Domenica, 28 Novembre 2021

Seguici su

"La libertà al singolare esiste solo nelle libertà al plurale"
Benedetto Croce

Tommaso Sacchi: “Imprese culturali, Milano protagonista a livello europeo”

“La mappa della cultura a Milano è molto eterogena: il centro con la zona Duomo e Sarpi vanta la maggiore quantità di presenza di istituzioni, ma anche nuovi quartieri stanno assumendo un ruolo di primo piano nella produzione culturale”. L’intervista all’assessore della Cultura di Milano de Il Giornale d’Italia

22 Novembre 2021

Tommaso Sacchi, assessore alla Cultura del Comune di Milano, così ha commentato i dati emersi in occasione della presentazione della ricerca condotta dalla Direzione Studi e Ricerche e del Desk Media e Cultura di Intesa Sanpaolo relativa all’impatto della pandemia sulle imprese culturali milanesi:

“È molto prezioso che esistano realtà del mondo privato che si prendono autorevolmente l’onere di analizzare gli stati di crisi che stiamo attraversando in conseguenza alla pandemia. Il commento allo studio presentato oggi è conseguente anche agli ultimi rilievi di altri rapporti molto autorevoli, come quello di Symbola, nei quali Milano è raccontata come una città protagonista nel panorama nazionale per la quantità e la qualità delle realtà produttive della cultura”.

“Senza dubbio durante questo biennio il settore è stato messo a dura prova. I dati che abbiamo presentato oggi alle Gallerie d’Italia ci raccontano in maniera scientifica quello che abbiamo sostenuto negli ultimi mesi: c’è stata una crisi che ha toccato in modo particolare i settori della produzione, partendo dallo spettacolo dal vivo nelle sue varie declinazioni.”

“Dalla mappatura emergono inoltre mondi della cultura indipendente che toccano tutti i quartieri della città. Il centro in particolar modo, con la zona Duomo e Sarpi, vanta la maggiore quantità di presenza di soggetti produttivi e istituzioni della cultura.  Tuttavia anche i nuovi quartieri stanno assumendo un ruolo di primo piano nella produzione di contenuti, penso ad esempio a tutta la zona sud della città.”

“A questo si accosta il Fondo di Mutuo Soccorso del Comune di Milano con tre aeree di intervento. Il Fondo ha costituito un unicum in Italia, un’esperienza molto positiva. Credo che questo studio abbia dato l’evidenza enorme di come sia importante stimolare i privati nel dare coraggio al mondo della produzione culturale che è profondamente identitario per una città come Milano dove si sta giocando una partita sulla cultura di assoluto protagonismo a livello europeo”.

Torna all'articolo

Commenti Scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Giornale d'Italia

Caratteri rimanenti: 400

Articoli Recenti

Più visti