Giovedì, 16 Settembre 2021

Seguici su

"La libertà al singolare esiste solo nelle libertà al plurale"
Benedetto Croce

Al via il Salone del Risparmio, Corcos: "Un nuovo ciclo per la nostra industria e per il nostro Paese"

Supporto all'economia reale, sviluppo sostenibile e digitalizzazione: queste le tematiche chiave dell'undicesima edizione. Corcos (Assogestioni): " Abbiamo la responsabilità di accompagnare i profondi cambiamenti a cui abbiamo assistito"

15 Settembre 2021

Al via il Salone del Risparmio, Corcos: "Un nuovo ciclo per la nostra industria e per il nostro Paese"

"Un nuovo ciclo per la nostra industria e per il nostro Paese: questo vuole essere il Salone del Risparmio di quest'anno". Queste le parole con cui Tommaso Corcos, Presidente di Assogestioni, ha salutato la platea dell'undicesima edizione del Salone del Risparmio che prende il via oggi al MiCo di Milano fino al 17 settembre: un'edizione speciale, ibrida e al passo coi tempi, per rispondere alle nuove esigenze dei professionisti dell'industria del risparmio gestito all'indomani della pandemia.

Corcos ha aperto i lavori analizzando gli ultimi cambiamenti epocali, accelerati dalla pandemia di Covid-19, che hanno innescato un'evoluzione della natura dei modelli di business di tutti i settori e del ruolo sistemico del risparmio gestito, ricordando che l'industria "ha retto all'urto dell'epidemia, dando prova di una grande capacità di adattamento e soprattutto continuando a prendersi cura con successo del risparmio che le è stato affidato". E ha ricordato i numeri del mercato italiano del risparmio gestito che "ha evidenziato la propria solidità chiudendo l'anno 2020 con masse in gestione pari a 2.421 miliardi di euro e registrando una raccolta netta complessivamente positiva per circa 15 miliardi. Risultati che si sono ulteriormente rafforzati nell'anno in corso che dopo i primi sette mesi registra una raccolta netta di circa 58 miliardi di euro e un patrimonio gestito di oltre 2.500 miliardi".

 Il Presidente di Assogestioni si è quindi soffermato sul ruolo che può giocare l'industria del risparmio gestito per accelerare la ripartenza del Paese: "Un elemento importante di sviluppo del nostro business è legato al nostro ruolo di ponte tra risparmio privato ed economia reale. Nuove asset class sono entrate nel radar degli investitori e in particolare registriamo un crescente interesse verso i Private Markets. Il Next Generation EU e la declinazione del PNRR con le iniziative di finanziamento saranno di stimolo e di supporto per le profonde trasformazioni industriali che avverranno in Italia. Come industria abbiamo l'opportunità di essere protagonisti del rilancio del nostro Paese e abbiamo la responsabilità di accompagnare questi profondi cambiamenti. In questo ambito un grande contributo può arrivare dai Pir e dai Pir Alternativi".

Qualità e impegno: questi i due concetti base su cui Corcos ha sviluppato il suo intervento: "Qualità dello sviluppo economico, degli investimenti, dei ritorni offerti ai risparmiatori. Nei prossimi mesi dovremo decidere come allocare un'ingente quantità di risorse proveniente dal Next Generation Eu e dalla liquidità che è stata parcheggiata sui conti correnti delle famiglie italiane. Abbiamo la responsabilità di utilizzare questo potenziale per trasformare il nostro modello di crescita rendendolo sostenibile, sia da un punto di vista economico, sia da un punto di vista sociale". E poi l'impegno, richiesto a tutti ma "soprattutto alla classe dirigente del nostro Paese. È necessaria una leadership illuminata, per scegliere la strada giusta da percorrere, che non necessariamente è la più facile o la più popolare".

Salone del Risparmio, Corcos (Assogestioni): “L’industria del risparmio c’è ed è pronta ad accompagnare questo cambiamento del Paese”

VIDEO-Salone del Risparmio, Corcos (Assogestioni): “L’industria del risparmio c’è ed è pronta ad accompagnare questo cambiamento del Paese”

“Contentissimi di essere ripartiti visto che comunque l’anno scorso per ovvi motivi non siamo riusciti a farlo, - afferma a Il Giornale d’Italia Tommaso Corcos,  quindi il fatto che ci fossero così tante persone è un risultato di grande vitalità della nostra industria. I numeri del risparmio gestito sono bellissimi, 57 miliardi nei primi sette mesi dell’anno da un punto di vista della raccolta e soprattutto una grande industria a sostegno di un grande sforzo che il Paese sta facendo di ri-trasformazione del sistema industriale e l’industria del risparmio c’è ed è pronta ad accompagnare questo cambiamento con tutti i protagonisti che abbiamo visto oggi, in questa giornata iniziale dell’undicesimo Salone”.

“Facciamo parte della ripartenza del Paese e non siamo i soli ovviamente, tante industrie che costituiscono la struttura sana del nostro sistema articolato economico. Siamo l’industria che ha fatto molto bene e continua a fare bene, un gruppo di imprese che vuole essere un ponte tra risparmio privato ed economia reale, questo è un altro ruolo che in un contesto economico così complesso è fondamentale che venga svolto e svolto bene.

“L’innovazione è fondamentale per la nostra industria perché comunque ci sono qui delle sfide da diverso tempo e che sono ancora più urgente. Poi c’è anche il tema della sostenibilità su cui puntiamo da tantissimi anni, si tratta di accompagnare gli investimenti pubblici e quelli privati e qui l’Industria del risparmio gestito può fare il suo. I numeri sull’industria sono particolarmente positivi, i risultati venuti, anche da un punto di vista dei ritorni, sono consegnati agli investitori e per cui è un quadro oggettivamente positivo, è chiaro che la nostra industria è molto legata al ciclo economico – conclude Corcos - e questo ci attendiamo che possa continuare così e per cui siamo ragionevolmente ottimisti.”

 Anche l'intervento di Alessandro Rivera, direttore generale del Tesoro, ha delineato il contesto economico e finanziario in cui si muove oggi l'industria dell'asset management e della consulenza: "Il Salone del Risparmio è un momento importante non solo per l'industria del risparmio gestito ma per tutti i partecipanti del mercato finanziario: fondamentale il ruolo di ponte tra finanza e risparmio, crescita, innovazione e creazione di mondi sostenibili, inclusivi e prosperi".

Sul tema della sostenibilità umana e del riconoscimento valoriale delle organizzazioni è intervenuto nel suo keynote speech Frédéric Laloux, uno dei massimi esperti mondiali di organizzazione aziendale e autore del best seller "Reinventing Organizations". Laolux ha ricordato dal palco del Salone del Risparmio quanto "il nostro attuale modello di organizzazione e gestione aziendale, quello che ci viene insegnato nelle business school, non possa più essere considerato valido". E ha aggiunto: "C'è un crescente movimento di organizzazioni che stanno mettendo da parte il loro vecchio modello di gestione e adottano forme di collaborazione veramente produttive, profonde e mirate. È da queste che possiamo imparare".

Salone del Risparmio, Molesini (Assoreti): "La finanza può salvare il mondo"

Salone del Risparmio, Molesini (Assoreti): "La finanza può salvare il mondo"

Paolo Molesini, Presidente di Fideuram e di Assoreti ai microfoni de Il Giornale d'Italia: “Il Risparmio è per l’Italia quello che il petrolio è per i Paesi arabi. È la nostra ricchezza e dobbiamo gestirlo bene sia da un punto di vista economico e questo abbiamo dimostrato di saperlo fare. Le quote di mercato crescenti di Assoreti hanno dimostrato che sappiamo farlo molto bene. Soprattutto, però, dobbiamo gestirlo nel migliore dei modi da un punto di vista di sostenibilità.

Questo è stato l’argomento dello speech di questa mattina. Abbiamo fatto una partnership con Enel Foundation che ci porta le competenze tecniche ed Assoreti grazie alla sua capillarità, alla sua capacità di entrare nelle case degli italiani, abbiamo ormai 25 mila consulenti con 5 milioni di clienti e più di 750 miliardi di masse gestite. Siamo importanti nel Paese e siamo in grado di creare cultura anche su questo punto.

Sostenibilità e investimento è un connubio che si può e si deve fare. Abbiamo l’occasione oggi che la finanza salvi il mondo. Siamo stati accusati delle peggiori cose, delle peggiori crisi e di aver rovinato ma ora, per una volta, finalmente la finanza può salvare il mondo. E noi come Assoreti partecipiamo alla sfida e faremo alla nostra parte.

Salone del Risparmio, Serafini (Fideuram): “La finanza si sta trasformando il Covid è stato un processo di accelerazione incredibile”

VIDEO - Salone del Risparmio, Serafini (Fideuram): “La finanza si sta trasformando il Covid è stato un processo di accelerazione incredibile”

“Al Salone del Risparmio abbiamo invitato due imprenditori ultra-high net worth individual e dall’altra parte sono imprenditori che chiamiamo di nuova generazione- spiega a Il Giornale d’Italia Gianluca Serafini, Ad e dg Fideuram asset management sgr - che vedremo far parte probabilmente ai grandi indici azionari globali tra qualche anni, ma sono quelli che sono anche molto concentrati nel loro core business e delegano a noi come Private banking la volontà di gestire il proprio patrimonio sia personale che aziendale.”

“La finanza si sta molto trasformando il Covid è stato un processo di accelerazione incredibile da questo lato e poi ci sono le nuove generazioni, quindi anche noi come operatori del Private banking e dell’asset management dobbiamo assolutamente accogliere questo linguaggio per gestire il passaggio generazionale che sta arrivando.”

Su cosa consigliare ad un giovane investitore Serafini risponde: “Direi di guardare sempre al medio e lungo periodo visto che parliamo di un ragazzo giovane perché in quel modo si può costruire anche una redditività futura e continuare a risparmiare anche investendo e prendendo qualche rischio in più nel medio e lungo periodo.”

Salone del Risparmio, Fontana Rava (Banca Mediolanum): "PIR, strumento naturale per cogliere l'opportunità della ripresa economica"

VIDEO-Salone del Risparmio, Fontana Rava (Banca Mediolanum): "PIR, strumento naturale per cogliere l'opportunità della ripresa economica"

Edoardo Fontana Rava, direttore sviluppo prodotti e modello di business di Banca Mediolanum, ha spiegato a Il Giornale d'Italia: "Parlare di PIR vuol dire parlare di economia. Basta sottolineare i risultati economici che stiamo vedendo in questo momento: recentemente il Ministro dell'Economia Franco ha parlato di un attesa relativamente al PIL per la fine dell'anno tra il 5.8% e il 6%, un dato assolutamente inimmaginabile all'inizio dell'anno. Il secondo trimestre del 2021 ha fatto registrare un valore di crescita nettamente superiore alla media europea. Siamo al Salone del Risparmio, è appena terminato il Salone del Mobile, forse il primo grande evento di caratura nazionale in Italia, che ha fatto registrare un numero alto di partecipanti.

"Un'economia che cresce quindi, che ha ancora un potenziale di crescita importantissima. I PIR sono lo strumento più naturale per cogliere questa opportunità. Sono nati nel 2017 ma mantengono tutta la forza e la validità che avevano allora: puntare sull'economia, poter investire in maniera trasversale e rendere accessibile questa opportunità a tutti gli investitori con il duplice obiettivo di fornire fonti di finanziamento e di accesso di capitale alle aziende, e di far beneficiare i clienti di quello che è l'apprezzamento del capitale"

"Sono nati nel 2021 anche i PIR alternativi, uno strumento complementare che permette di investire in maniera mirata nelle PMI non quotate. In secondo luogo consentono di far accedere un numero maggiore di investitori ai private market. Due strumenti complementari che è opportuno siano presenti in tutti i portafogli come elemento di diversificazione e come quota naturale del mercato domestico di un investitore".

Salone del Risparmio, Scolletta (Allianz Global Investors): "Sostenibilità, tema del futuro"

VIDEO-Salone del Risparmio, Scolletta (Allianz Global Investors): "Sostenibilità, tema del futuro"

"Basta fare un giro tra gli stand per capire che il tema del futuro è quello della sostenibilità. Per fortuna e finalmente l'industria del risparmio gestito si sta orientando in maniera concreta verso il tema della sostenibilità che è qualcosa verso cui tutti dovremmo prestare maggiore attenzione, non solo dal punto di vista dell'ambiente ma anche per ciò che riguarda il tema della finanza", spiega a Il Giornale d'Italia Michele Scolletta, Managing Director di Allianz Global Investors.

"La sostenibilità pone un tema perlomeno duplice: da un lato la sostenibilità degli investimenti che viene attuata attraverso la corretta pianificazione. Poi c'è la sostenibilità in senso lato che riguarda l'ESG. Solamente attuando dei criteri di scelta volti a verificare se le aziende inserite all'interno dei portafogli siano aderenti a principi di risk management che possono portare a risultati di rendimento, potremmo dire di aver attuato qualcosa di sostenibile e duraturo nel tempo. L'industria sta andando in questa direzione e noi siamo pionieri in investimenti ESG".

Salone del risparmio 2021, Domenico Loizzi (Consultinvest): "La visione di economia reale ci vedrà protagonisti"

VIDEO-Salone del risparmio 2021, Domenico Loizzi (Consultinvest): "La visione di economia reale ci vedrà protagonisti"

"E' un evento importante, la ripartenza che tutti ci aspettavamo e crediamo che deve esserci un nuovo inizio di un grande percorso. La scorsa settimana abbiamo avuto il Salone del Mobile e si è visto traffico in città. Poi siamo nella vetrina del Salone del Risparmio, un evento di formazione molto importante, evento in cui le novità del settore emergono e per noi, gruppo storico e in grande evoluzione, esserci è un onore". Queste le parole di Domenico Loizzi, Area Business Consultinvest, a Il Giornale d'Italia, in occasione del Salone del Risparmio 2021.

"Siamo in un processo di crescita importante sia dal punto di vista dei prodotti sia dal punto di vista di società. Siamo in una fase di aggregazione di tanti progetti che stiamo portando avanti da più anni. Quale sarà il progetto dell'autunno? La visione di economia reale ci vedrà protagonisti. Porteremo questo anche alla platea dei nostri consulenti finanziari, non solo dei clienti professionali. Cercheremo di allargare questo anche alla clientela privata, portare alla clientela privata le eccellenze italiane tramite fondi di private debt, fondi di private equity, fondi dal punto di vista immobiliare, tutto questo da integrare nel sistema di fondi, gestioni e consulenza che diamo già ai nostri consulenti finanziari.

Essendo piccoli e molto flessibili abbiamo reagito al covid in maniera egregia, negli ultimi mesi abbiamo registrato i migliori risultati del gruppo negli ultimi 10 anni. Una società di 100 dipendenti dedita allo smart working, dal 9 marzo 2020 eravamo tutti in smart working, tutti i consulenti abilitati all'operatività fuori sede, non c'era la necessità dell'incontro fisico. Ci bastava un sms per portare avanti le consulenze finanziarie. 

Dobbiamo cambiare usi e costumi in maniera repentina, ci dobbiamo abituare tutti e crediamo che possa essere un processo lungo. Speriamo che dal punto di vista pandemico abbiamo limitato il fenomeno attraverso le vaccinazioni, però tutto ciò deve portarci ad accettare cambiamenti ed evoluzione".

Salone del Risparmio, Zani (Tendercapital) : "Siamo qui per parlare di inclusività con Bignardi e Marcuzzi"

VIDEO-Salone del Risparmio, Zani (Tendercapital) : "Siamo qui per parlare di inclusività con Bignardi e Marcuzzi"

Al Salone del Risparmio si è tenuto l'incontro "Capitane coraggiose" promosso da Tendercapital, sul tema gender equality con Daria Bignardi e Alessia Marcuzzi. 

Moreno Zani, Presidente di Tendercapital ci ha raccontato l'iniziativa: "Abbiamo organizzato qui al Salone del Risparmio una conversazione tra Daria Bignardi e Alessia Marcuzzi per parlare di inclusività. E' un elemento fondamentale dei famosi ESG, ma noi pensiamo che la parte 'S' sia quella che oggi va più attenzionata. L'inclusività è un tema che trattiamo da tempo, anche nei rapporti che sviluppiamo ogni anno con il Censis e che presentiamo al Senato. Ci sembrava giusto portare qui due donne di successo che possano parlare di cosa sia l'inclusione e cosa significhi avere successo in un mondo che era dominato dagli uomini".

Salone del Risparmio, Alberici (Generali): “Sostenibilità e innovazione oggi sono centrali all’interno del dibattito sugli investimenti”

VIDEO - Salone del Risparmio, Alberici (Generali): “Sostenibilità e innovazione oggi sono centrali all’interno del dibattito sugli investimenti”

“Siamo fermamente convinti che alla luce di quello che abbiamo vissuto negli ultimi 18 mesi il tema della sostenibilità e dell’innovazione siano più che mai oggi centrali all’interno del dibattito sugli investimenti. Come gestore del risparmio – afferma a Il Giornale d’Italia Gabriele Alberici, Head of Sales Italy di Generali Investments - stiamo cogliendo una nuova sensibilità da parte degli investitori e anche una maturità diversa su queste tematiche, c’è una forte attenzione e crediamo che noi come industria dobbiamo giocare un ruolo assolutamente primario per indirizzare da una parte gli investimenti verso soluzioni che possano offrire sia rendimenti finanziari eccellenti, ma anche extra finanziari altrettanto buoni. Dall’altra parte poi ci deve essere una nuova consapevolezza del ruolo che dobbiamo giocare come operatori nell’indirizzare le risorse verso situazioni che possono avere un impatto positivo e duraturo per costruire il futuro nostro e dei nostri figli.”

Salone del Risparmio, Salvetta (Gruppo Cassa Centrale): “Il nostro ruolo è aumentato anche all’interno della socialità”

VIDEO - Salone del Risparmio, Salvetta (Gruppo Cassa Centrale): “Il nostro ruolo è aumentato anche all’interno della socialità”

“Le nostre banche sono banche del territorio, il nostro ruolo è quello di fare banca ma in una modo nuovo che è poi la nostra storia – dichiara a Il Giornale d’Italia Enrico Salvetta Vice direttore generale e direttore finanza del Gruppo Cassa Centrale - quindi essere presenti e aiutare chi ha bisogno, la piccola media impresa e soprattutto i problemi che dobbiamo affrontare e che il Covid ha un po’ accentuato. Quindi il nostro ruolo è aumentato anche all’interno della socialità, qui i temi SG, della Governance, della presenza, della socialità e nell’aiutare chi non sta bene e farlo in un modo tipico della nostra storia e credo che sia quello che ci distingue rispetto agli altri Gruppi, che pur facendo il loro dovere, noi lo facciamo in una maniera un po’ vecchia ma sempre attuale, perché il bisogno è lo stesso che avevamo agli inizi del ‘900 ma che con il Covid, queste malattie e la precarietà il ruolo delle BCC sta uscendo in maniera molto forte e preponderante.”

“Per noi parlare di SG che è un po’ la nostra natura da cui siamo nati l’abbiamo sempre fatto. Bilanci sociali, territorialità e l’aspetto della finanza dove si fa la scelta delle aziende migliori che portano avanti questi valori, credo che sia per Cassa Centrale una cosa che non è partita come una questione di moda, ma era una cosa che dovevamo fare perché ci veniva anche abbastanza bene. Un percorso questo che abbiamo iniziato negli anni 2000 e ora abbiamo anche delle masse molto interessanti e credo che proprio questo tema di cui parleremo nel nostro convegno sia sinceramente attuale. Parleremo delle SDGs – conclude Salvetta - quindi dei target ONU e già i nostri fondi coprono queste esigenze e già questo ci sembra una cosa molto importante.”

Commenti Scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Giornale d'Italia

Caratteri rimanenti: 400

Articoli Recenti

Più visti

x