelle libertà al plurale"
Benedetto Croce

Allarme bomba al Ministero della Salute, spunta l'ipotesi della "minaccia" a Speranza

Speranza: "Grazie agli uomini e alle donne che svolgono un lavoro straordinario per il paese"

16 Settembre 2022

Allarme bomba al Ministero della salute: ipotesi "vendetta" nei confronti di Speranza

Nella mattinata di venerdì 16 settembre 2022, una telefonata anonima ha segnalato una bomba al Ministero della Salute: l'allarme fortunatamente è subito rientrato. Il tutto è scattato in tarda mattinata, quando al Ministero ancora presieduto da Roberto Speranza ha ricevuto una telefonata anonima che segnalava un esplosivo nell'edificio. Sul posto sono dunque arrivi gli artificieri e le forze dell'Ordine. Dopo poche ore l'allarme è subito rientrato. Forse si è trattato di uno scherzo. Nelle ultime ore è però spuntata anche l'indiscrezione che potrebbe essersi trattata di una "vendetta" o di una sorta di "minaccia" nei confronti di uno dei ministri più discussi degli ultimi anni, Roberto Speranza, appunto.

Allarme bomba al Ministero della salute

Stando alla telefonata anonima, a quanto pare, le bombe erano due. Una nella sede principale su lungotevere Ripa, a Trastevere, e l'altra in quella distaccata all’Eur, in viale Ribotta. Subito è scattato l'allarme e l'evacuazione dei dipendenti. Anche il ministro della salute Roberto Speranza si trovava in sede - precisamente in quella di Lungotevere Ripa - al momento dell’allarme. 

L'allarme è rientrato attorno alle 14, sempre di venerdì 16 settembre 2022. "L’allarme di stamattina è fortunatamente rientrato”, ha fatto sapere tramite un tweet Speranza. “Voglio solo dire grazie a tutte le donne e gli uomini del Ministero della Salute che ogni giorno svolgono un lavoro straordinario per il nostro Paese”, ha aggiunto il ministro. Nelle ore precedenti gli artificieri del comando provinciale di Roma hanno svolto le operazioni di controllo. Sempre nella stessa giornata, un altro allarme bomba è scattato in una scuola di Roma, all'istituto comprensivo Antonio de Curtis in via della Tenuta di Torrenova. I due episodi non dovrebbero essere legati tra loro. Il primo, quello al ministero, dovrebbe essere stato frutto di qualcuno che voleva in qualche modo colpire o danneggiare l'immagine del Ministro Speranza (secondo alcune indiscrezioni). Il secondo dovrebbe essersi trattato di uno scherzo di qualche studente desideroso di saltare qualche ora di lezione.

Seguici su

Commenti Scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Giornale d'Italia

Caratteri rimanenti: 400

Più visti

x