Mercoledì, 28 Luglio 2021

Seguici su

"La libertà al singolare esiste solo nelle libertà al plurale"
Benedetto Croce

Premio Attrattività Finanziaria 2021 a Enel e Dompé. Crisostomo: "Sulla strada della sostenibilità non si può restare da soli"

Michele Crisostomo a Il Giornale d'Italia: "Sulla strada della sostenibilità non si può restare da soli. Dare consigli, porsi come punto di riferimento e fare in modo che si possa indicare la strada, anche con piani molto concreti che agevolino le PMI ad avere un maggiore accesso al credito più vantaggioso"

12 Luglio 2021

Premio Attrattività Finanziaria 2021 a Enel e Dompé

Si è svolta oggi a Palazzo Mezzanotte di Borsa Italiana la cerimonia di consegna del Premio Attrattività Finanziaria 2021, il riconoscimento – giunto alla quarta edizione – rivolto alle imprese, quotate e non quotate, che presentano caratteristiche di eccellenza quanto a trasparenza, governance e capacità di attrarre risparmio privato per lo sviluppo e la crescita.

Premio Attrattività Finanziaria 2021 a Enel e Dompé

Il Premio Attrattività Finanziaria, istituito nel 2018 da Eccellenze d’Impresa, Arca Fondi Sgr, GEA e Harvard Business Review Italia, con il patrocinio di Borsa Italiana, ha come obiettivo la valorizzazione delle eccellenze della piccola e media impresa italiana.

Il regolamento del Premio prevede l’assegnazione del riconoscimento a due categorie di imprese: aziende quotate e aziende non quotate. Aperto a tutte le aziende italiane e straniere attive in Italia, senza alcun limite di dimensione o settore, il Premio ha l’obiettivo di assegnare il riconoscimento ad aziende solide sotto il profilo reddituale, con alta capacità di investimento e innovazione e soprattutto in grado – grazie a una governance corretta e trasparente – di attrarre capitali finanziari per la crescita.

Per la categoria quotate il Premio Attrattività Finanziaria 2021 è stato assegnato a Enel con la seguente motivazione: “perché è una utility integrata, dalla generazione al consumatore finale. L’Italia rappresenta solo il 40% dell’EBITDA, la parte rimanente deriva principalmente da Spagna (20%) e Sud America (30%). Enel è il più grande player al mondo nelle rinnovabili per capacità installata (49 GW). La società si è impegnata a ridurre notevolmente le emissioni fissando dei target al 2030, 120GW in nuova capacità installata da rinnovabili e riduzione delle emissioni di CO2 dell’80% rispetto al 2017”.

Enel, Michele Crisostomo: "Integrazione e sostenibilità all'interno della strategia aziendale"

"E' possibile fare attrattività finanziaria nel momento in cui ci si pone come punto di riferimento e per un'azienda grande come la nostra questo corrisponde ad un senso di responsabilità che avvertiamo verso tutto il sistema. Significa fare in modo che si indichi una strada affinché anche gli altri seguano quella strada. Oggi il percorso va dritto nel senso della sostenibilità, dell'integrazione, della sostenibilità all'interno della strategia aziendale. Ci piace essere attrattivi". Così Michele Crisostomo, Presidente del Consiglio di Amministrazione di Enel, a Il Giornale d'Italia, in occasione del Premio Attrattività Finanziaria 2021.

"Sulla strada della sostenibilità non si può restare da soli. Dare consigli, porsi come punto di riferimento e fare in modo che si possa indicare la strada, anche con piani molto concreti che agevolino le PMI ad avere un maggiore accesso al credito più vantaggioso. Tutto questo è parte del nostro modo di essere sostenibili con una ricaduta e con un riflesso immediato sulle PMI che fanno parte della nostra filiera.

E' possibile conquistare l'Europa facendosi carico di valori positivi, di valori che diano il senso della squadra. Pensiamo alle filiere europee, pensiamo al fatto che non si può su tematiche complesse, come il tema del fotovoltaico e lo sviluppo delle rinnovabili, al fatto che la transizione energetica tocca tutti i settori, al tema dell'idrogeno. Si fa squadra pensando che ogni progetto corrisponde ad un certo disegno dell'Europa, che è quello che vogliamo, postula necessariamente una collaborazione tra imprese e tra paesi. Questo il segreto per cui dalla squadra possa nascere il perseguimento di un obiettivo comune in modo che si arrivi dove tutti vogliamo arrivare.

Questo premio ci rende molto orgogliosi, è un riconoscimento a ciò che i colleghi fanno ogni giorno nel senso di aggiungere passo dopo passo al cammino della sostenibilità. Il premio rappresenta un riconoscimento al nostro ruolo, a quel senso di responsabilità di essere il punto di riferimento per tutto il sistema delle imprese che ci sta intorno. Ed è dunque ancora più apprezzato alla luce del fatto che c'è una strategia, c'è un mercato che ci premia. Questo è un simbolo che accogliamo con orgoglio, e parlo a nome di tutti i dipendenti", conclude.

Sergio Dompè a Il Giornale d'Italia: "E' stato un anno terribilmente difficile e insieme pieno di sfide"

"Una premiazione fa sempre piacere. In questo caso siamo stati presi ad esempio di tante aziende come la nostra che svolgono un ruolo nell'ambito dell'innovazione per le scienze della vita, per la salute. Ritengo che questo sia un riconoscimento che non può che far piacere per i tantissimi che svolgono senza premi l'attività di servizio all'avanzamento delle conoscenze nell'ambito della salute. E' stato un anno terribilmente difficile e insieme pieno di sfide. Queste le parole di Sergio Dompè, presidente di Dompè e chair della Task force Health & Science del B20, a Il Giornale d'Italia, in occasione del Premio Attrattività Finanziaria 2021.

 

illimity Bank, Corrado Passera: "Crescere anche in momenti difficili come questo"

"Oggi si parla di aziende che hanno avuto la capacità di attirare capitale, capitale anche di terzi, di andare in borsa, di saper giocare tutte le carte per crescere in maniera ambiziosa. La regola è sempre la stessa: fare buoni risultati, scegliere la propria strategia nel modo giusto, avere le giuste persone e perseguire questi obiettivi con grande costanza". Queste le parole di Corrado Passera, Amministratore Delegato di illimity Bank, a Il Giornale d'Italia, in occasione del Premio Attrattività Finanziaria 2021.

"Qui abbiamo il meglio del meglio, che dimostra che si può crescere anche in momenti difficili come sono stati gli ultimi anni. Tutti devono fare la propria parte, anche le banche nel dare credito alle imprese che hanno le potenzialità per diventare eccellenti ma magari sono trascurate dal mondo finanziario, il mondo della borsa che deve facilitare la loro quotazione, il regolatore che deve premiare chi ha il coraggio di aprire il proprio capitale. 

Esiste un grandissimo mondo in Italia, che è quello delle aziende medio piccole. Non sempre perfette, ma che dentro di loro hanno il potenziale per crescere, per rilanciarsi se hanno avuto problemi e per aprire il proprio capitale. Con illimity abbiamo scelto di offrire questo servizio di capital market alle aziende che hanno secondo noi il potenziale per farlo e abbiamo subito portato in borsa la prima azienda e a breve porteremo la seconda.

L'Europa è il nostro campo di gara principale, anche se l'Italia si sta dimostrando capace di operare anche in posti più lontani. La regola per crescere sui mercati internazionali è sempre la stessa: efficienza e innovazione, capacità di operare anche in paesi diversi dal proprio. La vittoria di ieri sera ci dice che quando si sanno mettere insieme talenti, e in Italia ce ne sono tanti, si sa guardare lontano e ci si sa allenare con costanza e si impara a lavorare insieme, anche i concorrenti più difficili si riescono a battere", conclude.

Emma Marcegaglia a Il Giornale d'Italia: "Focus su innovazione e competitività"

 

Le parole di Emma Marcegaglia a Il Giornale d'Italia in occasione del Premio Attrattività Finanziaria 2021:

"Lo strumento finanziario è un elemento fondamentale per lo sviluppo di un'azienda, soprattutto in un momento come questo, dove stiamo vivendo una ripresa anche più forte di quello che pensavamo, processi di acquisizione possibili, le aziende italiane stanno andando bene. Per continuare a crescere ed essere competitivi è importante sfruttare tutte le possibilità che i vari strumenti finanziari danno. Dalla borsa all'emissione di bond, al private equity. Siamo qui per ribadire che il binomio innovazione in generale e innovazione finanziaria sono fondamentali e devono andare di pari passo.

Importante che le grandi imprese aiutino i loro fornitori e i loro clienti, magari con pagamenti più brevi o più lunghi a seconda delle necessità. Io credo che la catena del valore diventi molto importante, ed è anche nell'interesse delle grandi aziende avere fornitori e clienti forti in modo che tutto il settore possa esprimere innovazione e competitività", conclude.

 

Frescobaldi, Andrea Orsini: "Puntare alla tradizione ma guardare al futuro"


 

"Penso che la via sia sempre quella di guardare un po' al passato e un po' al futuro. Il passato è la tradizione e per un'azienda agricola la tradizione è l'esperienza, è risolvere i problemi, migliorare e capire quale può essere la vocazione migliore per un terreno, è l'intuizione umana. Però poi serve anche lo sguardo al futuro e per riuscire a portare in goal i propri obiettivi c'è bisogno anche di un sistema economico finanziario forte. Credo che Frescobaldi sia stata capace di avere sempre uno sguardo al passato per mantenere forte la tradizione, ma uno sguardo al futuro per andare avanti e per guardare quello che domani sarà il passato". Queste le parole di Andrea Orsini, Global Public Relations & Communications in Marchesi de Frescobaldi, a Il Giornale d'Italia, in occasione del Premio Attrattività Finanziaria 2021.

 

Fondazione Edison, Marco Fortis: "Puntare a grandi investimenti stranieri"

 


"Certamente ci sono strumenti recenti come i PIR che sono stati introdotti e c'è soprattutto la possibilità di attrarre capitali stranieri. E' attraverso grandi investimenti stranieri che si possono avviare nuove attività produttive, è il caso del settore farmaceutico  negli ultimi 15 anni è esemplare. Moltissime multinazionali sono state invogliate a venire in Italia attraverso un patto con il paese. Oggi abbiamo un settore farmaceutico italiano che per due terzi è costituito da filiali di multinazionali straniere che hanno portato occupazione e valori aggiunti". Queste le parole di Marco Fortis, direttore e vicepresidente della Fondazione Edison, a Il Giornale d'Italia, in occasione del Premio Attrattività Finanziaria 2021.

"L'industria 4.0 ha già rappresentato una grandissima rivoluzione, ma non è un processo concluso. In parallelo al PNRR vanno continuate le misure di incentivazione fiscale di investimenti. Alcune di queste misure andrebbero rese più strutturate. Molte PMI ancora non sono arrivate a industria 4.0, già prima della pandemia molte PMI faticavano ad uscire dalla crisi del 2011/2014. Anche le piccole imprese possono digitalizzarsi, automatizzarsi e modernizzarsi. Accanto all'impatto del PNRR è molto importante che il governo potenzi gli investimenti in macchinari, tecnologie, in ricerca e sviluppo e anche strumenti che valorizzano la capacità delle imprese italiane di difendere i nostri marchi", conclude.

Premio Attrattività Finanziaria 2021, a Dompè il riconoscimento per le aziende non quotate

Tra le aziende non quotate il riconoscimento è invece andato a Dompè “perché ha da anni seguito una strategia di internalizzazione di tutte le fasi di sviluppo, produzione e commercializzazione dei farmaci e negli ultimi anni è cresciuta sia attraverso acquisizioni (es. divisione Farma del gruppo farmaceutico Bracco), sia attraverso lo sviluppo interno di nuove divisioni (es. Dompé Primary, divisione dedicata allo sviluppo e alla distribuzione di farmaci etici e di automedicazione)”.

“Internazionalizzazione e innovazione sono le due strategie che possono permettere alle aziende italiane di competere e crescere a livello globale. L’Italia ha molte eccellenze che, se messe a sistema con un approccio di open-innovation, possono creare moltiplicatori importanti. In particolare, nel mondo della salute e della farmaceutica, dove siamo ai primi posti per produzione in Europa, le sinergie create dalla collaborazione pubblico-privato possono portare grandi frutti. Ne è una dimostrazione la nostra piattaforma Exscalate4Cov per l’intelligenza artificiale applicata alla polifarmacologia che vede Dompé capofila di un consorzio di 18 tra le migliori organizzazioni pubbliche e private europee.

Questo tema sarà al centro anche delle raccomandazioni che il B20 offrirà al G 20 presieduto da Mario Draghi il prossimo Ottobre” ha commentato Sergio Dompè, presidente di Dompè e chair della Task force Health & Science del B20.

La giuria del Premio – composta da Giovanna Della Posta, Marco Fortis, Federico Ghizzoni, Raffaele Jerusalmi, Emma Marcegaglia e Corrado Passera – ha anche riconosciuto due menzioni speciali per ognuna delle due categorie andate a Sanlorenzo e Sol per le quotate e ad Alfasigma e Frescobaldi per le non quotate. La cerimonia di consegna del Premio è stata preceduta dalla tavola rotonda “Dopo la crisi sanitaria: strategie e opzioni di investimento per il rilancio delle imprese italiane” nel corso della quale Luigi Consiglio, presidente di GEA, ha sottolineato come: “La potenza del sistema industriale italiano merita attenzione particolare del legislatore per aiutarne il rafforzamento patrimoniale. Pensiamo ad una nuova generazione dei PIR più adatta a mettere il risparmio delle famiglie al servizio dell’impresa. Dal lato delle aziende sarà fondamentale intraprendere il percorso di governance e controllo utili ad accogliere mezzi di terzi. Con questi semplici interventi il tessuto industriale italiano ha tutte le caratteristiche per giocare un ruolo autonomo e vincente nel panorama mondiale”.

Ugo Loeser, Amministratore Delegato di Arca Fondi SGR, ha aggiunto: “Siamo alla vigilia di una fase cruciale  di ripartenza degli investimenti ed individuare eccellenze italiane in grado di competere sui mercati  internazionali sarà sempre più importante. Come gestori abbiamo il dovere di dare il massimo supporto agli investitori privati nel canalizzare i risparmi verso l’economia reale con il duplice obiettivo di supportare le  imprese e di ottenere rendimenti importanti in un contesto perdurante di tassi a zero. Siamo lieti di vedere  che il Premio Attrattività Finanziaria si sta affermando come una vetrina esclusiva per le imprese italiane  vincenti che meritano l’attenzione del mercato e degli investitori”.

Commenti Scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Giornale d'Italia

Caratteri rimanenti: 400

Articoli Recenti

Più visti

x