Domenica, 25 Settembre 2022

Seguici su

"La libertà al singolare esiste solo nelle libertà al plurale"
Benedetto Croce

iBanFirst acquisisce la britannica Cornhill. Il CEO Dusoulier: "Attenzione a Svizzera, Scandinavia e Nord America"

Pierre-Antoine Dusoulier, CEO di iBanFirst: "Questa acquisizione sostiene la nostra ambizione di diventare un leader globale nei pagamenti multicurrency per le PMI. Il nostro arrivo nel Regno Unito rappresenta una tappa fondamentale e segna la nostra presenza in 10 Paesi"

29 Giugno 2022

Grattacielo

fonte: Pixabay

iBanFirst, fornitore globale di servizi finanziari, ha annunciato oggi l'acquisizione del provider FX Cornhill, con sede a Londra. Questa acquisizione si basa sulla partnership di iBanFirst del giugno 2021 con l'investitore Marlin Equity Partners e sulla sua ambizione di accelerare l'espansione internazionale e consolidare la sua leadership di mercato in Europa.

Sansone, iBanFirst: "L'aggiunta di conti locali del Regno Unito alla piattaforma ci consentirà di continuare a fornire servizi ottimali"

Pierre-Antoine Dusoulier, CEO di iBanFirst, ha dichiarato: “Siamo davvero colpiti dalla qualità del servizio offerto da Cornhill. Il nostro successo è guidato dalla collaborazione con aziende che condividono i nostri stessi valori e il modello di business di Cornhill si adatta perfettamente alla nostra filosofia di iBanFirst, che crede nella cooperazione transfrontaliera e in un servizio di prima qualità per i clienti. Questa acquisizione sostiene la nostra ambizione di diventare un leader globale nei pagamenti multicurrency per le PMI. Il nostro arrivo nel Regno Unito rappresenta una tappa fondamentale e segna la nostra presenza in 10 Paesi. In futuro, abbiamo intenzione di continuare a crescere in tutta Europa e stiamo rivolgendo la nostra attenzione in particolare alla Svizzera, alla Scandinavia ma anche al Nord America".

Cornhill, Savani: "I clienti di Cornhill beneficeranno di un'esperienza transfrontaliera migliorata grazie a funzionalità come il Payment Tracker"

Vivek Savani, direttore esecutivo di Cornhill, ha dichiarato: “Siamo orgogliosi e desiderosi di unirci a iBanFirst. La pandemia ha sottolineato l'importanza di digitalizzare i processi di pagamento e di combinare una forte gestione del rischio FX con il know-how tecnologico. Dopo aver considerato varie opzioni, la piattaforma innovativa e l'esperienza tecnologica di iBanFirst sembrano essere la soluzione migliore per soddisfare le esigenze dei nostri clienti e del mercato britannico nel suo complesso. Grazie a iBanFirst, i clienti di Cornhill beneficeranno di un'esperienza transfrontaliera migliorata grazie a funzionalità come il Payment Tracker, che consente ai clienti di tracciare i pagamenti nello stesso modo in cui i consumatori possono tracciare i pacchi".

Dopo la Brexit, e con il periodo di transizione che sta per concludersi, è fondamentale per i clienti del Regno Unito e dell'UE poter contare su partner che abbiano un piede ben saldo su entrambe le sponde della Manica. L'acquisizione rappresenta un'opportunità per iBanFirst di espandere la propria impronta internazionale e di estendere la propria licenza europea di PSP al Regno Unito.

Michele Sansone, country manager di iBanFirst per l’Italia, ha aggiunto: "Per i clienti di iBanFirst, questa acquisizione creerà un corridoio che faciliterà e accelererà le transazioni in entrata e in uscita in GBP. Quest’operatività in Italia rappresenta una quota significativa dei pagamenti totali elaborati all'anno, quindi l'aggiunta di conti locali del Regno Unito alla piattaforma ci consentirà di continuare a fornire servizi ottimali ai nostri clienti".

Seguici su

Commenti Scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Giornale d'Italia

Caratteri rimanenti: 400

Più visti

x