Mercoledì, 22 Settembre 2021

Seguici su

"La libertà al singolare esiste solo nelle libertà al plurale"
Benedetto Croce

Incendi in Sardegna: aumentano gli sfollati, le fiamme divorano la fauna locale

La Regione Sardegna chiede aiuto all'Unione Europea per contenere la devastazione nell'Oristanese

26 Luglio 2021

Incendio in Sardegna

Incendi nell'Oristano

E' paura in Sardegna dove incendi di portata colossale stanno colpendo la zona di Oristano. Sono oltre 1500 gli sfollati a causa dei roghi, e 20mila gli ettari di terreno andati perduti nei roghi. Il presidente della Regione Christian Solinas chiede che parte dei fondi del Recovery vengano destinati ad aiutare le zone colpite dagli incendi.

Incendi in Sardegna, aumentano gli sfollati, le fiamme divorano la fauna locale

Non solo semplici incendi estivi. Quello a cui sta assistendo con orrore la Regione Sardegna è una devastazione senza precedenti che sta mettendo a dura prova il Corpo forestale e i Vigili del fuoco. Cominciato come un piccolo incendio nel Montiferru, nell'Oristanese, il fuoco si è esteso a macchia d'olio e ha percorso ben 50 chilometri fino a raggiungere l'Ogliastra. Brucia il cuore della Sardegna e le fiamme ancora non sono state domate.

Il bilancio dell' incendio è sempre più pesante: fauna locale rimasta uccisa dalle fiame, 20mila ettari di territorio andati letteralmente in fumo e ridotti a cenere tra oliveti, campi coltivati e boschi. Risentono del colpo moltissimi agricoltori, i cui mesi di lavoro sono ormai polvere irrecuperabile. La Regione ha disposto l'evacuazione di 1500 persone, un numero di sfollati in aumento in queste ore.

Incendi in Sardegna, ultime notizie: la Regione chiede aiuto all'Ue

Pronto l'intervento di Vigili del Fuoco, Forestale, Protezione civile e Polizia di Stato. Ma non ancora sufficiente a domare le fiamme inarrestabili. Ci sono 7500 persone tra enti di emergenza e volontari che stanno lavorando per contenere i danni degli incendi, e in molti contano sull'arrivo, previsto nelle prossime ore, dei Canadir dalla Francia come chiesti dal ministro degli Esteri Luigi Di Maio. Gli elicotteri dovrebbero provare ad alleviare il carico dell'incendio intervenendo dall'alto, nonostante anche questa sia una mossa che dal punto di vista ambientale colpirà gravemente la regione. Come per tutti gli incendi naturali in Sardegna, caldo e vento sono stati la combo devastante che ha permesso al rogo scoppiato a Montiferru di estendersi fino all'Ogliastra. E nei 50 chilometri percorsi dalle fiamme, si è dovuto dire addio a moltissimi piccoli paesini sardi. E' stato il caso di Santu Lussurgiu, uno dei primi a essere travolti, seguito poi da Sennariolo, dove gli abitanti hanno lasciato le loro proprietà nel panico della notte.

La situazione è critica e il presidente della Regione, Christian Solinas, chiede aiuto anche all'Unione Europea. Non solo per l'invio dei velivoli anti-incendio, dalla sala operativa della Protezione civile chiede "un sostegno economico immediato per ristorare i danni e che una quota del PNRR sia subito destinata alla Regione per un grande progetto di riforestazione". Priorità assoluta per aiutare l'isola italiana, questo chiede Solinas, che ha evidenziato come "Non è ancora possibile effettuare una stima dei danni causati dagli incendi, ma si tratta di un disastro senza precedenti". 

Commenti Scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Giornale d'Italia

Caratteri rimanenti: 400

Articoli Recenti

Più visti

x