Lunedì, 01 Marzo 2021

"La libertà al singolare esiste solo nelle libertà al plurale"
Benedetto Croce

Che Tempo Che Fa, Obama: 'I leader politici sono umani, possono sbagliare'

Intervistato da Fabio Fazio, il 44/mo presidente americano ha raccontato la sua vita: dall'amore per Michelle, agli 8 anni nella Casa Bianca, fino alla guerra in Siria. Non mancano nemmeno i fatti di attualità.

08 Febbraio 2021

Barack Obama

Barack Obama (fonte foto Lapresse)

Voleva fare l'architetto e il suo sogno non era diventare Presidente, ma solo essere "un bravo ragazzo". Così si racconta Barack Obama, ospite da Fabio Fazio a 'Che Tempo Che Fa' su Rai3. Il 44/mo presidente degli Stati Uniti ha presentato ieri sera 'Una Terra Promessa', la sua autobiografia, in cui ripercorre le tappe che lo hanno portato fino alla Casa Bianca. Nel libro - pubblicato dalla casa editrice Garzanti - Obama racconta dei suoi sogni da ragazzo, dell'incontro con la moglie Michelle, dei figli, ma anche degli otto anni trascorsi alla guida dell'America. Vita privata e pubblica si intrecciano. 

Non mancano nemmeno i fatti di attualità: l'ex presidente Usa parla anche dell'assalto a Capitol Hill, le cui immagini non vanno "mai cancellate - sostiene Obama - anzi ce lo dobbiamo stampare nella mente. Ci deve ricordare che la democrazia non è un dono che viene dal cielo. È una cosa che noi cittadini, nei nostri rispettivi Paesi, dobbiamo continuamente rinnovare. Dobbiamo sempre investire nella democrazia".

Il messaggio che Obama vuole trasmettere è che "i leader che si vedono in televisione sono degli esseri umani che devono prendere delle decisioni, che fanno errori e che bisogna imparare dagli errori commessi" spiega nell'intervista con Fazio. "Desideravo trasmettere, soprattutto ai giovani lettori, l'idea che è possibile occuparsi di politica mantenendo la propria integrità e mantenendo i valori che permettono di fare il meglio per gli altri" continua Barack Obama in videocollegamento. "La politica - ammette- è imperfetta come tutte le cose che fanno gli esseri umani, però è possibile farla bene".

Che Tempo Che Fa, Barack Obama racconta la Casa Bianca

Obama racconta anche come è stato vivere nella Casa Bianca e delle difficoltà che la sua famiglia ha avuto nell'adattarsi al contesto. Era come vivere in "un hotel a 5 stelle" sostiene Obama, che ricorda però anche la sensazione di isolamento difficile da superare. "Volevo fare una passeggiata senza essere riconosciuto" rivela ancora a Che Tempo che Fa. "Michelle ha voluto cambiare l'arredamento delle camere delle bambine perché non voleva che avessero la sensazione di dormire in un museo, voleva che potessero appendere i poster delle loro popstar e degli attori preferiti, che si sentissero normali".

Il 44/mo presidente americano dunque ha raccolto nella sua autobiografia eventi, sensazioni e decisioni che hanno cambiato la propria vita, ma anche quella della moglie, la quale - continua a ribadire Barack Obama a Fazio - "è superiore a me". Tra ciò che più ha segnato la sua vita da Presidente Usa c'è senza dubbio la guerra in Siria: "La primavera araba era una promessa che lì è diventata una guerra civile, che ha portato all'intervento di russi e iraniani. Ho cercato di prendere una serie di decisioni per migliorare la situazione senza invadere un altro Paese del Medio Oriente, cosa che ritenevo controproducente". Infine conclude: "Ci sono momenti in cui ti sembra di non avere risposte".

Commenti Scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Giornale d'Italia

Caratteri rimanenti: 400

iGdI TV

Articoli Recenti

Più visti