Venerdì, 17 Settembre 2021

Seguici su

"La libertà al singolare esiste solo nelle libertà al plurale"
Benedetto Croce

COIMA, Manfredi Catella: "Milano parla al mondo e sale sul podio della trasformazione urbana in Europa"

Il CEO e Fondatore di COIMA a Il Giornale d'Italia: " Milano può sicuramente mettere a disposizione delle altre città d'Italia quella che è stata la scintilla che ha innescato la grande trasformazione della città"

13 Settembre 2021

Manfredi Catella, CEO e Fondatore COIMA, ha affermato a Il Giornale d'Italia in occasione de I discorsi sul coraggio:"Il mio discorso è quello di chi ricorda Milano agli inizi degli anni 2000, quando abbiamo iniziato quest'impresa straordinaria e strepitosa di Porta Nuova, dove Milano era una città affaticata da una crisi morale ed economica profonda, era l'inizio di ripensarsi. Dopo 25 anni Milano è un esempio di eccellenza mondiale dal punto di vista di rigenerazione urbana e sviluppo delle città, oggi Milano parla al mondo, è salita su un podio importante proprio mentre l'Europa esprime una visione unitaria, mi riferisco ai piani di nuova generazione che poi si declinano con il PNRR. Milano può sicuramente mettere a disposizione delle altre città d'Italia quella che è stata la scintilla che ha innescato la grande trasformazione della città.

Noi siamo impegnati profondamente, ormai sono 3/4 miliardi di investimenti che abbiamo portato in Italia negli ultimi 3/4 anni e ci stiamo avviando a investire in altre città italiane. Il nostro è un lavoro industriale, di trasformazione delle città e rigenerazione urbana.

Dal punto di vista governativo credo sia arrivato il momento di declinare in maniera pratica il fatto che il territorio in Italia è una delle risorse più importanti che abbiamo. Comprendere che il territorio è generatore di un'economia molto più ampia del settore specifico, mi riferisco a quello immobiliare, è forse la consapevolezza fondamentale per poi attuare progetti e programmi che in qualche modo accelerino come è successo a Milano il programma di trasformazione che adesso deve essere a livello di paese", conclude.

Commenti Scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Giornale d'Italia

Caratteri rimanenti: 400

Articoli Recenti

Più visti