Lunedì, 18 Ottobre 2021

Seguici su

"La libertà al singolare esiste solo nelle libertà al plurale"
Benedetto Croce

Filiera del tabacco, Minenna (AdM): “Bisogna contrastare il contrabbando e creare una filiera controllata e un sistema di distribuzione regolato dall’Agenzia”

Il DG dell'Agenzia delle dogane e dei Monopoli spiega a il Giornale d'Italia le sfide nel settore come quella di creare una regolamentazione omogenea

14 Ottobre 2021

“Le sfide sono nel creare una regolamentazione omogenea nel settore, che va dal tabacco tradizionale, al riscaldato, ai liquidi di inalazione e anche dei prodotti derivati dalla canapa sativa- dichiara a Il Giornale d’Italia Marcello Minenna, DG AdM-  bisogna evitare un arbitraggio di regole, bisogna fare in modo che il contrabbando venga contrastato, bisogna creare una filiera controllata e un sistema di distribuzione regolato dall’Agenzia. Su questo siamo ad un ottimo punto per quanto riguarda i prodotti tradizionali, liquidi, da inalazione e sui prodotti di tabacco riscaldato, bisogna ancora lavorare sui prodotti accessori e sui derivati di canapa sativa, ma abbiamo in questo senso delle proposte che abbiamo formulato al Governo e al Parlamento.”

“La pandemia in realtà non ha avuto un impatto più forte di quanto già avvenisse in passato perché la filiera logistica in questi prodotti è controllata, è chiaro che l’aumento del traffico dell’e-commerce dove spesso purtroppo si annida una distribuzione di prodotti non autorizzati, proporzionalmente ha generato un aumento anche in quella parte della distribuzione di qualche irregolarità. L’Agenzia però è vigile e anche attraverso apposite protocollazioni con le principali piattaforme dell’e-commerce contrastiamo eventuali irregolarità."

“JTI è uno dei grandi player del mondo del tabacco a livello nazionale, europeo e globale e quindi noi contiamo molto sulla collaborazione dei soggetti che operano legalmente nei paesi, anche per contrastare ciò che è illegale. Su questo la proposta di una nuova norma sugli whistleblowing, sono loro che dovrebbero informare, spifferare, eventuali irregolarità, credo possa aiutare e su questo c’è una proposta dell’Agenzia.”

ritorna all'articolo

Commenti Scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Giornale d'Italia

Caratteri rimanenti: 400

Articoli Recenti

Più visti