Mercoledì, 27 Ottobre 2021

Seguici su

"La libertà al singolare esiste solo nelle libertà al plurale"
Benedetto Croce

Afghanistan, Isis rivendica i missili all'aeroporto di Kabul

"Per grazia di Dio Onnipotente  i soldati del Califfato hanno preso di mira l'aeroporto internazionale di Kabul con sei razzi Katyusha": il messaggio diffuso su Telegram

30 Agosto 2021

Afghanistan, Isis rivendica i missili all'aeroporto di Kabul

Isis

L'Isis ha rivendicato i missili lanciati all'aeroporto di Kabul, in Afghanistan, e a renderlo noto è l'agenzia d'informazione Nasher News, legata al gruppo jihadista, tramite un messaggio sul suo canale Telegram. "Per grazia di Dio Onnipotente - si legge -  i soldati del Califfato hanno preso di mira l'aeroporto internazionale di Kabul con sei razzi Katyusha".

Afghanistan, Isis rivendica i missili lanciati all'aeroporto di Kabul

Mentre i militanti dell'Isis rivendicano l'attacco all'aeroporto di Kabul, capitale dell'Afghanistan che in questi giorni è più che mai in preda al panico, gli esperti di difesa antimissile degli Stati Uniti hanno intercettato - stando a quanto riferisce un alto funzionario americano - fino a cinque razzi lanciati nella giornata di oggi, lunedì 30 agosto 2021, allo scalo della città afgana. Continua dunque la tensione nel Paese, dove i razzi dirottati minacciano di chiudere senza successo le ultime operazioni di evacuazione di civili afgani e collaboratori internazionali. 

Intanto sale a 9 il bilancio delle vittime nel raid Usa che ha colpito il veicolo che trasportava attentatori suicidi dell'Isis-K: tra questi, purtroppo, sembrano esserci 6 bambini. Inoltre, in questo clima di crescenti tensioni e scontri tra Forze armate Usa, talebani e Isis, si teme ulteriore caos.

Afghanistan, Ue: "Stati accolgano i migranti afgani"

A correre in aiuto degli afgani è oggi anche Dunja Mijatovic, commissaria per i diritti umani del Consiglio d'Europa, che dice: "Gli Stati membri devono onorare i loro obblighi in materia d'accoglienza di chi fugge dall'orrenda situazione in Afghanistan". I Paesi infatti, secondo l'esperta, "hanno la capacità individuale e collettiva per farlo". "Molti governi - continua - hanno inviato un segnale positivo dicendosi pronti a dare ospitalità agli afghani, ma molti altri Stati hanno suggerito, annunciato, e preso misure per chiudere i confini, limitare le richieste d'asilo e respingerli".

E ancora: "L'arrivo degli afgani - avverte la commissaria Ue - non deve essere usato per erodere ulteriormente il sistema di protezione dei diritti umani in Europa"- Un'eventuale crisi migratoria sarebbe solo il risultato "di mancanza di coraggio e leadership", conclude infine nel suo discorso Dunja Mijatovic.

Commenti Scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Giornale d'Italia

Caratteri rimanenti: 400

Articoli Recenti

Più visti

x