Martedì, 03 Agosto 2021

Seguici su

"La libertà al singolare esiste solo nelle libertà al plurale"
Benedetto Croce

La sfida digitale che parte da Torino, Gian Maria Gros Pietro: "Il ruolo della finanza è centrale"

L’ecosistema delle imprese piemontesi lancia la sfida a livello italiano: “Noi siamo pronti come territorio per The Digital Match. Ora la palla passa alle Istituzioni”

14 Luglio 2021

La sfida digitale che parte da Torino, Gian Maria Gros Pietro: "Il ruolo della finanza è centrale"

Posizionare Torino e il Piemonte come territorio che nei prossimi anni guiderà la transizione digitale in Italia. È questa la sfida lanciata da “The Digital Match”, il documento strategico - Position Paper - voluto da Camera di commercio di Torino e Unione Industriale di Torino e realizzato da Fondazione Torino Wireless e PWC Italia, che è stato presentato oggi al Grattacielo Intesa Sanpaolo all’attenzione delle Istituzioni, locali e nazionali e dei rappresentanti degli oltre 100 stakeholder tra enti e imprese piemontesi che hanno contribuito a scriverlo.

Il documento è solo il cosiddetto “calcio di inizio” di una partita che le imprese vogliono assolutamente vincere per assicurare sviluppo, occupazione e attrattività partendo da Torino e dal Piemonte, un territorio che ha per storia e offerta tutti gli asset e le competenze necessarie per affermarsi a livello italiano come laboratorio di eccellenza per la transizione digitale di imprese e persone.

Le parole chiave sono: forti partnership pubblico private tra il mondo delle imprese, l’accademia e le istituzioni, governance chiara e condivisa e, soprattutto, volontà di investire e concentrare le risorse su selezionati “progetti bandiera” attraverso i quali orientare con grande determinazione le risorse europee dei prossimi anni come stanno facendo le città Champion prese ad esempio.

La forza della strategia di gioco sta proprio nella discesa in campo corale e coesa di tutte le associazioni di categoria in rappresentanza di tutti i settori economici, compreso il settore non profit, per affermare la necessità di investire sul digitale e chiedere alle istituzioni investimenti mirati e focalizzati e l’impegno a giocare tutti insieme la stessa partita.

Per vincere a livello italiano ed europeo “The Digital Match”, le imprese di Torino e del Piemonte hanno proposto alle Istituzioni un set di Raccomand-Azioni molto operative e pragmatiche, declinate secondo i fattori abilitanti di un ecosistema digitale ovvero: competenze digitali,  infrastrutture abilitanti e strategia sui dati,  servizi digitali e interconnessi,  finanza d’impatto,  cultura diffusa, intrisa di etica e apertura all’internazionalizzazione, capacità di comunicare e creare un brand.

Intesa Sanpaolo, Gian Maria Gros Pietro: "Next Generation Eu modifica la genetica dell'Europa"

“La digitalizzazione è una tecnologia fondamentale, in particolare per le banche, ma credo per tutte le imprese. Per noi è essenziale garantire ai clienti la possibilità di fare operazioni a qualunque ora del giorno, in qualunque luogo, ovunque essi abbiano piacere di svolgere attività”. Così Gian Maria Gros Pietro, Presidente Intesa Sanpaolo,Il Giornale d’Italia, durante la conferenza stampa Digital Match, che questa mattina ha avuto luogo a Torino nell'innovativo Grattacielo Sanpaolo, struttura progettata da Renzo Piano che oggi ospita numerosi lavoratori del gruppo bancario.

“Occorre garantire la sicurezza delle transazioni – prosegue il Presidente – e in questo la tecnologia dell’intelligenza artificiale sarà fondamentale. Noi investiamo tantissimo in questa direzione e investiremo nella potenza di calcolo, a Torino e a Milano sorgeranno due nodi di tecnologie cloud computing che naturalmente potremo anche mettere a disposizione di altri utenti.

Per noi è fondamentale convogliare il risparmio degli italiani verso gli investimenti giusti. Per giusti investimenti intendo quelli che faranno crescere l’occupazione e il benessere e soprattutto consentiranno di superare le difficoltà legate al cambiamento climatico. Occorre invertire la tendenza al riscaldamento e la realizzazione di questo obiettivo passa attraverso il finanziamento delle attività. Il ruolo della finanza è centrale”.

Il governo ha realizzato un Piano di Ripresa e Resilienza, ha ottenuto finanziamenti  che non si erano mai avuti dall’Europa, che ha cambiato atteggiamento. Bisogna dire che il Next Generation Eu è qualcosa che ha cambiato geneticamente la struttura dell’Europa, che sarà più orientata al futuro e più positiva”, conclude.

Digital Match, Massimiliano Cipolletta: "Favorire una forte sinergia tra pubblico e privato"


 

Le parole di Massimiliano Cipolletta, Presidente Fondazione Torino Wireless, a Il Giornale d’Italia, nell’ambito della conferenza stampa Digital Match:

Torino e il territorio piemontese hanno già elementi per potersi porre come eccellenze nell’ambito del digitale. Stiamo ragionando sull'identificazione di un territorio che vuole supportare la transizione digitale, un centro che ha esperienza, competenze e imprese che già operano con processi orientati al digitale.

Il PNRR rappresenta un’occasione unica ai fini della transizione digitale, basta considerare che la twin transition occupa da sola il 50% del totale del PNNR. E’ importante saper cogliere questo momento e per coglierlo dobbiamo creare una forte sinergia tra pubblico e privato.

Le competenze sono centrali in una transizione digitale, sia a livello nazionale ma anche a livello regionale e cittadino abbiamo le competenze. Abbiamo centri di formazione importanti, abbiamo gli atenei, ma abbiamo bisogno che ci si trasversalità anche sulla formazione, abbiamo bisogno di alte competenze e che gli atenei continuino a formare. Il digitale può creare occupazione con un livello di profondità socio economica molto importante", conclude.

Digital Match, Dario Gallina: "Torino deve essere pronta a livello infrastrutturale"

Dario Gallina, Presidente Camera di commercio di Torino, ha affermato ai microfoni de Il Giornale d'Italia durante la conferenza stampa Digital Match:
"La grande partita del digitale è fondamentale in tutti i settori, non solo in quello industriale. Il digitale è trasversale e Torino e il Piemonte devono giocare la loro partita. Questo è fondamentale in tutti i settori, sul territorio mi viene da dire l'automotive e l'aerospazio. Oggi cerchiamo di fare una mappatura, un posizionamento di Torino da questo punto di vista. Oggi parliamo di intelligenza artificiale, parliamo di tecnologie dove il digitale entra in maniera forte nei prossimi anni.

La città deve essere pronta a livello infrastrutturale. Abbiamo fatto una grande battaglia per le infrastrutture logistiche per le persone e le merci con la Torino - Lione, adesso dobbiamo farlo con le infrastrutture digitali.

Dobbiamo essere degli interlocutori forti con il governo nazionale, utilizzare bene le risorse europee in modo mirato e veloce. Le risorse europee e il PNRR sono la chiave economica per trovare le soluzioni", conclude.

 

Digital Match, Matteo Marnati: "Lavoriamo su comuni, pubblica amministrazione e infrastrutture"

 

Queste le parole di Matteo Marnati, Assessore alla Regione Piemonte Ambiente, Energia, Innovazione, a Il Giornale d'Italia, durante la conferenza stampa del progetto Digital Match:

"E’ importante cominciare a programmare, se non sappiamo dove andare diventa difficile scaricare a terra ciò che arriverà nei prossimi mesi. Dobbiamo capire come siamo posizionati, quali sono i punti di forza e quali quelli da migliorare per potenziare la pubblica amministrazione che richiede una grande riforma sul digitale, ma anche capire di cosa hanno bisogno le aziende.

Stiamo lavorando molto con i comuni perché il livello è ancora troppo manuale. Dobbiamo eliminare lo sportello come lo conosciamo in modo che tutti possano fare operazioni dal proprio PC e dal proprio smartphone per rendere le aziende più veloci e competitive. Poi c'è la rete infrastrutturale della banda larga che va continuamente allargata e potenziata per raggiungere le aree più periferiche del Piemonte", conclude.

 


 


 

Commenti Scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Giornale d'Italia

Caratteri rimanenti: 400

Articoli Recenti

Più visti

x