Martedì, 26 Ottobre 2021

Seguici su

"La libertà al singolare esiste solo nelle libertà al plurale"
Benedetto Croce

Austria: dopo le dimissioni di Kurz arriva il nuovo cancelliere Alexander Schallenberg

Schallenberg mantiene forti legami con l'ex cancelliere, che ha rinunciato alla carica dopo lo scandalo di corruzione che ha colpito lui e il suo partito

11 Ottobre 2021

Austria: dopo le dimissioni di Kurz arriva il nuovo cancelliere Alexander Schallenberg

Alexander Schallenberg è il nuovo cancelliere austriaco, dopo che il suo predecessore, Sebastian Kurz, si è improvvisamente dimesso a causa di uno scandalo di corruzione. Il politico 52enne ha giurato lunedì 11 ottobre, e prende ora il posto del più giovane cancelliere d'Europa.

Chi è Alexander Schallenberg

Ex ministro degli esteri, Alexander Schallenberg è un diplomatico dalla lunga carriera e uno stretto alleato dell'ex cancelliere. Lunedì 11 ottobre ha prestato giuramento davanti al presidente Alexander Van der Bellen nel palazzo della Hofburg, a Vienna. Schallenberg, 52 anni, arriva per coprire l'incarico lasciato improvvisamente da Kurz, che invece continuerà a guidare il Partito popolare austriaco di centrodestra (Övp) e rimarrà un membro del parlamento austriaco.

Un portavoce della cancelleria ha dichiarato che Kurz "gode ancora del pieno sostegno del partito popolare", ma ha preferito lasciare l'incarico dopo lo scandalo che ha travolto la dirigenza dell'Övp. Secondo alcune voci vicine all'opposizione, Kurz rimarrà effettivamente al comando del paese, ma con Schallenberg, che è relativamente nuovo sia in politica che nel partito Övp, a dare un nuovo volto all'Esecutivo austriaco.

Pamela Rendi-Wagner, leader del Partito socialdemocratico di centrosinistra (Spo), ha affermato che Kurz rimarrà una figura molto influente. Kurz ha annunciato sabato 9 ottobre che si sarebbe dimesso dalla sua posizione, giorni dopo che il suo ufficio era stato perquisito dai pubblici ministeri austriaci che indagavano su di lui e sui membri della sua squadra con l'accusa di corruzione e abuso di fiducia.

Corruzione? Kurz si dimette, ma nega tutto

Il 35enne è indagato per le affermazioni secondo cui i soldi del governo sono stati utilizzati per garantire una copertura positiva in un quotidiano. Kurz ha detto, però, che le accuse di corruzione contro di lui erano "sbagliate" e ha negato di aver usato i soldi del governo per scopi politici, ma ha detto: "Voglio fare spazio per garantire la stabilità".

Martedì scorso, il 5 ottobre, i partiti di opposizione avevano minacciato di portare un voto di sfiducia contro Kurz in parlamento. Durante il fine settimana, Van der Bellen ha affermato che la fiducia nel sistema politico austriaco era stata "fortemente attaccata" e che ora spetta ai politici riparare i danni attraverso "un lavoro serio e concertato".

Kurz è sotto inchiesta insieme ad altre nove persone e tre organizzazioni, secondo una dichiarazione dell'Ufficio del procuratore generale per gli affari economici e la corruzione (WKStA) dell'Austria. "Tra il 2016 e almeno il 2018, i fondi di bilancio del ministero delle finanze sono stati utilizzati per finanziare sondaggi esclusivamente motivati ​​da partiti politici, a volte manipolati, condotti da una società di ricerche di opinione nell'interesse di un partito politico e dei suoi vertici", ha rilaciato in un commento la WKStA. .

Commenti Scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Giornale d'Italia

Caratteri rimanenti: 400

Articoli Recenti

Più visti

x