Domenica, 25 Settembre 2022

Seguici su

"La libertà al singolare esiste solo nelle libertà al plurale"
Benedetto Croce

Hasib Omerovic, uno degli agenti coinvolti: “Si è buttato dalla finestra da solo”. VIDEO


La versione di uno dei poliziotti indagati per il caso del disabile rom precipitato dalla finestra: “A parlare saranno video e foto scattate durante la perquisizione”

16 Settembre 2022

È uno degli agenti di polizia coinvolti nel caso di Hasib Omerovic. E ha una sua versione dei fatti. Si chiama Andrea. E il 25 luglio scorso ha preso parte al controllo in via Gerolamo Aleandro, nel quartiere romano di Primavalle, in seguito del quale Omerovic, il rom 36enne disabile dalla nascita, è caduto dalla finestra, restando in coma per 50 giorni prima di risvegliarsi e di essere dichiarato fuori pericolo. “Si è buttato”, ha detto al Messaggero l’agente (al momento indagato con altri tre colleghi) prima di svelare la presenza di un video. “Foto e video dell’intervento, sì”.

Hasib Omerovic, uno gli agenti coinvolti: “Si è buttato dalla finestra da solo”. VIDEO

In quelle immagini, che “quando verranno richieste saranno fornite e messe agli atti”, spiega Andrea, sarebbero descritti i 45 minuti di un caso su cui la procura di Roma ha aperto un’inchiesta per tentato omicidio e falso in atto pubblico dopo che i genitori di Hasib hanno presentato un esposto con un’accusa chiara: “Nostro figlio non è caduto, è stato spinto di sotto”. Il poliziotto, però, respinge ogni accusa. “Siamo entrati, in casa c’erano un uomo e una donna, abbiamo chiesto i documenti, la procedura era regolare e prima di intervenire abbiamo fatto un passaggio con la polizia locale per capire se queste persone fossero state già identificate, ma non è risultato nulla”. Allora perché quella perquisizione che, secondo gli inquirenti, è avvenuta senza mandato? “Per quel post su Facebook”, risponde Andrea in riferimento a un post comparso e poi rimosso dal social con le accuse di molestie contro il disabile, “e per alcune segnalazioni arrivate in commissariato” a cui tuttavia non sono seguite denunce formali. 

Hasib Omerovic, uno gli agenti coinvolti: “Si è buttato dalla finestra da solo”. VIDEO

Secondo le ricostruzioni, l’agente è arrivato con un collega in via Gerolamo Aleandro, si sono fatti aprire la porta e hanno salito le scale. Come poi si leggerà nel rapporto di servizio, hanno bussato alla porta. Stando anche al racconto che faranno ai superiori, nonostante Hasib e la sorella siano sordomuti, le forze dell’ordine sono entrate nell’appartamento e per precauzione, come da prassi, hanno abbassato le tapparelle della stanza in cui si trovavano. “Non c’è stato il tempo di identificarli”, ha precisato l’agente, dicendo che non può proseguire oltre e che comunque sarà quel video a parlare. Come testimoniato dal video del Corriere.it pubblicato qui sopra, qualche inquilino del palazzo ha sentito qualcosa, altri hanno raccontato di aver visto gli agenti salire le scale. Ma la dinamica dell’accaduto ancora non è chiara.

Seguici su

Commenti Scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Giornale d'Italia

Caratteri rimanenti: 400

Più visti