Sabato, 22 Gennaio 2022

Seguici su

"La libertà al singolare esiste solo nelle libertà al plurale"
Benedetto Croce

Green pass multe e sanzioni, sale scommesse e ristoranti nel mirino dei Nas

I controlli a tappeto delle forze dell'ordine stanno mettendo in ginocchio diversi esercizi commerciali. Como e Trento le città più colpite

20 Agosto 2021

Green pass, iniziano a piovere le multe: una più ridicola dell'altra

Fonte: lapresse.it

Piovono multe a seguito dei controlli a tappeto per il corretto utilizzo del green pass, il codice verde digitale Covid obbligatorio nei luoghi al chiuso. I Nuclei Antisofisticazioni e Sanità dell'Arma hanno già elevato sanzioni per un ammontare di 14.800 euro tra la rabbia degli esercenti e lo scontento dei consumatori. Sono molti gli episodi di multe per chi ha dimenticato il green pass sfociate in scontri e aggressioni, come a Como, dove un giocatore d'azzardo è stato sorpreso in una sala giochi senza il codice verde e ha aggredito i carabinieri intervenuti per multarlo.

Green pass multe e sanzioni, sale scommesse e ristoranti nel mirino dei Nas

Continua l'assurda epopea del controllo del green pass. Al 20 di agosto sono 37 le violazioni contestate in diverse località d'Italia dal comando dei carabinieri per la tutela della salute. La campagna avviata a livello nazionale dai Nas sta coinvolgendo ristoranti, palestre e piscine (coperte), ma anche sale gioco e scommesse e centri ricreativi. Tutti quei luoghi al chiuso che, secondo la nuova normativa con le regole per il contenimento del Coronavirus, richiederebbero l'utilizzo del green pass. Nella nuova realtà iper-controllata, non è abbastanza dovere fare i conti con la scomodità del green pass e con la nuova interazione con i "ristoratori poliziotti", costretti a ricoprire il ruolo forzato di controllori.

No, nello scenario orwelliano corollato dal green pass, i consumatori italiani devono fare i conti con i controlli a tappeto dei Nas. Una caccia all'uomo volta a scovare non solo i furbetti (tra cui i moltissimi che sono cascati nella trappola della truffa da falso green pass), ma anche coloro che, per dimenticanza o per mancanza effettiva di green pass, hanno violato la nuova, assurda, normalità.

Green pass multe e sanzioni, bar e ristoranti in ginocchio per colpa del codice verde

Particolarmente colpito è il settore della ristorazione, e delle 37 sanzioni contestate 19 sono ai gestori di ristoranti, bar e palestre per non avere controllato il possesso di green pass da parte dei clienti. Un'operazione che nelle ultime settimane è stata contestata da diversi esercenti, che si sono rifiutati di svolgere lo spiacevole compito. Piangono le tasche anche dei clienti che non hanno portato con sé il codice verde Covid nel recarsi in luoghi chiusi. Dopo i ristoranti, seguono per quantità di multe effettuate le palestre e le sale gioco.

In totale sono state elevate multe per quasi 15mila euro. I controlli dei Nas hanno coinvolto diverse palestre, come a Viareggio (Lucca), Camaiore (Lucca) e Cervignano del Friuli (Udine), dove i titolari sono stati multati per non avere controllato correttamente il possesso di green pass da parte dei clienti. Nel campo della ristorazione invece, multe a titolari e frequentatori a Milano, Cremona, e Castelpusterlengo. In occasione dei controlli che hanno portato alle salate sanzioni, i carabinieri hanno anche verificato la corretta applicazione delle misure di contenimento del virus. Ecco che piovono altre multe per mancanza di distanza di sicurezza, mancato uso delle mascherine e per svolgimento di attività non consentite. Piccole accortezze che se da una parte dovrebbero essere parte della nostra quotidianità, dall'altra si sperava di potere abbandonare presto, e sicuramente senza rischiare di incorrere in multe.

Green pass multe e sanzioni, aggressione a Como per il controllo del certificato

L'esasperazione di clienti ed esercenti per la situazione controlli green pass si è fatta sentire particolarmente a Como, dove gli agenti del nucleo operativo della Polizia Locale hanno subito un'aggressione a seguito di un check sul green pass. Due persone non in regola con la certificazione verde si trovavano all'interno di una sala gioco e al momento della contestazione uno dei due ha reagito con violenza nei confronti degli ufficiali. L'uomo è stato arrestato e sia i clienti che il titolare della sala scommesse sono stati multati.

Tensione anche a Trento, dove gli agenti della Polizia Locale si sono fatti prendere dalla mania dei controlli pazzi, arrivando a indagare in oltre 20 esercizi commerciali in un solo pomeriggio. Durante i controlli, sono stati multati alcuni clienti e il gestore di un bar per la consumazione al tavolo senza green pass. Per i trasgressori è stata prevista una multa di 400 euro, una cifra modesta, considerato che la violazione del DL 52/2021 può comportare fino a 1000 euro di multa. Come ricorda il decreto:  " I titolari o i gestori dei servizi e delle attività sono tenuti a verificare che l'accesso ai predetti servizi avvenga nel rispetto delle prescrizioni". Clienti ed esercenti devono quindi continuare a stare attenti, i controlli pazzi, non si fermeranno.

Commenti Scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Giornale d'Italia

Caratteri rimanenti: 400

Articoli Recenti

Più visti

x