Domenica, 16 Gennaio 2022

Seguici su

"La libertà al singolare esiste solo nelle libertà al plurale"
Benedetto Croce

Gratta e vinci rubato a Napoli, il tabaccaio: "É mio, l'anziana doveva solo ritirarlo"

La versione dell'uomo: "Il biglietto l'ho comprato io. Io non sono il tabaccaio, ma l'ex-marito della titolare"

07 Settembre 2021

Napoli, Gratta e vinci rubato, tabaccaio: "É mio, l'anziana doveva solo ritirarlo"

É stato fermato all'aeroporto Gaetano Scutellaro, il tabaccaio di Napoli accusato di aver rubato ad una signora anziana un Gratta e Vinci da 500mila euro e di aver poi tentato la fuga: l'uomo è stato sottoposto a fermo di Polizia e ora dovrà rispondere alle accuse di furto pluriaggravato e tentata estorsione. Nel frattempo, mentre la posizione di Scutellaro si aggrava, i carabinieri sono riusciti a recuperare il biglietto vincente in una banca di Latina.

Gratta e vinci Napoli: il tabaccaio nega tutto e racconta un'altra storia

Il provvedimento di fermo per il tabaccaio di Napoli è stato emesso dalla Procura ed è stato notificato dai carabinieri della compagnia "Stella" del capoluogo campano. Gaetano Scutellaro, dopo essere stato trovato dalle Forze dell'Ordine, è stato condotto nel carcere di Santa Maria Capua Vetere, nel casertano, dove si trova ancora al momento. Ai giornali locali però l'uomo racconta un'altra storia.

Mentre la notizia del biglietto vincente da 500mila euro rubato fa il giro del web, scatenando l'ironia e centinaia di meme sui social, Gaetano Scutellaro racconta: "Il Gratta e vinci l'ho comprato io, volevo fuggire all'estero perché non mi sento sicuro a Napoli. Io non sono il tabaccaio, ma l'ex-marito della titolare". E ancora: "Alla signora avevo chiesto soltanto di andare a riscuotere la vincita che credevo ammontasse soltanto a 500 euro". L'uomo dunque nega anche di fare il tabaccaio: "Io non ci entro in quella tabaccheria, perché non sono più in buoni rapporti".

"Dopo aver grattato - continua - mi ero accorto di una vincita, ma credevo ammontasse solo a 500 euro. Ho chiesto un piacere alla signora, se potesse ritirarla al posto mio", questa la versione di Scutellaro. Peccato però che il racconto dell'uomo poco convinca gli inquirenti. Gli investigatori infatti hanno già accertato che l'uomo, dopo aver rubato il tagliando vincente all'anziana, è rifugiato a Latina, dove, in una banca, ha aperto un conto corrente bancario.

Commenti Scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Giornale d'Italia

Caratteri rimanenti: 400

Articoli Recenti

Più visti

x