Martedì, 25 Gennaio 2022

Seguici su

"La libertà al singolare esiste solo nelle libertà al plurale"
Benedetto Croce

Covid, la Danimarca è pronta a eliminare tutte le misure restrittive, incluso il green pass

In Danimarca il Covid non è stato ancora debellato, ma il Paese si prepara a tornare a concedere libertà ai suoi cittadini. Ecco il perchè

20 Agosto 2021

Danimarca green pass

La Danimarca eliminerà tutte le restrizioni anti-Covid

La Danimarca eliminerà tutte le misure restrittive implementate per contenere la pandemia da Covid-19. Non serviranno più le mascherine, non ci saranno restrizioni agli incontri (all'aperto e al chiuso) e non vi saranno limiti imposti ai locali. Il raggiungimento dell'obiettivo è previsto per il 1 ottobre, data nella quale il governo danese ha annunciato il ritorno alla normalità pre-pandemica. Rimangono in vigore le norme per il controllo dei voli internazionali, e la necessità di effettuare tamponi all'ingresso nel paese per i turisti. 

Covid, la Danimarca è pronta a eliminare tutte le misure restrittive, incluso il green pass

Niente mascherine, gente che balla a stretto contatto e nessuna preoccupazione. Non è un futuro impossibile ma una realtà molto vicina per la Danimarca, che si prepara a eliminare tutte le restrizioni di contenimento Covid il 1 ottobre. Il paese scandinavo si propone come un esempio e un modello di successo nel panorama europeo, essendo il primo ad avviarsi verso una ritrovata normalità. Gioiscono i cittadini ma anche gli imprenditori, l'eliminazione delle restrizioni sarà un grande boost per l'economia danese, che diventa meta appetibile anche per il turismo.

Ma non solo, con la fine del regime di controlli, la Danimarca dice addio ai tamponi e all'ansia da certificato verde. Non sarà più necessario utilizzare il green pass all'interno del paese e dover dimostrare di essere vaccinato. Una libertà a cui sorridono in molti, che considerano il certificato verde digitale una violazione della privacy non da poco.

Covid, la Danimarca elimina restrizioni: quali sono le prossime mosse

La Danimarca guida l'Europa fuori dal tunnel Covid. A partire dal 1 ottobre non sarà necessario neanche il green pass, o "Covid pass" come lo chiamano in Danimarca, il passaporto sanitario che consente a chi è vaccinato o tamponato con esito negativo di accedere a esercizi commerciali al chiuso o di partecipare ad attività considerate a rischio.

Attualmente nel paese non vige più l'obbligo di indossare la mascherina, nemmeno sui mezzi pubblici. Il trasporto è infatti completamente automatizzato e i cittadini danesi devono semplicemente prenotare il loro posto a sedere, così da garantire un tracciamento che porta sicurezza.

Per quanto riguarda il corrispettivo del green pass obbligatorio per l'ingresso in alcuni luoghi ed eventi invece, limitazioni eliminate già dal 1 agosto. In Danimarca il green pass è chiamato Corona Pass, e dal 1 agosto non serve più per eventi con meno di 2000 spettatori, sale gioco, teatri, cinema (con meno di 500 spettatori), musei, parchi divertimento, zoo, sport all'interno, conferenze ed eventi sportivi (incluse le partite allo stadio). Dove in Italia oggi ci si deve munire del certificato verde digitale, rischiando multe e sanzioni onerose e a volte rasenti il ridicolo, la Danimarca non pone limitazioni al movimento dei suoi cittadini.

Rimangono ancora momentaneamente chiuse discoteche e locali, che riapriranno a partire dal 1 settembre. In questo caso però servirà il Corona Pass. Una mossa forse più astuta di quella utilizzata in Italia, dove l'impedimento "a ballare" per evitare il contatto è stato spesso giudicato insensato. Sempre a settembre, nessuna necessità di tampone per il corpo insegnanti o per chi lavora a contatto con il pubblico. Solo chi non è vaccinato sarà sottoposto ai controlli necessari. Il 1 ottobre infine, cessa l'obbligo di tampone nelle scuole, non servirà il green pass, nemmeno nelle discoteche, e la Danimarca dirà addio per sempre alle restrizioni da Coronavirus.

Perchè la Danimarca apre tutto nonostante i contagi?

Eliminate le restrizioni, eliminato il Covid? Non è proprio così, in una Danimarca che a inizio agosto ha visto i dati di incidenza dei ricoveri salire da 31 a 107.2 in tutto il paese.  Allo stesso modo, anche i contagi sono saliti in modo significativo nelle prime settimane di agosto, con comunità dove in alcuni distretti si sono verificati sino a 500 contagi in una settimana. Viene dunque da chiedersi: come mai la Danimarca può permettersi di eliminare completamente tutte le misure restrittive anti- Covid?

La risposta è più semplice del previsto. A fronte della situazione pandemica attuale, il paese scandinavo vuole comunque ridare libertà ai suoi cittadini. Sì, perché la Danimarca ha preso atto del fatto che il Coronavirus, a livello epidemiologico quanto sociale, presenta delle problematiche e delle variabili non sempre contenibili. Troppe varianti da un unico ceppo. Meno garanzie di quanto si vorrebbe sperare da parte della campagna vaccinale.

La Danimarca ha deciso che non si può aspettare di essere sicuri al 100% di avere debellato il virus. E non si può contare sul vaccino per raggiungere l'immunità di gregge. Non senza sacrificare la libertà dei danesi. Ecco quindi che, pur mantenendo le dovute precauzioni e trattando il virus nella sua serietà, il Paese lancia un segnale ai suoi cittadini e all'Europa tutta: tornare alla normalità, senza restrizioni è possibile.

Commenti Scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Giornale d'Italia

Caratteri rimanenti: 400

Articoli Recenti

Più visti

x