Mercoledì, 04 Agosto 2021

Seguici su

"La libertà al singolare esiste solo nelle libertà al plurale"
Benedetto Croce

Cuccia: “Crediamo che la sostenibilità sia l’unica leva possibile per il nostro Paese”

Il Presidente del Gambero Rosso presenta a Il Giornale d'Italia la nuova guida "Italia all'aria aperta"

21 Luglio 2021

“Una giornata all’insegna delle politiche agricole, agroalimentari e forestali, siamo non a caso nel Ministero competente per queste attività strategiche per il nostro Paese, con la guida che serviva e non esisteva, - spiega a Il Giornale d'Italia Paolo Cuccia, Presidente Gambero Rosso- che abbiamo ideato al Gambero quando eravamo in lockdown chiedendoci cosa vorranno gli italiani di più e tutti ci siamo detti: “un Italia all’aria aperta”. Questo non è solo un fenomeno divertente e culturale, ma anche un fenomeno di sviluppo turistico per gli italiani, per attrarre un turismo che torni 12 mesi l’anno in Italia. Un turismo ovviamente visto dal punto di vista delle produzioni agricole, agroalimentari e dell’offerta di ristorazione e ospitalità. Quindi una giornata molto bella con un ministro molto sensibile che ringraziamo per questa attenzione ed Enel che in queste zone ha delle centrali idroelettriche e geotermiche che sono anch’esse dei luoghi da visitare d quella transizione ecologica che il nostro Governo ha scelto di perseguire”.

E sul rilancio del settore enogastronomico Cuccia risponde: “Già oggi tutto ciò che nasce dall’agricoltura, diventa agroalimentare, ospitalità e quindi turismo e ha una ricaduta non secondaria sulla produzione di tecnologia, di campagna, di trasformazione, di prodotti per la ristorazione vale più del 20% del Pil. Quindi qui abbiamo almeno un quinto se non un quarto del Pil nazionale, uniche voci al netto di quelle del turismo ovviamente, che hanno resistito al Covid e quindi un settore che è importante, ma non sufficientemente ritenuto tale. In questo il ministro Patuanelli ha molta visione perché vuole amministrare non solo i finanziamenti importanti che vengono dall’Europa per quel settore ma farne una leva di sviluppo indispensabile. In questo momento abbiamo bisogno di formazione e ancora formazione, il ministero ha avviato un tavolo di lavoro con il Gambero Rosso e con ISMEA per far sì che ci siano corsi di formazione, che insieme a ciò che fanno ITS e scuole di formazione, aiutino nella transizione digitale, nella promozione nazionale e internazionale e nel campo della sostenibilità. Crediamo che la sostenibilità sia l’unica leva possibile per il nostro Paese”.

Torna all'articolo

Commenti Scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Giornale d'Italia

Caratteri rimanenti: 400

Articoli Recenti

Più visti