Venerdì, 03 Dicembre 2021

Seguici su

"La libertà al singolare esiste solo nelle libertà al plurale"
Benedetto Croce

Intesa Sanpaolo Gallerie d'Italia, al via "Grand Tour": il racconto artistico del viaggio di formazione del '700

Le Gallerie d'Italia in Piazza della Scala di Intesa Sanpaolo ospitano dipinti, sculture e oggetti d’arte provenienti da importanti collezioni nazionali ed estere che raccontano il viaggio italiano di formazione delle élite tra '700 e '800

18 Novembre 2021

"Grand Tour" alle Gallerie d'Italia di Intesa Sanpaolo: il racconto artistico del viaggio di formazione del '700

Le Gallerie d'Italia di Milano di Intea Sanpaolo inaugurano la mostra "Grand Tour. Sogno d’Italia da Venezia a Pompei", un intenso racconto artistico del fenomeno internazionale del Grand Tour, viaggio di istruzione e di formazione in Italia che, principalmente tra Sette e Ottocento, ha coinvolto non solo le élite europee, per cui aveva un valore iniziatico, ma anche uomini di chiesa, letterati, musicisti e artisti provenienti da Europa, Russia e America, per cui questa esperienza diventava un’occasione di arricchimento e di svolta nella loro professione.

Dipinti, sculture, oggetti d’arte, provenienti da importanti collezioni nazionali ed estere e allestiti in un suggestivo dialogo, intendono riproporre, in una mostra di grande attualità, l’immagine dell’Italia amata e sognata da un’Europa che si riconosceva in radici comuni di cui proprio il nostro Paese era stato per secoli il grande laboratorio.

Si ritrovarono tutti a percorrere la penisola affascinati dalla varietà e dalla bellezza del nostro territorio ancora intatto e così diverso, nel suo splendore mediterraneo, da quello dei loro paesi d’ origine, dalla storia e dalla maestà delle nostre città, dai monumenti e dalle opere d’arte che facevano allora, come oggi, del nostro paese una sorta di meraviglioso museo diffuso. Lungo il percorso espositivo incontriamo quelle opere, paesaggi, vedute, ritratti, scene di vita, riproduzioni di monumenti antichi, commissionate o acquistate dai collezionisti stranieri che intendevano portare con sé il “sogno d’Italia” e celebrare quanto avevano ammirato.

Tra Neoclassicismo e Romanticismo artisti italiani e stranieri, mai così numerosi sul nostro suolo, hanno esplorato luoghi e monumenti, hanno incontrato e ritratto persone, restituendoci nelle loro opere il senso della vita e dell’eccezionalità di un’esperienza irripetibile.

Sotto l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica, in partnership con il Museo Hermitage di San Pietroburgo e il Museo Archeologico Nazionale di Napoli, l’esposizione è curata da Fernando Mazzocca con Stefano Grandesso e Francesco Leone.

All'inaugurazione della mostra erano presenti anche Giuseppe Sala, sindaco di Milano, e Dario Franceschini, Ministro della Cultura.

Michele Coppola (Intesa Sanpaolo e Gallerie d'Italia): "Mostra Grand Tour esempio di sinergia pubblico-privato che valorizza cultura italiana"

VIDEO-Michele Coppola (Intesa Sanpaolo e Gallerie d'Italia): "Mostra Grand Tour esempio di sinergia pubblico-privato che valorizza cultura italiana"

Michele Coppola, Executive Director Arte, Cultura e Beni Storici di Intesa Sanpaolo e Direttore delle Gallerie d'Italia, a Il Giornale d'Italia in occasione dell'inaugurazione della mostra "Grand Tour. Sogno d’Italia da Venezia a Pompei":

"Il tema del turismo diventa la ragione per dare rilievo a un altro punto significativo: il ruolo dell'Italia in chiave europea. Qui alla mostra "Grand Tour" raccontiamo quanto avvenne all'epoca in Italia a quel tempo e quanto speriamo continui ad avvenire.

Ovvero l'atto non solo di offrire a chi viene nel nostro Paese la visione di una bellissima Venezia, di un'affascinante Roma, di una meravigliosa Napoli e di altri luoghi, ma anche far incontrare la cultura italiana e il significato di questi paesaggi meravigliosi e di un arte che toglie il fiato. In questa logica, credo che il legame con il turismo attuale sia la capacità di saper offrire a chi visita momenti di crescita, approfondimento e incontro con la bellezza che regalano serenità e nuovo sviluppo. Questo è il messaggio mi piace più evidenziare.

Credo che la meravigliosa Italia abbia la possibilità di offrire luoghi unici, che sono legati alle città, alla bellezza naturale del paesaggio e alla capacità d artisti storici di raccontare le radici di questi territori. Conoscenza, sapere e bellezza dalla Valle d'Aosta fino alla Sicilia.

Oggi all'inaugurazione della mostra "Grand Tour" il Ministro della Cultura, Dario Franceschini, ha citato l'articolo 9 della Costituzione, che non individua solo l'istituzione pubblica come responsabile per la cura. la tutela e la conservazione del patrimonio culturale del Paese. Questo compito spetta anche al privato. Esiste una sinergia di pubblico e privato che è necessaria, fondamentale e che genera risultati di grande qualità, come si può vedere qui alle Gallerie d'Italia in Piazza della Scala".

Gallerie d'Italia di Intesa Sanpaolo, Mazzocca (curatore): "La mostra Grand Tour ospita grandi opere dell'arte moderna"

VIDEO-Gallerie d'Italia di Intesa Sanpaolo, Mazzocca (curatore): "La mostra Grand Tour ospita grandi opere dell'arte moderna"

Fernando Mazzocca, curatore della mostra Grand Tour alle Gallerie d'Italia di Intesa Sanpaolo, a Il Giornale d'Italia:

"Questa mostra ospita dipinti, oggetti d'arte e sculture che all'epoca del Grand Tour venivano considerati souvenir. L'immagine dell'Italia che ci ha lasciato un fenomeno come il Grand Tour, il viaggio di formazione che i giovani aristocratici europei facevano tra '700 e '800. Molti artisti italiani e stranieri hanno lavorato per loro e, quindi, l'Italia è diventata una grande officina dell'arte moderna ed è nata una nuova concezione del paesaggio e del ritratto.

Tutte queste opere prodotte nelle città italiane, Napoli, Venezia e, soprattutto Roma, compongono un'immagine straordinaria del nostro Paese, inteso come la terra dell'arte e della bellezza. Questa mostra ha un significato anche molto attuale: l'Italia ha una sua centralità e importanza nel mondo anche grazie alla sua arte e alla bellezza dei suoi territori. Le opere che il pubblico potrà ammirare, che vanno dall'antichità fino al '700, provengono dai musei e dalle collezioni di tutto il mondo. Questa mostra è stata resa possibile dalla collaborazione tra questi soggetti e Gallerie d'Italia di Banca Intesa.

Si tratta di una mostra che credo avrà un grande successo. In un momento così complesso, trasmette un messaggio molto importante: sarà la cultura, la salvaguardia del territorio e del clima a salvarci dalle difficoltà che stiamo vivendo. Qui sono presenti le opere di pittori importanti come Canaletto e Van Wittel. Ci sono anche tanti oggetti realizzati da artigiani straordinari. All'epoca tutte le arti concorrevano a creare questo sentimento di bellezza, che costituisce l'identità del nostro Paese".

 (Articolo in aggiornamento)

Commenti Scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Giornale d'Italia

Caratteri rimanenti: 400

Articoli Recenti

Più visti

x