Domenica, 26 Settembre 2021

Seguici su

"La libertà al singolare esiste solo nelle libertà al plurale"
Benedetto Croce

Jeff Koons alle Gallerie d'Italia: la persistenza delle forme e l'iridescenza del contemporaneo

Alle Gallerie d'Italia, museo di Intesa Sanpaolo a Milano, in mostra l'opera Gazing Ball (Centaur and Lapith Maiden), un portale verso la grande esposizione 'Jeff Koons. Shine' che si terrà dal 2 ottobre 2021 a Palazzo Strozzi a Firenze

Di J. Muller

14 Settembre 2021

Con Gazing Ball (Centaur and Lapith Maiden) Jeff Koons reinterpreta un soggetto visceralmente classico: la battaglia tra Centauri e Lapiti, tra ordine e caos, civiltà e barbarie. Il soggetto ispiratore è la grandiosa scultura in marmo parte del frontone del Tempio di Zeus a Olimpia. 

L’artista americano consegna alla contemporaneità questo blocco marmoreo attraverso l’installazione di una sfera riflettente. Il peso della sfera è impalpabile mentre pare sospendere  l’occhio di chi osserva, il quale si dirige verso una via di fuga inaspettata: lì a metà, tra la bellezza del busto e la mostruosità del centauro. Osservare significa al contempo specchiarsi, aprendo un interessante riflessione non solo sulla grande statuaria antica, ‘deturpata’ da assilli contemporanei, ma anche sul ruolo dello spettatore che ne fruisce. 

Il gigante antico si frantuma, si moltiplica nei punti di vista possibili, senza che la scultura perda la sua plasticità. Spettatore di un mondo nuovo, chi osserva partecipa a una rinascita delle forme, alla permanenza dell’ideale che sa farsi ossessivo, icona dell’icona.

L’opera di Jeff Koons che domina una delle sale delle Gallerie d’Italia in Piazza Scala, museo di Intesa Sanpaolo a Milano, è  un ideale collegamento tra Milano e Firenze in attesa della grande mostra Jeff Koons. Shine che si terrà dal 2 ottobre 2021 a Palazzo Strozzi, e che vede Intesa Sanpaolo come Main Partner.

L’opera fa parte della celebre serie Gazing Ball, in cui l’artista colloca lucide e specchianti sfere in vetro blu su fedeli riproduzioni di famose opere, sia di pittura che di scultura, di autori diversissimi: da Leonardo da Vinci a Édouard Manet, da Giotto a Vincent van Gogh, da Prassitele a Cristophe-Gabriel Allegrain.

Jeff Koons alle Gallerie d'Italia, Coppola: "Straordinario dialogo tra l'opera e le mostre in essere"

VIDEO-Jeff Koons alle Gallerie d'Italia, Coppola: "Straordinario dialogo tra l'opera e le mostre in essere"

Michele Coppola Executive Director Arte Cultura e Beni Storici di Intesa Sanpaolo al Giornale d'Italia ha evidenziato: "Intesa Sanpaolo ha deciso, ormai dieci anni fa, di aprire al pubblico il Palazzo delle Gallerie d’Italia in Piazza Scala con le proprie collezioni, ma non limitandosi a queste. Intorno a un nucleo di opere che appartengono a un'impresa privata iniziano attività, continuano studi, incroci, dialoghi. E’ bellissimo vedere Jeff Koons come prosecuzione della mostra curata da Berbero Painting is back, accanto alle installazioni di Francesca Leone e addirittura accanto alle meravigliose immagini di Gastel dedicate a Roberto Bolle. Credo che questo sia il significato vero e nuovo di un luogo di cultura che appartiene alla comunità, che si apre a tutti i visitatori. La logica è aiutare perché la cultura possa sempre più migliorare la qualità della vita. Le Gallerie d’Italia sono sempre più un interlocutore e un attore dell’offerta culturale. Milano e Firenze in un certo senso sono vicine una accanto all’altro nel chiedere di guardare alla produzione culturale partendo da artisti noti fino alla cultura e all’arte classica".

Jeff Koons alle Gallerie d'Italia, Berbero: "Riflesso e contemporaneo, come l'artista si appropria della storia"

VIDEO-Jeff Koons alle Gallerie d'Italia, Berbero: "Riflesso e contemporaneo, come l'artista si appropria della storia"

Luca Massimo Barbero, Curatore Associato delle Collezioni di Arte Moderna e Contemporanea di Intesa Sanpaolo, ha sottolineato a Il Giornale d’Italia: 

“Jeff Koons è artista eccezionale, discusso, famoso. La scultura tratta dalla serie ‘Gazing Ball’ esposta qui alle Gallerie d’Italia di Intesa Sanpaolo è una sorta di portale della grande mostra che si terrà in Palazzo Strozzi a Firenze.  Il tema è  ‘Shine’, il riflesso. Questa sfera parla del riflesso nella contemporaneità aprendo un portale da Milano verso Firenze. Significativo che questa scultura di Koons sia qui proprio mentre alle Gallerie d’Italia c’è Painting is back, retrospettiva sugli anni 80’, momento in cui la storia viene completamente rivitalizzata: artisti che concettualmente non hanno più paura di usare la storia, anzi la portano nella contemporaneità. Jeff Koons lo fa addirittura con questa scultura famosissima del Tempio di Zeus a Olimpia ingigantendola e facendola diventare un gioco di riflessi, una sorta di autoritratto di chi la guarda”.

Jeff Koons, Galansino: "Palazzo Strozzi sarà un contenitore straordinario per le opere dell'artista americano"

VIDEO-Jeff Koons, Galansino: "Palazzo Strozzi sarà un contenitore straordinario per le opere dell'artista americano"

Arturo Galansino, direttore generale della Fondazione Palazzo Strozzi, ha spiegato: “Rispetto alla mostra che si terrà in Palazzo Strozzi, con questa anticipazione siamo partiti dalla fine: la serie Gazing Ball è una delle ultime dell’artista, mentre la mostra fiorentina è un percorso che racconta quarant’anni di carriera con un tema ben preciso. ‘Shine’ vuol dire riflettenza, splendore, ma anche con un accento sull’apparenza e sull’essenza, tipico del discorso concettuale dell’artista americano. Sarà un momento importante per spiegare un grandissimo artista forse ancora non ben capito”.

“Firenze è la città della storia dell’arte, quale luogo migliore per celebrare un grande artista? Soprattutto se riflettiamo sull’influenza che l’arte classica e moderna ha avuto su Jeff Koons e alle citazioni che l’artista fa del rinascimento e del barocco. Le sale di Palazzo Strozzi, dominate dalla regola aurea e dall’ architettura quattrocentesca, saranno un contenitore straordinario per queste sculture che rimandano al platonismo delle forme”.

La mostra Jeff Koons. Shine si terrà a Palazzo Strozzi a Firenze dal 2 ottobre 2021 al 30 gennaio 2022 ed è promossa e organizzata da Fondazione Palazzo Strozzi. Sostenitori: Comune di Firenze, Regione Toscana, Camera di Commercio di Firenze, Fondazione CR Firenze, Comitato dei Partner di Palazzo Strozzi. Main Partner: Intesa Sanpaolo.

Presentando il biglietto di ingresso di una delle tre sedi delle Gallerie d’Italia alla biglietteria di Palazzo Strozzi, e viceversa, verrà applicata una tariffa ridotta.

Commenti Scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Giornale d'Italia

Caratteri rimanenti: 400

Articoli Recenti

Più visti

x