Mercoledì, 25 Maggio 2022

Seguici su

"La libertà al singolare esiste solo nelle libertà al plurale"
Benedetto Croce

Chi è Giuliano Ferrara, malattia, figli, moglie, dove vive: perchè è dimagrito

Giuliano Ferrara è un noto giornalista: ecco moglie figli, malattia. La notizia del ricovero per infarto sta tenendo in apprensione tutta l'Italia

28 Gennaio 2022

Giuliano Ferrara

Giuliano Ferrara (foto LaPresse)

Giuliano Ferrara è un giornalista, conduttore televisivo e politico italiano: scopriamo chi è, malattia, figli, moglie, dove vive. Negli ultimi tempi era dimagrito e tutti erano in apprensione per lui. Negli ultimi minuti gli italiano lo sono ancora di più per la notizia di un suo ricovero d'urgenza. Il giornalista è in rianimazione cardiologica dopo aver avuto un infarto. Le sue condizioni sono molto gravi.

Chi è Giuliano Ferrara

Il giornalista è nato a Roma il 7 gennaio 1952. Non ha solo seguito la carriera giornalistica, ma è anche stato politico. Dal 1989 al 1994 è stato europarlamentare per il Partito Socialista Italiano. Poi è diventato Ministro per i rapporti con il Parlamento del primo Governo Berlusconi fino al 1995.

Ha fondato nel 1996 il quotidiano Il Foglio, di cui è stato direttore. Ferrara è anche ex editorialista de Il Giornale.

Vita privata: moglie e figli

Giuliano Ferrara è sposato con la scrittrice statunitense naturalizzata italiana Anselma Dell'Olio. Lei è diventata sua moglie nel 1987. Della vita privata del giornalista si sa davvero poco. Lui è molto riservato.

Biografia: le origini ebraiche

Ferrara è nato in una famiglia antifascista. Ha origini ebraiche da parte di padre. Il giornalista è figlio del senatore comunista Maurizio Ferrara. La madre era Marcella De Francesco, partigiana gappista e segretaria particolare di Togliatti. Suo nonno era Mario Ferrara, avvocato di ispirazione liberale attivo in politica. Lui aveva difeso attivisti antifascisti di fronte al Tribunale Speciale per la sicurezza dello Stato. Era stato anche editorialista de Il Mondo di Mario Pannunzio e del Corriere della Sera.

Dal 1958 al 1961 ha vissuto a Mosca, dove la famiglia si era trasferita per il lavoro del padre. Quest'ultimo in quel periodo era corrispondente de l'Unità. Una volta tornato in Italia, Giuliano Ferrara si è diplomato al Liceo Classio "Lucrezio Caro" di Roma. da quel momento si è avvicinato alla politica da contestatore sessantottino.

L'esperienza da cantante

Verso la fine degli anni Sessanta, Giuliano Ferrara ha partecipato come corista nella prima opera rock realizzata in Italia, Then an Alley di Tito Schipa Junior. Le musiche scelte erano quelle di Bob Dylan.

Carriera

Giuliano Ferrara diventa responsabile del coordinamento provinciale FIAT per il Partito Comunista Italiano di Torino nel 1973.Inizia a scrivere sul quindicinale Nuova società. Sempre per il PCI torinese, diventa nel 1977 responsabile del settore scuola e cultura. Nel 1980 viene eletto consigliere comunale nel capoluogo piemontese. Nel mese di dicembre dello stesso anno diventa capogruppo comunista.

Ferrara inizia a collaborare con il settimanale L'Espresso. In quel periodo critica il PCI come "migliorista". Viene avvicinato dal Partito Socialista Italiano tramite Claudio Martelli. Questi era intenzionato ad assorbire tutti gli amendoliani torinesi fuoriusciti negli ultimi anni dal PCI[. Giuliano Ferrara negò le voci di un suo approdo al PSI. Sottolineò però che "le scelte di fondo di Craxi e dei socialisti come le più giuste per il Paese e per la sinistra".

Nel 2003 Ferrara dichiarò di essere stato confidente retribuito della CIA, a metà degli anni ottanta. Nel momento della confessione ci fu molto caos per una azione disciplinare promossa nei suoi confronti presso l'Ordine dei giornalisti. L'intento era valutare la compatibilità tra la professione e la collaborazione con un servizio segreto. L'azione però non ebbe seguito per prescrizione e perchè all'epoca dei fatti Ferrara non era un giornalista professionista.

Giuliano Ferrara in televisione

Giuliano Ferrara debuttò in Tv il 10 novembre 1987 su Rai 3 con Linea rovente. Successivamente lavorò per Rai 2 nel programma Il testimone. Nel 1989 il giornalista si trasferisce in Fininvest e conduce su Canale 5 Radio Londra. Per la stessa rete iniziò a condurre anche Il gatto.

Fu eletto successivamente europarlamentare del PSI. Poi ritornò però su Canale 5 con Radio Londra nel 1991. La sua carriera in tv lo porta anche su Italia 1 con L'istruttoria. In questo programma il giornalista esprimeva le sue posizioni critiche nei confronti delle inchieste della magistratura sul cosiddetto caso Tangentopoli.

Ministro del primo governo Berlusconi

Nel periodo dell'ascesa di Silvio Berlusconi e di Forza Italia, Giuliano Ferrara lasciò il PSI ormai in disfacimento. Assunse la carica di Ministro per i rapporti con il Parlamento del primo governo Berlusconi.

Il Foglio

Nel gennaio del 1996 fondò il quotidiano Il Foglio. Fu direttore fino al 2015. Nel 1996 venne nominato direttore del settimanale Panorama. Non lasciò però la direzione del Foglio. All'interno della redazione di Panorama ci furono però molte tensioni. Subito dopo il suo insediamento fu sfiduciato. Ferrara diede le dimissioni e si dedicò solo alla direzione de Il Foglio.

Seguici su

Commenti Scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Giornale d'Italia

Caratteri rimanenti: 400

Più visti

x