Sabato, 28 Maggio 2022

Seguici su

"La libertà al singolare esiste solo nelle libertà al plurale"
Benedetto Croce

“Leadership e fiducia nell’Italia che cambia”, Mutti (Centromarca): "Azzerare gli oneri sull’energia e ridurre l’Iva sui beni di largo consumo"

Si è tenuto questa mattina il quarto appuntamento del ciclo "I Valori della Marca", promosso da Centromarca, in collaborazione con il Corriere della Sera. Francesco Mutti, Presidente Centromarca: "Oggi parliamo di due parole fondanti per l’industria di marca: fiducia, un valore che si costruisce giorno, e leadership, ossia la capacità di gestire anche i momenti straordinari"

Di Giada Massironi

15 Marzo 2022

Corriere

Oggi più che mai, una solida leadership e un clima di fiducia giocano un ruolo fondamentale per il futuro delle imprese italiane. "In una situazione di incertezza come quella dei nostri giorni, i leader di cui abbiamo bisogno sono persone che producono una spiegazione di quello che stiamo vivendo e che indichino la strada per affrontare le difficoltà". Ad affermarlo è stato Vincenzo Perrone, Docente dell'Università Bocconi, intervenuto oggi in occasione dell'incontro “Leadership e fiducia nell’Italia che cambia”, svoltosi questa mattina al Corriere della Sera.

L'importanza della leadership nei momenti di incertezza

«Il conflitto in Ucraina ha scatenato un allarme globale in cui entrano in gioco fattori geopolitici, sociali, economici ed umanitari di cui non è prevedibile l’evoluzione. Delinea uno scenario di forte incertezza: per affrontarlo serve un’Italia coesa, responsabile, fiduciosa nelle sue istituzioni e nell’Europa. E l’accelerazione degli interventi indispensabili per colmare le carenze strutturali del Paese, tra le quali la dipendenza energetica che la guerra ha ulteriormente evidenziato». Intervenendo all’incontro “Leadership e fiducia nell’Italia che cambia”, svoltosi questa mattina al Corriere della Sera, il presidente di Centromarca, Francesco Mutti, si è soffermato sulla drammaticità degli effetti dell’invasione dell’Ucraina e sulle sfide in cui è impegnato il Paese. Non ultima la difesa della crescita economica dagli effetti dell’inflazione importata, dovuta all’incremento anomalo del costo di beni energetici e materie prime sui mercati internazionali.

Le tensioni che hanno investito pesantemente la filiera del largo consumo in tutte le sue componenti hanno spinto le associazioni dell’industria (tra cui Centromarca), della distribuzione moderna e la loro organizzazione congiunta Gs1 Italy a formulare precise istanze d’intervento al governo. «I nostri obiettivi», ha rimarcato Mutti, «sono l’azzeramento degli oneri sull’energia per tutto il 2022, la riduzione dell’Iva sui beni di largo consumo che costituiscono il “carrello della spesa” delle famiglie e la stabilizzazione del costo dei carburanti per l’autotrasporto».

Le richieste sono state esplicitate anche attraverso annunci a tutta pagina, apparsi sui principali quotidiani. «Ci siamo attivati per richiedere la convocazione di un tavolo governativo», ha concluso il presidente di Centromarca, «che consideriamo indispensabile per avviare, come filiera, un ampio confronto sulle dinamiche in cui operiamo e individuare le soluzioni migliori per affrontare una gravissima emergenza, che può pregiudicare il futuro di componenti strategiche dell’economia italiana e quindi la competitività del nostro Paese».

Mutti, Centromarca: "Leadership e Fiducia, parole chiave anche in contesti straordinari come guerra e pandemia"

VIDEO - Mutti, Centromarca: "Leadership e Fiducia, parole chiave anche in contesti straordinari come guerra e pandemia"

Francesco Mutti, Presidente Centromarca, a Il Giornale d'Italia:

"Oggi parliamo di due parole fondanti per l’industria di marca: fiducia, un valore che si costruisce giorno per giorno tramite qualità, innovazione, ricerca e un rapporto estremamente equilibrato tra offerta e domanda. L’altra parola è leadership, capacità di gestire non solamente l’ordinario ma anche momenti straordinari. Purtroppo negli ultimi anni abbiamo vissuto ben due eventi importanti e abbiamo provato a reinventarci per proporre qualcosa di nuovo ai consumatori per riuscire ad andare avanti anche ora che dalla pandemia si è entrato in un contesto anche peggiore".

"Centromarca è motore di ricerca e innovazione. Siamo inoltre promotori di un cammino costante da parte di tutti i nostri associati per migliorare la nostra sostenibilità. Ricordiamo che oltre il 70% delle aziende pubblicano in Centromarca i propri bilanci della sostenibilità quando nel paese siamo al di sotto del 20%".

Corriere della Sera, Barbara Stefanelli: "Guerra in Ucraina, ecco perché l'informazione è chiamata a una sfida gigantesca"

VIDEO - Corriere della Sera, Barbara Stefanelli: "Guerra in Ucraina, ecco perché l'informazione è chiamata a una sfida gigantesca"

Barbara Stefanelli, Vice Direttrice Corriere della Sera, a Il Giornale d'Italia:

"Abbiamo parlato di leadership e di fiducia nella consapevolezza della criticità del contesto nel quale noi proviamo ad immaginare chi siano i leader e come si tenga viva la fiducia nel Paese e nell’Europa. Credo che l’incontro di oggi sia stato molto interessante perché non ha scantonato rispetto alla drammaticità di quello che stiamo attraversando. E’ venuto fuori uno schema molto interessante, ovvero che dovremmo forse abbandonare l’idea di una crescita verticale e  rettilinea, passando invece a un’idea di circolarità che ci tenga tutti insieme anche in momenti di incertezza.

Sulle sfide dell'informazione nel raccontare le vicende di guerra in Ucraina: "L’informazione credo sia chiamata a una sfida gigantesca, ovvero raccogliere le notizie e tenerle insieme senza nascondere niente, anche le parti più drammatiche e allo stesso tempo offrire profondità e percorsi di lettura che non siano a brevissimo termine ma anche a medio e possibilmente a lungo respiro. Non è facile perché è la prima guerra che avviene in Europa e ci mette direttamente nelle case bombardate, tra le vittime, in mezzo ai soldati russi, c’è tantissimo lavoro per l’informazione perché esiste un’immediatezza dei fatti che va gestita".

Seguici su

Commenti Scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Giornale d'Italia

Caratteri rimanenti: 400

Più visti

x