Giovedì, 30 Giugno 2022

Seguici su

"La libertà al singolare esiste solo nelle libertà al plurale"
Benedetto Croce

Royal Ascot, torna la gara per i copricapo femminili più estrosi

Nei prossimi giorni riparte la competizione tra le signore inglesi, più o meno bon ton, per indossare il cappello 'fantasia'

Di Massimo De Angelis

11 Giugno 2022

Royal Ascot, torna la gara per i copricapo femminili più estrosi

E’ uno degli eventi mondani più attesi nel Regno Unito. La cittadina del Berkshire sta per trasformarsi nel palcoscenico del Royal Ascot, che intratterrà infatti gli ospiti per ben quattro giorni, dal 14 al 18 giugno, con le sue leggendarie corse di  purosangue. A catturare l'attenzione degli osservatori non sarà solo la tradizionale presenza della Famiglia Reale o l’interesse per la gara ippica, visto che come ogni edizione gli occhi saranno puntati sui copricapo sfoggiati dalle signore presenti all'ippodromo. L'appuntamento glamour, che impone un dress code  a seconda dell'area in cui ci si trova, richiede infatti di indossare un cappello, un cerchietto o un altro tipo di decorazione da esibire orgogliosamente sulla testa. Così al di fuori della Royal Enclosure, la zona che accoglie la Regina, dove lo stile deve risultare sobrio e sofisticato, si svolge una competizione parallela, che ha nulla a che vedere con i cavalli. Perché le ladies in platea si fanno notare grazie alle creazioni che portano sul capo: talvolta ironiche, spesso eccessive, ma comunque sempre fantasiose e sorprendenti, così da strappare un sorriso o un'esclamazione di stupore.  Quest'anno i design più belli e scenografici sono persino protagonisti di un'esposizione, la Royal Ascot Millinery Collective, dedicata alle realizzazioni di stilisti come il celeberrimo Philip Treacy. Nel tempo il concorso ippico, istituito nel 1711 dalla Regina Anna, è diventato quindi famoso anche per i curiosi look che sfilano sugli spalti, in una gara di originalità ed estro. Ce n'è per tutti i gusti: dalle teiere ai coni gelato, passando per conchiglie, caramelle e persino una forma di formaggio. L'importante è non passare inosservati …..

 

Seguici su

Commenti Scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Giornale d'Italia

Caratteri rimanenti: 400

Più visti

x