Venerdì, 27 Maggio 2022

Seguici su

"La libertà al singolare esiste solo nelle libertà al plurale"
Benedetto Croce

Concerto per Milano festeggia dieci anni: torna in piazza Duomo la Filarmonica della Scala e Riccardo Chailly

Domenica 12 giugno 2022 torna l’appuntamento per il grande pubblico in Piazza Duomo senza limitazioni di accesso: una festa della musica per celebrare il decimo anniversario. Maurizio Beretta, presidente della Filarmonica della Scala: "Il decimo anniversario del Concerto per Milano è un traguardo significativo che testimonia ancora una volta il legame dell’orchestra con la città"

11 Maggio 2022

Filarmonica della Scala

Fonte: comunicato stampa

Domenica 12 giugno 2022 alle ore 21.30 la Filarmonica della Scala e il direttore principale Riccardo Chailly tornano a esibirsi in Piazza Duomo per il suggestivo Concerto per Milano. L’appuntamento, realizzato con il Main Partner UniCredit e lo Sponsor Allianz, il sostegno di Esselunga e il Patrocinio del Comune di Milano, segna quest’anno il traguardo della decima edizione e torna in calendario, come da tradizione, all’inizio dell’estate.

Il Concerto per Milano torna ad accendere Piazza Duomo

Doppio anniversario per la Filarmonica che nel 2022 festeggia quarant’anni di attività e ritrova così il grande pubblico senza limitazioni, dopo le due edizioni a capienza limitata tenutesi a settembre a causa dell’emergenza sanitaria. Piazza Duomo ancora una volta diventa palcoscenico sotto le stelle di una grande festa di musica dedicata ai milanesi e non solo: dal 2013 il Concerto per Milano è l’appuntamento gratuito di musica sinfonica più partecipato d’Italia, nelle precedenti edizioni ha visto la presenza di oltre 40.000 spettatori dal vivo e centinaia di migliaia in tutto il mondo grazie alla diretta Tv.

Per festeggiare questa ricorrenza Riccardo Chailly e i musicisti scaligeri impaginano un programma di grande vitalità ed energia, a partire dall’incursione nelle atmosfere della musica spagnola, con l’Interludio e la Danza dal dramma lirico La vida breve di Manuel de Falla e la Rapsodie espagnole op. 54 di Maurice Ravel fino all’omaggio a George Gershwin, con le note celebri ed evocative del suo poema sinfonico Un americano a Parigi e della suite Catfish Row da Porgy and Bess. In apertura di concerto sarà eseguito in prima assoluta Decisamente allegro, il nuovo brano commissionato al compositore Nicola Campogrande in occasione del quarantesimo anniversario dell’orchestra.

Anche quest’anno grazie a Rai Cultura il concerto sarà trasmesso in diretta in Italia su Rai 5 e RaiPlay. Particolare cura sarà riservata alle riprese, con dieci telecamere in HD e l’utilizzo di due telecamere su braccio e di binari aerei che consentiranno di valorizzare al meglio non solo la musica, ma anche lo straordinario contorno di piazza Duomo. Circa 70 persone tra personale tecnico e di regia lavoreranno alla ripresa per festeggiare nel modo migliore il decimo anniversario del concerto trasmesso anche in diretta su Rai Radio 3 a partire dalle 21.15. In collaborazione con RaiCom sarà distribuito in Europa attraverso il Canale Arte e in oltre 20 paesi nel mondo incluso Medio Oriente, Nordafrica (paesi MENA), Giappone e Cina. La regia è affidata a Stefania Grimaldi, la conduzione a Elena Biggioggero e Sandro Cappelletto.

UniCredit, Andrea Orcel: "Concerto per Milano, il nostro impegno è rendere la cultura accessibile a tutti"

VIDEO - UniCredit, Andrea Orcel: "Concerto per Milano, il nostro impegno è rendere la cultura accessibile a tutti"

L’iniziativa si avvale della collaborazione dei Media Partner Class Editori e Zero.eu, del Partner tecnico ATM, per incentivare la partecipazione al concerto utilizzando il trasporto pubblico cittadino lasciando a casa l’auto, e di Sea Aeroporti.

Andrea Orcel, Amministratore Delegato di UniCredit, ha dichiarato: «L’impegno di UniCredit nel sostenere attivamente le nostre comunità in ambito culturale è un riflesso della nostra filosofia. Per questo ci focalizziamo su partnership e sponsorizzazioni selezionate nei diversi paesi in cui operiamo. La nostra collaborazione con la Filarmonica della Scala ha radici consolidate nel tempo e il sostegno al Concerto per Milano in Piazza Duomo, evento simbolo per la città e per l’Italia, ne è un esempio.  È una partnership lanciata nel 2003, che si inserisce perfettamente nella nostra lunga tradizione di sostegno alla cultura, in particolare all’arte e alla musica, come motore di uno sviluppo sociale ed economico sostenibile, in grado di influenzare positivamente le comunità. Sostenere le comunità, infatti, è la ragione stessa della nostra esistenza come banca».

Giacomo Campora, Amministratore Delegato di Allianz, commenta: «L’impegno di Allianz per l’arte, la grande musica e la città di Milano ci vede anche quest’anno al fianco della Filarmonica della Scala e del Comune di Milano, insieme ad UniCredit, Esselunga e altri partner. Per il decimo anno consecutivo il Concerto per Milano regalerà ai milanesi e a tutti gli appassionati nel mondo una serata unica, grazie come sempre alla magia che la bacchetta del Maestro Chailly e gli orchestrali della Filarmonica sanno creare nella straordinaria cornice di Piazza del Duomo».

Roberto Selva, Chief Marketing & Customer Officer di Esselunga, commenta: «Siamo orgogliosi di dare il nostro sostegno al Concerto per Milano della Filarmonica della Scala, prestigiosa istituzione simbolo del fervore culturale cittadino, che tutto il mondo riconosce e apprezza. Il Concerto per Milano ha la capacità di accendere il cuore della nostra città e legare nella musica il pubblico milanese e non, che ogni anno riempie la splendida cornice di piazza Duomo».

Maurizio Beretta, Presidente della Filarmonica della Scala, afferma: «Il decimo anniversario del Concerto per Milano è un traguardo significativo che testimonia ancora una volta il legame dell’orchestra con la città. È un appuntamento atteso, ancora di più in questo anno in cui la partecipazione del pubblico torna finalmente senza limitazioni. In queste dieci edizioni il Concerto in Piazza Duomo ha avvicinato sempre più persone alla musica, un impegno concreto che la Filarmonica della Scala assicura con un proposta artistica di altissimo livello».

La Filarmonica utilizza le migliori tecnologie audio per permettere il migliore ascolto ai musicisti e al pubblico utilizzando un impianto multicanale realizzato con 132 diffusori L-Acoustic in grado di spazializzare il fronte sonoro distribuendolo con una ampiezza pari alla dimensione fisica dell’orchestra.

Campora, Allianz: "Concerto per Milano, la cultura deve unire e non dividere"

VIDEO - Campora, Allianz: "Concerto per Milano, la cultura deve unire e non dividere"

Giacomo Campora, Amministratore Delegato e Direttore Generale di AllianzIl Giornale d'Italia:

"Noi sosteniamo La Scala, io sono nel consiglio di amministrazione da anni e sosteniamo il Concerto per Milano dall’inizio. E’ molto importante perchè avvicina l’Orchestra alla città e la città all’Orchestra nella coreografia della piazza del Duomo che è la quintessenza della milanesità: La Scala in piazza del Duomo"

Allianz propone molti progetti anche in ambito sportivo e si interessa al sociale, alla cultura e all'arte di conseguenza. "C’è una cultura che viene dalla Ras se vogliamo di milanesità. Il mondo delle assicurazioni nasce nelle città di mare come Trieste, Genova e Napoli, ma Milano diventa il centro quasi subito. Questa grande tradizione ha sempre fatto sì che un’industria come l’assicurazione che è molto lenta si possa impegnare in progetti a lungo termine. Il sociale è importantissimo e la cultura anche naturalmente e La Scala è la quintessenza della cultura nella città di Milano e soprattutto è aperta a tutti. La musica non ha bisogno di studio è una reazione istintiva".

Roberto Selva (Esselunga): “Il concerto come opportunità per rendere la musica democratica e accessibile a tutti”

VIDEO - Roberto Selva (Esselunga): “Il concerto come opportunità per rendere la musica democratica e accessibile a tutti”

Roberto Selva, Chief Marketing & Customer Officer di Esselunga a Il Giornale d’Italia: “Il concerto è all’inizio dell’estate, vediamolo simbolicamente come l’inizio di un nuovo percorso. Sarà fatto a piena capienza quindi un bellissimo messaggio di ritorno alla normalità ed è unicanale, quindi lo si può vedere fisicamente, sulle piattaforme digitali, ma anche sul canale Rai Radio Cultura. Una bellissima collaborazione al fine di rendere e diffondere la musica democratica e farla conoscere a tutti."

Il direttore Chailly: "Un concerto che vuole donare positività alla città di Milano"

VIDEO - Il direttore Chailly: "Un concerto che vuole donare positività alla città di Milano"

Riccardo Chailly, Direttore Musicale del Teatro alla Scala e Direttore Principale della Filarmonica della Scala, a Il Giornale d'Italia:

"L'integrazione tra grandi autori del passato spiega il senso della costruzione di questo programma. Tutti i brani che eseguiamo sono capolavori uniti da una frequentazione personale che per anni ha avuto la possibilità di creare una rete internazionale del linguaggio dalla "nuova musica", che oggi chiamiamo '900 storico. Apriamo con una breve composizione di Campogrande che festeggia l'apertura con un brano positività. Si cerca il segna di positività che questa musica e questo programma vuole dare alla città di Milano.

Ci sono due conflitti che stiamo vivendo: il primo è con la pandemia, l'altro è la convivenza con un danno enorme che è la guerra. Ho fatto un'intervista oggi su Repubblica per sottolineare quanto sai difficile convivere con un conflitto ondiale come questo. La musica deve avere la forza di poter astrarre dal mondo reale e dagli orrori che stiamo vivendo, poter sognare, avere un momento di distensione interna, lenire il dolore".

La Filarmonica della Scala incontra il pubblico in Piazza Duomo senza limitazioni

Dieci anni di Concerto per Milano: nel 2013, in occasione degli Expo Days, che anticipavano l’esposizione universale del 2015, Riccardo Chailly aveva diretto musiche di Gershwin, con Stefano Bollani al pianoforte, davanti a un pubblico di  quasi 50.000 spettatori; nel 2014 oltre 40.000 milanesi sono rimasti ad ascoltare Esa-Pekka Salonen con il pianista Lang Lang, nonostante la pioggia battente. Nell’anno di Expo, con Chailly sul podio e l’esibizione di David Garrett, il concerto in Piazza Duomo è diventato l’evento più partecipato della classica milanese. Le ultime edizioni hanno portato sul palcoscenico con Riccardo Chailly la pianista argentina Martha Argerich, il violinista Nikolaj Znaider e il pianista russo Denis Matsuev. L’edizione 2020, titolata eccezionalmente Concerto per l’Italia in omaggio allo sforzo del paese nel contrastare il Covid-19, ha visto ospite il grande violinista Maxim Vengerov. Nonostante le limitazioni anche nel 2020 la Filarmonica è tornata a esibirsi in Piazza Duomo con Riccardo Chailly.

Seguici su

Commenti Scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Giornale d'Italia

Caratteri rimanenti: 400

Più visti

x