Giovedì, 26 Maggio 2022

Seguici su

"La libertà al singolare esiste solo nelle libertà al plurale"
Benedetto Croce

Perchè si regala la Mimosa per la Festa della donna: significato del simbolo

La Mimosa per la Festa della donna è un simbolo tutto italiano: la scelta è attribuita a Teresa Mattei, Teresa Noce e Rita Montagnana

07 Marzo 2022

Mimosa

Mimosa (foto Pixabay)

La Mimosa è il simbolo della Festa della donna: perchè viene regalata proprio l'8 marzo e qual è il suo significato. Si tratta di un fiore dal colore giallo intenso e dal profumo inconfondibile. La scelta è attribuita alle femministe ex-partigiane Rita Montagna, Teresa Mattei e Teresa Noce. Un forte valore simbolico era però già attribuito a questi piccoli pallini gialli all'epoca degli Indiani d'America. La scelta di regalare la Mimosa nella Giornata internazionale delle donne ha radici nella storia e riguarda tutte le conquiste sociali, politiche ed economiche raggiunte dal sesso femminile.

Perchè si regala la Mimosa per la Festa della donna

In Italia si tratta di un'usanza molto sentita e sempre rispettata. Perchè si usa proprio questo fiore l'8 marzo? Perchè è diventato il simbolo della Festa della donna? La Mimosa fiorisce proprio in questo periodo, ma alla base dell'usanza ci sono altre ragioni.

La Giornata internazionale della Donna viene festeggiata in quasi tutto il mondo, ma solo nel nostro Paese viene usato questo coloratissimo fiore. Dietro a questa tradizione ci sono motivazioni storiche, economiche e simboliche.

Il fiore fu utilizzato per la prima volta l'8 marzo 1946 da tre membri dell’Unione Donne Italiane. Loro sono Rita Montagnana, moglie di Palmiro Togliatti, Teresa Noce e Teresa Mattei. Alla fine della Seconda guerra mondiale la mimosa era uno dei pochi fiori che riuscivano a spuntare, diffondendo il profumo in tutte le vie. Inoltre era molto economica. Tutti potevano permettersi il rametto.

Al termine di una riunione, le tre donne decisero che quei bellissimi fiorellini gialli sarebbero stati il simbolo delle donne. Un simbolo da regalare alle persone di sesso femminile nella giornata a loro dedicata.

Il significato della Mimosa seconda la leggenda

La festa della donna ha una storia ben precisa. Tradizionalmente è legata all'incendio di una fabbrica di camicie Cotton o Cottons a New York. Quel giorno, l'8 marzo 1908, persero la vita moltissime operaie. La leggenda racconta che accanto alla fabbrica andata in fiamme c'era un albero di mimose. Proprio per questo sarebbe stato scelto questo fiore come simbolo ufficiale della festa dedicata alle donne.

In Italia però il significato e la tradizione sono diversi e, come abbiamo anticipato, hanno al centro le figure di tre donne. “La mimosa era il fiore che i partigiani regalavano alle staffette", spiegò Teresa Mattei. "Mi ricordava la lotta sulle montagne - disse ancora - e poteva essere raccolto a mazzi e gratuitamente”. Prima di morire nel 2013 a 92 anni, la donna rivelò: “Quando nel giorno della festa della donna vedo le ragazze con un mazzolino di mimosa penso che tutto il nostro impegno non è stato vano”.

Il simbolo delle donne

Sembra che questa tradizione fosse in uso giù durante il fascismo. Nei luoghi di lavoro, in particolare nelle fabbriche, le donne usavano regalarsi i rametti di Mimose in modo "non ufficiale". Solitamente qualcuno portava un grosso ramo e ogni persona nel prendeva qualche fiorellino per regalarlo ad una collega.

Questo simbolo aveva un significato ben preciso. Rappresentava la vicinanza tra donne e la solidarietà tra chi lottava insieme per ottenere diritti che all'epoca non erano riconosciuti. Guardando anche la composizione del fiore, c'è chi dice che i tanti pallini rappresentano numerose singolarità che insieme formano un collettivo.

Perchè fu scelta davvero la Mimosa: il fiore delle donne inizialmente era un altro

La Mimosa è il fiore tipico della festa della donna da anni. Sembra però che inizialmente il fiore scelto per celebrazione del sesso femminile fosse la violetta. Questa rappresentava la sinistra europea. Le tre donne dell’Udi però decisero di optare per un altro simbolo per diversi motivi. Innanzitutto la violetta era difficile da trovare. Poi era piuttosto costosa.

Curiosità sulla Mimosa

La mimosa è un fiore giallo, molto profumato, originario dell’Australia. Cresce molto bene anche in Europa dove trova un clima ideale per nascere e svilupparsi. Sboccia sempre a fine inverno, poco prima della primavera, regalando molta vivacità e allegria. Anticipa infatti le giornate soleggiate delle stagioni più calde, spezzando il grigiore tipico dell'inverno.

Come abbiamo detto all'inizio del nostro articolo, questi bellissimi pallini gialli avevano un forte valore simbolico anche per gli Indiani d’America secoli fa. I fiorellini gialli della mimosa significavano forza e femminilità.

Seguici su

Commenti Scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Giornale d'Italia

Caratteri rimanenti: 400

Più visti

x