Mercoledì, 28 Luglio 2021

Seguici su

"La libertà al singolare esiste solo nelle libertà al plurale"
Benedetto Croce

Gaza la guerra prosegue, Netanyahu: "Questo è solo l'inizio"

Gli scontri sulla spianata delle moschee hanno innescato un conflitto che difficilmente si placherà in tempi brevi

13 Maggio 2021

Gaza, la guerra prosegue, Netanyahu: "Questo è solo l'inizio"

Non si ferma la guerra tra lo Stato di Israele e Hamas anzi proseguirà “fino a quando sarà necessario” e che “questo è solo l’inizio”, come dichiarato dal primo ministro israeliano Benyamin Netanyahu.

Guerra a Gaza: 7 le vittime israeliane, 53 quelle palestinesi

7 le vittime israeliane vittime del 1.200 razzi lanciati da Gaza, tra cui anche un bambino di sei anni a Sderot. Bersaglio dei razzi non solo Dimona, che ospita un sito nucleare israeliano, ma Beer Sheva e la stessa Tel Aviv. Dall’altro lato la reazione israeliana avrebbe portato, a detta del ministero della sanità di Hamas, almeno a 53 morti, compresi 14 bambini e minori e 3 donne.

Scontri a Gaza: eliminati diversi importanti dirigenti di Hamas

Da quanto riferito, tramite un’operazione congiunta tra esercito e Shin Bet, Israele avrebbe già eliminato, diversi dirigenti di primo piano di Hamas, tra i quali Bassem Issa, capo delle Brigate a Gaza City, e il responsabile della produzione degli armamenti Jamal Zabadeh. “Infliggeremo all’organizzazione terrorista colpi che non può nemmeno immaginare” ha ribadito Netanyahu, tutt’altro che convinto a fermare gli scontri.

Tra le vittime degli scontri un soldato israeliano 21enne Omar Tabib, un padre ed un figlia araba, ed anche una badante straniera. Segno che la guerra uccide indifferentemente e non guarda in faccia nessuno. Da parte israeliana le vittime sono state più contenute grazie al sistema Iron Dome: secondo i dati dell'esercito ne ha intercettati circa l'85% mentre 200 sono esplosi all'interno della Striscia. Israele ha replicato con attacchi massicci che hanno colpito circa 500 obiettivi militari, tra cui un palazzo di 10 piani, indicato come la sede dell'intelligence di Hamas, ed ha accusato le fazioni palestinesi di aver messo i propri siti di produzione di armi "nel cuore di aree civili".

Guerra tra Israele ed Hamas: sarà lunga

L’impressione è che questa volta il conflitto non si placherà in poco tempo ma sarà destinato prolungarsi. A riprova la decisione del Comando del Fronte Interno di chiudere per l'intera settimana le scuole del centro e del sud di Israele, oltre a limitare le aperture dei negozi che non hanno accesso diretto ai rifugi.

Commenti Scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Giornale d'Italia

Caratteri rimanenti: 400

Articoli Recenti

Più visti

x