Domenica, 16 Gennaio 2022

Seguici su

"La libertà al singolare esiste solo nelle libertà al plurale"
Benedetto Croce

Incendio Atene, cittadini e turisti in fuga dalle fiamme VIDEO

Sono migliaia le persone che hanno dovuto lasciare alcune aree della città. L'onda di fuoco colpisce tutto il Mediterraneo

04 Agosto 2021

Atene brucia, divorata da un incendio che sta facendo fuggire migliaia di cittadini e turisti dalle fiamme. Il fuoco ha iniziato a espandersi nella serata di martedì 3 agosto, quando le forze dell'ordine hanno emanato i primi allarmi in alcune aree della città greca. È uno degli eventi più devastanti degli ultimi anni, che arriva in una stagione già drammatica per tutto il Mediterraneo, come abbiamo visto anche accadere nel nostro Paese.

Alle persone che si trovavano ad Atene è stato consigliato di rimanere in casa o in un luogo sicuro, mentre i Vigili del fuoco affrontano un furioso incendio boschivo alla periferia della capitale greca che ha costretto migliaia di persone a fuggire dalle proprie case durante la peggiore ondata di caldo del paese degli ultimi dieci anni. Non ci sono state, per ora, segnalazioni di morti o feriti gravi, anche se l'incendio ha bruciato case, aziende e veicoli.

"Grazie a Dio non abbiamo avuto alcuna perdita di vite umane finora", ha detto il primo ministro Kyriakos Mitsotakis dopo aver visitato l'area colpita mercoledì, definendo l'incendio una situazione da "incubo". Il governo fornirà inoltre delle camere d'albergo agli sfollati fino a quando non saranno in grado di tornare alle loro case. 

Incendio Atene, cittadini e turisti in fuga dalle fiamme VIDEO

I Vigili del fuoco greci hanno detto mercoledì 4 agosto di sperare di riuscire a tenere sotto controllo l'incendio nei sobborghi ateniesi di Varympompi e Tatoi "entro le prossime ore". Nell'operazione sono impiegati oltre 500 Vigili del fuoco, più altri enti di soccorso locali. Ad assistere i Vf sono inotre intervenuti nove elicotteri, cinque aerei, polizia ed esercito. Oltre all'incendio a nord di Atene, sono ancora in corso altri due incendi boschivi in ​​altre parti della Grecia, sull'isola di Evia e nella regione sud-occidentale del Peloponneso.

I vigili del fuoco hanno detto che 95 vigili del fuoco, due aerei, quattro squadre di terra e 35 veicoli stavano combattendo le fiamme a Evia, mentre 74 vigili del fuoco, tre squadre di terra, 22 veicoli e un elicottero stavano lavorando nell'area di Messinia del Peloponneso. Più di 3.000 ettari (7.400 acri) di pini e ulivi sono stati bruciati da un incendio scoppiato sabato vicino alla città di Patrasso, 200 km (125 miglia) a ovest di Atene. Lunedì è stato messo sotto controllo.

"È stata un'altra notte eccezionalmente difficile", ha detto il capo della protezione civile Nikos Hardalias mentre visitava un centro di coordinamento mobile dei vigili del fuoco nella zona. Hardalias ha detto che i vigili del fuoco hanno ridotto quattro fronti di fuoco attivi a uno durante la notte, aiutati da venti e umidità inferiori, ma hanno avvertito che c'era "ancora molto lavoro da fare". Un funzionario dei vigili del fuoco ha avvertito che l'incendio, il peggiore degli 81 incendi scoppiati in Grecia nelle ultime settimane era "ancora in piena attività". "Il suo perimetro è molto ampio e il carico termico è molto forte", ha detto.

Nonostante il caldo soffocante e le condizioni claustrofobiche, l'Osservatorio nazionale ha consigliato agli abitanti di Atene di tenere le finestre chiuse e di ridurre i movimenti all'esterno perché una grande nuvola di fumo denso contenente particelle nocive incombeva sulla capitale. L'ottimismo sul fatto che l'incendio potrebbe essere domato entro la fine di oggi, mercoledì 4 agosto, sta svanendo mentre le temperature continuano a salire. "L'ondata di caldo è più intensa oggi, rispetto a ieri, le temperature sono alte, il terreno è asciutto e il vento sta ricominciando a salire", avvertono i Vigili del fuoco. "Stiamo vedendo aprirsi più fronti … e la paura ora è che il riaccendersi peggiori".

Incendio Atene, cittadini rinchiusi nelle case

Il continente europeo è alle prese con un'estate di condizioni meteorologiche estreme, dalle forti inondazioni nel nord alla grave ondata di caldo che ha colpito il Mediterraneo nelle ultime settimane, alimentando gli incendi in tutta la regione . L'ondata di caldo prolungata ha fatto salire le temperature fino a 45 gradi Celsius ad Atene.

Nel frattempo, incendi mortali hanno attanagliato il vicino della Grecia, la Turchia, per più di una settimana, uccidendo almeno otto persone e costringendo migliaia di persone a evacuare le loro case. Negli ultimi giorni sono scoppiati incendi anche in Spagna, Macedonia del Nord e Albania, per non menzionare la nostra Italia, dove il fuoco ha già devastato ampie aree della Sardegna e della Sicilia, ma anche aree protette secolari come nel caso della pineta Dannunziana a Pescara.

Gli esperti hanno avvertito che il cambiamento climatico sta aumentando sia la frequenza che l'intensità degli incendi, e questo potrebbe essere solo il drammatico inizio di una stagione di paura per tutto il Mediterraneo.

Commenti Scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Giornale d'Italia

Caratteri rimanenti: 400

Articoli Recenti

Più visti