Sabato, 02 Luglio 2022

Seguici su

"La libertà al singolare esiste solo nelle libertà al plurale"
Benedetto Croce

Autogrill, Factory- Food Designers: formazione e sperimentazione per l'innovazione gastronomica

Luca D’Alba, Direttore Commerciale Autogrill Italia: "Vi presento la Food Factory, lo spazio dove i nostri team di Ricerca e Sviluppo, Marketing, Direzione Acquisti e Qualità lavorano per ideare nuovi prodotti, ricerche e concept da rilasciare nella rete di vendita"

17 Novembre 2021

La Factory- Food Designers all’interno dell’headquarter di Autogrill a Rozzano (MI) ridisegna lo spazio dedicato alla ricerca e allo sviluppo puntando sull’interpretare la ristorazione come esperienza olistica. 

Persone con diverse professionalità - che siano chef (tra gli altri Gennaro Esposito, Andrea Ribaldone, Renato Bosco, Niko Romito), pasticcieri, medici nutrizionisti di rilievo ma anche artigiani, produttori locali, food blogger, designer - condividono saperi e conoscenze allo scopo di innovare la gastronomia.

Il frutto di tutto questo amalgama si traduce in ricerca di materie prime rispettose degli aspetti nutrizionali, in soluzioni tecnologiche ma attente ai temi di sicurezza alimentare e sostenibilità, in proposte di concept contemporanei, sempre al passo con i tempi ed esportabili in tutte le realtà del Gruppo, in innovazione da portare nel mondo della Hospitaly Industry.

La Food Hall è l'area pensata per ospitare riunioni ed incontri ma anche dedicata al coworking. Nella Food Accademy si svolge la formazione del personale dei ristoranti e dove si possono apprendere anche le tecniche dei grandi chef attraverso performance di show cooking. L'Area 51 è il luogo dove nascono nuove idee, sperimentazioni e soluzioni e dove trova spazio anche il più piccolo ristorante high tech, con servizio al tavolo e chef experience table. Il Concept e Food&Tech Lab è il  laboratorio dove si concretizzano i format principali di Autogrill nella loro interezza, dal concept culinario al design, e dove vengono testati in anteprima.

Proprio da questo mix di tecnologia, competenze e lavoro in team prendono vita le creazioni Autogrill che vengono poi commercializzare in tutti gli store del Gruppo, riuscendo a diffondere una cultura dell’alimentazione in sintonia con i nuovi modi di viaggiare a ritmi sempre più elevati e in grado di offrire prodotti e servizi che incontrano le esigenze di consumatori ormai informati e attenti alle proprie scelte alimentari.

Ne sono un esempio La Fucina – Ristorante che interpreta nel migliore dei modi il Fast Casual Dining: specialità alla griglia, piatti della gastronomia italiana, ma anche pizza e dessert vengono preparati direttamente davanti ai clienti.

E il concetto di pronto all'occorrenza viene interpretato anche da Pastaria, concept corner dalle dimensioni contenute - e quindi facilmente adattabile a tutti gli spazi - dedicato alla pasta espressa e sviluppato con lo chef stellato Andrea Ribaldone. Ispirandosi alla tradizione italiana dei vecchi pastifici, i piatti vengono serviti in un minuto in un packaging totalmente sostenibile.

Burger IN ribalta l’idea di hamburger dai valori nutrizionali poco salutari, proponendo carne di alta qualità e gourmet abbinata agli ingredienti tipici delle principali culture gastronomiche del mondo, tutto all’interno della tipica atmosfera della steak house americana.

Autogrill, Luca D’Alba: “Lavoriamo per qualità e Made in Italy”

VIDEO-Autogrill, Luca D’Alba: “Lavoriamo per qualità e Made in Italy”

“Autogrill è una multinazionale la cui sede, compresa quella di Autogrill Italia, è a Rozzano. Qui abbiamo la Food Factory, uno spazio dove tutto il team di Ricerca e Sviluppo, oltre al Marketing e alla Direzione Acquisti e Qualità lavora per ideare i nuovi prodotti, ricerche e concept che poi rilasciamo nella nostra rete di vendita”. Così a Il Giornale d’Italia Luca D’Alba, Direttore Commerciale Autogrill Italia.

“È un centro dove si mescolano competenze di vario tipo, dove ci sono collaborazioni anche con eccellenze esterne, chef ed enti di ricerca e dove i professionisti di Autogrill cercano continuamente di migliorare la qualità dei prodotti e di rendere la loro artigianalità disponibile su larga scala.

Negli ultimi anni abbiamo collaborato con importanti chef e professionisti cercando, tuttavia, di non avere solo la loro firma ma di lavorare veramente a quattro mani. Ad esempio, stiamo collaborando con il famoso pasticcere Luca Montersino, con cui abbiamo realizzato un tiramisù, ideato insieme a partire dalla sua ricetta. In seguito, abbiamo stretto una partnership con Bindi, importante azienda italiana, che ci ha aiutato a realizzarlo su larga scala e a lanciarlo su tutta la nostra rete di ristoranti: abbiamo venduto centinaia di migliaia di pezzi.

Per fare un altro esempio, abbiamo rilanciato il brand Spizzico e realizzato focacce in tutta Italia - la più famosa è la Reginella – grazie alla collaborazione con Renato Bosco, uno dei pizza ricercatori più quotati d’Italia con cui abbiamo lavorato negli ultimi anni. Con Renato abbiamo anche realizzato il suo format Saporè, che abbiamo aperto in Piazza Duomo a Milano, a Vico Lungo nell’outlet e che, a breve, apriremo anche nell’aeroporto di Linate.

La nostra attenzione è andata anche ai prodotti vegani insieme alla collaborazione con Nestlè che ha messo a disposizione la sua esperienza attraverso il brand Garden Gourmet e con cui abbiamo lanciato  Wowburger, un burger che racchiude il Sensational Burger, il loro burger vegano  accompagnato da pane alla curcuma, un formaggio di- riso integrale germogliato e un humus di piselli, insalata e pomodoro. In questo progetto ci ha aiutato Simone Salvini, un importante chef della cucina vegana che ci sta aiutando a realizzare prodotti all’interno della nostra factory. Abbiamo creato il green lab, che ci consente di intercettare questo target di consumatori, sempre più ampio e trasversale.

Per il futuro ci aspettiamo una maggiore attenzione dei nostri clienti alla qualità del prodotto ma anche della sosta. Motivo per cui lavoreremo per offrire esperienze di sempre di maggiore qualità, che vada oltre la semplice sosta durante un viaggio.

Gradualmente stiamo cercando di valorizzare, anche nella parte di retail, alcune grandi eccellenze della gastronomia italiana. Solo per fare qualche esempio, nei nostri panini utilizziamo il Parmigiano Reggiano, con il cui consorzio stiamo realizzando una partnership. In tutta la parte di insalate, pokè e capresi utilizziamo la mozzarella di bufala campana dop mozzata a mano, nei market si trovano i più prestigiosi vini italiani, nella parte di salumeria si può acquistare il Salame Felino del Cavalier Boschi e andiamo a promozionare un olio di oliva italiano. Stiamo cercando quindi di essere una vetrina delle eccellenze italiane sia nella parte ristorativa che in quella di retail”, conclude.

Seguici su

Commenti Scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Giornale d'Italia

Caratteri rimanenti: 400

Più visti

x