Venerdì, 12 Agosto 2022

Seguici su

"La libertà al singolare esiste solo nelle libertà al plurale"
Benedetto Croce

Carlsberg, Savoca: "Focus sui quattro zeri entro il 2030: emissioni CO2, sprechi d’acqua, consumo irresponsabile e incidenti sul lavoro"

Serena Savoca, Marketing and corporate affairs Director di Carlsberg Italia: "Nel 2021 consumo dell’acqua ridotto del 32% e emissioni CO2 del 38% rispetto al 2015". L'intervista a Il Giornale d'Italia

05 Luglio 2022

Serena Savoca, Marketing and corporate affairs director di Carlsberg Italia, ha spiegato a Il Giornale d'Italia:

"L'evento di oggi è la presentazione del nostro XI bilancio di sostenibilità, che cambia nome e da oggi si chiama "ESG REPORT" quindi Environment, Social, Governance Report. L'idea è di dare luce ad aspetti fondamentali per la nostra attività di rendicontazione, su degli obiettivi importanti da raggiungere nel 2030.  Il focus è sui nostri quattro zeri, quindi: zero emissioni CO2, sprechi d’acqua, consumo irresponsabile e incidenti sul lavoro. Da questi quattro zeri ogni anno raccontiamo quelli che sono i progressi.

Abbiamo dei risultati importanti per quello che riguarda il consumo dell’acqua, ridotto del 32% rispetto al 2015, l'emissione di CO2 ridotto del 38%. Per quanto riguarda il consumo responsabile si tratta di un lavoro continuativo, il nostro obiettivo è di promuovere il consumo responsabile promuovendo alternative analcoliche sul mercato, per questo nel 2021 abbiamo lanciato la nostra "4 luppoli Zero.Zero", la nostra prima birra analcolica nata in Carlsberg Italia. Facciamo attività informative sul packaging o che coinvolgano la nostra forza vendita come tutta la popolazione aziendale, perché tutte le nostre auto aziendali sono dotate di “alcool lock” che impedisce l’avvio della macchina se il guidatore supera il tasso alcolemico consentito.

Per quanto riguarda il tema degli incidenti sul lavoro, c’è un lavoro di sensibilizzazione che dura tutto l’anno, quello che abbiamo fatto in particolare nel 2021 è stato un importante investimento sulle ore di formazione, perché la cosa più importante è rendere il lavoratore consapevole dei rischi a cui può esporsi nell’ambito lavorativo e quindi cercare di mitigarli. Dalle 200 ore di formazione, abbiamo superato le mille ore nel 2021, con l’obiettivo di rendere i lavoratori più consapevoli.

I giovani stanno dando una risposta molto interessante, specialmente per quanto riguarda la birra analcolica, potenzialmente le persone più adulte hanno più pregiudizi. I giovani stanno dimostrando un bell’apprezzamento sulla birra analcolica, apprezzandola sia per il loro gusto che per la versatilità, perché si presta ad essere consumata in ogni occasione.

I nostri obiettivi sono più grandi, i dati del 2021 raccontano quasi un traguardo, perché il nostro obiettivo di metà periodo era il 2022, quindi l’anno prossimo racconteremo il nostro metà traguardo. Ma l’obiettivo più grande è il 2030 e continueremo a lavorare con i quattro zeri".

Torna all'articolo

Seguici su

Commenti Scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Giornale d'Italia

Caratteri rimanenti: 400

Più visti