Lunedì, 18 Ottobre 2021

Seguici su

"La libertà al singolare esiste solo nelle libertà al plurale"
Benedetto Croce

Le femmine di polpo lanciano oggetti ai partner se le infastidiscono

Un nuovo studio sul comportamento dei polpi ha rivelato una dinamica di coppia per alcuni molto familiare...

05 Ottobre 2021

Polpo

Fonte: Unsplash

Le femmine di polpo lanciano oggetti agli esemplari maschi quando questi le infastidiscono. A confermarlo è una recente ricerca proveniente dagli Stati Uniti che ha analizzato il comportamento di uno degli animali più intelligenti della fauna marina. A fronte di dinamiche di coppia invasive, le femmine di polpo hanno risposto lanciando piccoli oggetti nei confronti del partner per difendersi e allontanarli.

Le femmine di polpo lanciano oggetti ai maschi per non farsi molestare

Se già avevate in simpatia l'animale marino più scaltro dei fondali, il polpo, preparatevi ad amare ancora di più le componenti femmine della specie. Un recente studio pubblicato negli Stati Uniti (e attualmente ancora soggetto a revisione da parte dei colleghi accademici) e condotto sui polpi australiani, ha riscontrato un comportamento aggressivo da parte delle femmine di polpo nel momento in cui i maschi le infastidivano o tentavano di molestarle sessualmente. 

Lo studio è stato condotto analizzando materiale video e dati statistici collezionati tra il 2015 e il 2016 tramite delle telecamere subacquee posizionate in prossimità di Sidney. Tra i comportamenti analizzati sono stati quelli di coppia a dare i risultati più promettenti. Secondo la ricerca è stato dimostrato che le femmine di polpo lanciavano letteralmente dei piccoli oggetti, da sassolini a pezzi di corallo, ma soprattutto il limo (sabbia granitica), verso i maschi nel momento in cui questi si approcciavano per accoppiarsi. Le femmine della specie, rispondendo alle attenzioni non richieste, sono state viste ingaggiare in comportamenti aggressivi per difendersi dalle molestie indesiderate.

Il polpo femminista: come individuarlo

Il polpo femminista ricorre dunque al lancio di oggetti per difendersi dai maschi insistenti, e non in modo sporadico, ma consistente e andando dritto al sodo. Come riportato all'interno dello studio, "una sola femmina di polpo ha lanciato materiali in sua prossimità 10 volte, 5 di queste hanno colpito il maschio nelle sue vicinanze che aveva provato più volte ad accoppiarsi con lei". Conchiglie, sassolini, coralli e chi più ne ha più ne metta, le femmine di polpo fanno di tutto per difendersi dai maschi finché non hanno trovato quello che più le aggrada.

Ma non finisce qui. In alcuni casi il comportamento è stato riscontrato anche tra femmine, soprattutto nell'eventualità in cui uno dei due polpi dovesse difendere il proprio nido. Lanciare cose in preda a una furia aggressiva sembra dunque essere uno dei tanti strumenti di espressione di questa specie animale, che nel suo essere intelligente e determinato ricorda molto alcune coppie di umani.

Difendersi dai maschi, difendere il proprio territorio. Eppure il lancio della conchiglia potrebbe avere implicazioni molto più umane che animalesche. "La funzione sociale più plausibile di questo comportamento è associata all'aggressione maschile", cita lo studio "ma un'altra possibilità è che il comportamento abbia a che fare con il concetto etologico di dislocamento". Un'interpretazione controversa che vedrebbe l'aggressività come risposta direttamente proporzionale all'eccitazione sessuale. In altre parole "gli animali sessualmente attivi e frustrati potrebbero rispondere con comportamenti aggressivi diretti ad altri individui, proprio come metodo di rilascio dell'eccitazione". Che si tratti di amore o difesa contro le molestie, le femmine di polpo hanno reso chiara una cosa: non avvicinarti senza consenso, o potresti trovarti con un bernoccolo in testa.

Commenti Scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Giornale d'Italia

Caratteri rimanenti: 400

Articoli Recenti

Più visti

x