Martedì, 13 Aprile 2021

Seguici su

"La libertà al singolare esiste solo nelle libertà al plurale"
Benedetto Croce

Denise Pipitone 'NON è Olesya Rostova': c'è la sorella biologica. Ipnosi in Russia e amara verità Dna

La tv russa ha rivelato se Denise Pipitone è Olesya Rostova: la puntata è già andata in onda e in Italia c'è chi ha diffuso le anticipazioni. Si spegne ancora la speranza per Piera Maggio e spunta la sorella biologica della ragazza russa

07 Aprile 2021

Olesya Rostova e Piera Maggio

Olesya Rostova e Piera Maggio (foto da https://twitter.com/GionnyGf)

Denise Pipitone 'NON è Olesya Rostova'. L'amara verità viene diffusa da un giornalista italiano, come riporta gossipetv: nella puntata già registrata in Russia la ragazza russa è stata sottoposta ad ipnosi e poi è stato rivelato l'esito degli esami.

Oggi, mercoledì 7 aprile 2021, sarà comunicata la verità sul caso Denise Pipitone. La figlia di Piera Maggio è scomparsa 17 anni fa a Mazzara del Vallo. Le speranze si sono riaccese qualche giorno fa quando una ragazza russa si è presentata nella trasmissione "Lasciali parlare" per cercare la propria mamma. Sin da subito l'attenzione dei telespettatori si è concentrata sulle somiglianze di Olesya Rostova con Piera Maggio e il padre di Denise Pipitone.

Il programma televisivo russo ha trasformato questa tragedia in una specie di show, procrastinando l'atteso annuncio. Da giorni, tutti gli italiani e, prima di tutti, Piera Maggio, si chiedono se Denise Pipitone è Olesya Rostova. E' stata effettuata la comparazione del gruppo sanguigno e del Dna. Gli esiti saranno annunciati oggi, ma sono già spuntate le indiscrezioni.

Tante le polemiche intorno alle modalità con cui la tv russa sta affrontando il caso. Il giornalista Matteo Grimaldi non ci sta e fa sapere di avere ricevuto diverse segnalazioni, precisando che non vuole speculare sulla speranza di Piera Maggio.

Denise Pipitone 'non è la ragazza russa Olesya Rostova', il triste messaggio

“Mi piange il cuore a dover comunicare che andrà in onda lo stesso copione con l’avvocato di Piera Maggio ospite del programma. Mettiamo fine a questa propaganda di sentimenti e dolore - ha scritto Matteo Grimaldi - che la tv russa pensa di portare avanti prendendo in giro milioni di persone che speravano di vedere Piera sorridere con la sua ritrovata Denise. Non sarà così”.

Denise Pipitone, anticipazioni puntata tv russa: Olesya Rostova ipnotizzata

Nella puntata della trasmissione russa, Olesya Rostova si è fatta ipnotizzare da uno specialista per provare a ricordare la sua infanzia. Non ha però mai fatto il minimo cenno all'Italia. La giovane ha parlato di uno zaino, ha raccontato alcuni giochi che faceva da piccola con altri bambini e di un viaggio di treno. Ha ricordato il periodo trascorso insieme alla nomade, quando chiedeva l’elemosina davanti a una Chiesa. Il racconto si è poi spostato sul periodo vissuto in orfanotrofio.

Olesya non è Denise Pipitone: ha una sorella biologica che si chiama Anastasia

Matteo Grimaldi ha preso nuovamente le distanze dalla tv russa, parlando di messa in scena della trasmissione russa del Primo Canale, come riporta ancora gossipetv. Secondo alcune indiscrezioni, sembra che Olesya Rostova abbia già incontrato la sorella biologica, Anastasia, negli studi televisivi. La tv russa avrebbe però chiesto alle giovani di mantenere il silenzio su questo incontro.

La sorella biologica di Olesya sarebbe originaria dell’Oblast di Mosca ed è sposata. ha anche un bambino. “Quanta gioia nei miei occhi”, avrebbe scritto la donna sotto allo scatto con il conduttore russo. Dopo qualche ora però il testo sarebbe stato cancellato e sostituito con uno smile.

Secondo le ultime indiscrezioni trapelate, Denise Pipitone non sarebbe dunque Olesya Rostova. La famiglia di origine della ragazza russa non sarebbe quella di Piera Maggio. Quando sarà data la comunicazione in Italia? Ecco dove eravamo rimasti.

Denise Pipitone e Olesya Rostova

Denise Pipitone e Olesya Rostova sono la stessa persona? E' ciò che si chiedono tutti gli italiani affezionati a Piera Maggio e alla figlia scomparsa a Mazzara del Vallo nel 2004. Da qualche settimana si sono riaccese le speranze: la ragazza russa Olesya si è presentata in una trasmissione del Primo Canale russo in cerca della madre. Ha raccontato di essere stata rapita quando era piccola da una donna rom e di essere cresciuta prima in un campo rom e poi in un istituto. Ha circa 20 anni e le incredibili somiglianze con i genitori di Denise Pipitone hanno riacceso i riflettori sulla drammatica scomparsa della piccola di Mazzara del Vallo. Piera Maggio cerca la figlia da ben 17 anni: è finalmente arrivato il momento tanto atteso e sperato? 
 
Ieri è stata registrata la puntata della trasmissione russa in cui è stato svelato il risultato della comparazione del gruppo sanguigno e del Dna. Ha partecipato anche l'avvocato di Piera Maggio, Giacomo Frazzita. In Russia sanno già se Denise Pipitone è Olesya Rostova. In Italia la comunicazione sarà data questa sera.

Denise Pipitone ultimissime: cosa significa il nome Olesya
Il confronto fra la ragazza russa Olesya Rostiva e l'avvocato di Piera Maggio è avvenuto nel corso della trasmissione "Lasciali parlare", la stessa nella quale la giovane ha lanciato qualche giorno fa il suo appello per ritrovare la famiglia. L'appello è arrivato in Italia grazie ad alcune segnalazioni. Si è così riaccesa la speranza della madre di Denise. Tanti infatti gli elementi, dalla somiglianza tra le due, all'età che combacia, che stanno facendo ben sperare. La Rostova sarà in studio, mentre l'avvocato Frazzitta sarà collegato in diretta da Marsala.

"Al momento non abbiamo ancora avuto la possibilità di un contatto diretto con la ragazza - aveva detto il lega adirato nei giorni scorsi - e martedì sarà la prima volta che questo avverrà, in concomitanza con i risultati del gruppo sanguigno. A Olesya chiederò se ricorda i momenti antecedenti all'ingresso in orfanotrofio e, quindi, capire se le persone che l'hanno tenuta segregata fossero dei rom". "Soltanto dopo, in caso si accerti la compatibilità, si procederà con il Dna", ha fatto sapere ancora l'avvocato.

"Abbiamo fatto uno studio sul nome Olesya e nella letteratura ucraina-russa è la protagonista di un romanzo che narra la storia di una giovane nipote che vive con la nonna ed è perseguita dalla comunità rurale fino a quando scompare. È un fatto curioso ma è solo un elemento suggestivo".

Denise Pipitone quando si avrà esito Dna
La ragazza russa Olesya Rostova è andata in un programma russo dove ha raccontato di essere stata rapita da bambina e di essere stata portata in un campo rom. Tutti hanno subito pensato a Denise Pipitone.

Le incredibili somiglianze con la madre della stessa Denise hanno riacceso le speranze. Per conoscere la verità bisogna attendere l'esito degli esami effettuati per comparare il gruppo sanguigno di Olesya Rostova con quello di Piera Maggio e poi si procederà con la comparazione del Dna.

Quando si saprà se Denise Pipitone è Olesya Rostova?
La tv russa annuncia in diretta tv se il gruppo sanguigno della ragazza russa si incrocia con quello della bambina scomparsa da Mazara del Vallo nel settembre del 2004. La puntata è già stata registrata. "Anche se non condivise - ha commentato la mamma di Denise Pipitone nei giorni scorsi - rimaniamo in attesa dei risultati. Cautamente speranzosi. RINGRAZIAMO di cuore tutti coloro che in questo momento ci sono vicini. Comunque vada noi andremo sempre avanti".

Il test del Dna sarebbe già stato effettuato. Il campione prelevato sarà confrontato con quello di Piera Maggio e Piero Pulizzi, padre naturale della bambina scomparsa. Come già accennato, però, è impossibile non notare la somiglianza fra il volto della ragazza russa e la madre di Denise Pipitone. Il risultato aiuterà a capire se Olesya Rostova è Denise Pipitone. Prima tuttavia sarà effettuato un confronto fra i gruppi sanguigni. Poi si procederà con l'esame del Dna.

Chi è Olesya Rostov: la ragazza russa che potrebbe essere Denise Pipitone
Olesya Rostov si è raccontata nel programma russo "Lasciali parlare" per la prima volta. Nel 2005, all'età di 5 anni, sarebbe stata rapita da una rom e portata in un campo nomade in Russia. Avrebbe trascorso un periodo nella baraccopoli e poi sarebbe stata trasferita in un orfanatrofio. Durante un'attività di controllo, sempre secondo quanto raccontato dalla ragazza russa, la polizia avrebbe accertato l'assenza di legami di parentela fra la bambina e la presunta madre rom.

La piccola non aveva con sé nemmeno i documenti e proprio per questo è anche difficile capire la vera età attuale di Olesya Rostov. La bimba sarebbe a quel punto stata trasferita in un istituto, dove le sarebbero stati tagliati i capelli e le è stato dato il nome di Rostov Olesya.

Denise Pipitone: la somiglianza di Olesya Rostov con Piera Maggio
C'è un dettaglio in particolare che ha attirato l'attenzione. Olesya avrebbe una cicatrice simile a quella che aveva Denise Pipitone al momento della scomparsa da Mazzara del Vallo. Ci sarebbe però una differenza. Quella di Denise era sotto l'occhio destro, quella della ragazza russa è invece al di sopra del sopracciglio sinistro.

Ma le somiglianze tra le due sono parecchie, più di quelle che rientrerebbero nelle normali coincidenze. Ma ci sono anche molte differenze, che però non significano nulla. In questi casi, infatti, sono molto più significative le prime che le seconde. Le foto tra la Maggio e la ragazza russa sono state confrontate nel corso della puntata di Pomeriggio 5 andata in onda venerdì 2 aprile. Per quanto riguarda le somiglianze, notiamo che le due donne hanno la stessa distanza fra naso e bocca e il labbro superiore sempre più piccolo rispetto a quello inferiore. La bocca è uguale, piccola ma carnosa. Infine hanno tutte e due la stessa espressione del viso.

Per quanto riguarda le differenze, vediamo che larghezza del naso tra Olesya e Piera è differente. Anche la linea del mento molto differente tra le foto delle due. Poi le differenze però finiscono qui e questo fa ben sperare, anche se gli esperti, interrogati da Barbara D'Urso non hanno voluto sbilanciarsi.

Denise Pipitone storia
La piccola Denise Pipitone, figlia di Piera Maggio, è scomparsa da Mazara del Vallo nel lontano 2004. In questi 17 anni la madre non ha mai smesso di cercarla. Fra avvistamenti e somiglianze particolari, la speranza della donna si è riaccesa più volte, ma è sempre finito tutto nel nulla. Un mese dopo il rapimento, c'era stato l'avvistamento a Milano di una bambina vista assieme a dei nomadi del tutto simile alla piccola Denise. Ma, dopo affannose ricerche, la pista non ha portato a nulla. I nomadi erano spariti. 

Le indagini degli inquirenti avevano inoltre portato alla luce un serie di faide e intrighi di famiglia che riguardavano i rapporti dei parenti più stretti di Denise. Anche in questo caso, però, il tutto si era risolto con un nulla di fatto, con l'archiviazione dell'unica indagata nel 2017. 

Denise Pipitone come sarebbe oggi
Nel corso del tempo sono state diffuse diverse immagini che ritraggono il possibile volto (disegnato a computer) di Denise Pipitone nelle varie fasce d'età. Gli elaborati tendono a mostrare dei volti somiglianti con quello di Piera Maggio. Altri si basano sull'ultima foto della bambina prima della scomparsa e le aggiungono qualche anno.

Tutti hanno evidenziato ora la somiglianza del volto di Olesya Rostov con quello di Piera Maggio. Solo gli esami del Dna potranno accertare la parentela fra le due. Si attendono dunque gli esiti per scoprire se la figlia di Piera Maggio, Denise Pipitone, è la ragazza russa. Mai come oggi, però, la strada sembra quella giusta. Non solo la famiglia, ma l'Italia intera, alle prese con la pandemia da Covid 19 e una spaventosa crisi economica, attende di scoprire la verità, sperando finalmente in un lieto fine.

Commenti Scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Giornale d'Italia

Caratteri rimanenti: 400

iGdI TV

Articoli Recenti

Più visti