Martedì, 26 Ottobre 2021

Seguici su

"La libertà al singolare esiste solo nelle libertà al plurale"
Benedetto Croce

The Procurement Awards, una VI edizione dall'armonia manageriale

Chessa (Eni) a Il Giornale d'Italia: "Un’occasione di confronto per condividere pratiche di business, un momento di discussione su quelli che sono alcuni trend di mercato e su quelle che sono le risposte delle aziende”

08 Ottobre 2021

The Procurement awards, una VI edizione

The Procurement awards 2021, contest ideato per premiare direttori acquisti con i propri team, di medie e grandi aziende italiane, che hanno sviluppato progetti capaci di contribuire al valore aziendale, in termini di collaborazione, innovazione, sostenibilità, giunge ora alla sua VI edizione nei suggestivi giardini della Triennale di Milano.

L’evento, realizzato in collaborazione con Eni, ha visto la partecipazione di numerosi ospiti oltre a i vincitori di questa edizione, selezionati dal comitato scientifico di The procurement, composto da direttori Acquisti di alcune delle maggiori realtà aziendali presenti nel nostro Paese.

The Procurement awards, una VI edizione dall'armonia manageriale

A introdurre la serata, in qualità di keynote speaker, Fabio Fregi, country manager di Google Italia, seguito da Costantino Chessa, Head of procurement di Eni, che insieme a Silvia Abrate, Supply chain director di Saipem, Loris Spaltini, Executive vice president corporate services di Snam e Luca Testoni, direttore Eticanews. 

È stata presentata inoltre Open-es la piattaforma lanciata da Eni e creata per coinvolgere le imprese in un percorso comune di miglioramento e crescita sulle performance di sostenibilità.

Serata animata poi dalla presenza speciale del cantautore Eugenio Finardi, dal giornalista, conduttore televisivo e radiofonico Carlo Massarini e da Ivano Scolieri, fondatore di Inventrix, società specializzata in progetti di sviluppo manageriale e comunicazione creativa. Insieme, Massarini e Scolieri sono ideatori del format Pianoforte, 7 note di armonia manageriale che abbina ogni nota musicale ad una competenza necessaria ad ogni manager.

Per l’occasione, l’abbinamento è avvenuto tra note musicali e categorie di premiazione in gara: DO = Acquisti Etici e Sostenibili; RE = Acquisti in Team Interfunzionale; MI = Sviluppo Competenze; FA = Best practice negoziali; SOL = Innovazione negli acquisti; LA =Premi speciali tra cui si registra il Premio della redazione di The Procurement Magazine, il Premio speciale Public procurement, il Premio speciale Pmi, Startup; SI= Un premio finale per tutti i partecipanti alla serata. Un momento di road show per il gran finale.

Nel corso della serata, sono poi state premiate anche le tre startup finaliste della prima edizione del contest Il Procurement incontra l’Open innovation, realizzato lo scorso giugno in diretta streaming e pensato per offrire l’opportunità alla funzione Acquisti di scoprire e portare nella propria azienda le ultime novità presenti sul mercato.

Le tre startup finaliste The Procurement Awards: SCL, Acquedotto Pugliese e Sapio

Per la categoria Best practice negoziali, si è aggiudicata il Premio speciale Pmi l'azienda SCL con il progetto "Nearshoring & risk management. Come rendere competitiva la filiera dei fornitori Europei gestendo il rischio di fornitura". Invece nella categoria Acquisti in team interfunzionali - PA ha vinto il Premio speciale PA l'Acquedotto Pugliese con il progetto "Smart procurement business partner". Terza finalista Sapio, che nella categoria Innovazione negli acquisti si è aggiudicata il Premio speciale redazione con il progetto "Dal vendor rating al dynamic discount. Il vendor rating del Gruppo Sapio: less is more".

The Procurement awards, Chessa (Eni): "Open-es strumento per migliorare performance delle aziende"

VIDEO-The Procurement awards, Chessa (Eni): "Open-es strumento per migliorare performance delle aziende"

“Come Eni abbiamo ospitato questo evento di The Procurement perché è un’occasione di confronto all’interno della famiglia professionale degli approvvigionamenti- afferma a Il Giornale d’Italia Costantino Chessa, Head of procurement di Eni- per condividere pratiche di business, è un momento anche di fonte di discussione su quelli che sono alcuni trend di mercato e di come le aziende stanno rispondendo a questo.

“Come Eni coglieremo anche l’opportunità di dare visibilità anche ad esempio all’iniziativa Open-es che abbiamo lanciato da qualche mese, una piattaforma digitale che abbiamo reso disponibile alle nostre aziende fornitrici ma non solo per misurare per proprie performance di sostenibilità e migliorarle nel tempo. Quindi una piattaforma gratuita aperta a tutte le imprese e che stiamo portando avanti con uno spirito di sistemi insieme ad importanti realtà italiane e internazionali. L’iniziativa ha voluto dimostrare un po’ il punto di incontro tra innovazione digitale e sostenibilità, perché attraverso un concetto di informazioni condivise consentiamo in particolar modo alle piccole e medie aziende che vogliono crescere in questa dimensione di misurare le proprie performance con delle metriche condivise, migliorarle nel tempo e quindi rispondere anche a quelle che sono sempre più esigenze di aziende e clienti o di enti regolatori.”

“Questo progetto vuole essere per noi stimolo e crescita su un tema importante e strategico come la sostenibilità. Come approvvigionamenti di un’azienda importante come Eni non possiamo non aiutare le aziende più piccole a crescere in questo aspetto che sarà sempre più fondamentale per la sostenibilità, non solo economica ma anche ambientale e sociale di tutte le realtà che lavorano con noi e ci auspichiamo che questo possa consentire a queste aziende di accompagnarci nel percorso di transizione energetica che stiamo portando avanti da tempo.”

The Procurement awards, Fregi (Google): "Google Maps indicherà anche percorso più sostenibile"

VIDEO-The Procurement awards, Fregi (Google): "Google Maps indicherà anche percorso più sostenibile"

"Tutte le aziende che partecipano stasera credo abbiano a cuore il tema dell'Esg, con il fine di risolvere un problema globale". Così Fabio Fregi, country manager di Google Italia, a Il Giornale d'Italia.

"Come Google portiamo competenza e impegno in questo senso. Dal 2007 riusciamo ad avere una completa compensazione di anidride carbonica con ossigeno. L'obbiettivo è essere completamente carbon free entro il 2030.

Recentemente abbiamo anche annunciato che Google Maps a breve rilascerà non solo il percorso più breve da percorrere, ma anche quello più sostenibile".

The Procurement awards, Bongiovanni (The Procurement): "Un modo per premiare resilienza delle aziende"

 VIDEO-The Procurement awards, Bongiovanni (The Procurement): "Un modo per premiare resilienza delle aziende"

"Soddisfazione per aver costruito una community di direttori acquisti, una funzione molto strategica e fino a qualche anno fa sottovalutata all'interno dell'azienda". Così Maria Teresa Bongiovanni, CEO & Co-Founder di The Procurement Italia, a Il Giornale d'Italia.

"Dopo due anni di sonnolenza e paura, ora c'è voglia di ripartire. Ricevere questo premio è anche un modo per premiare la resilienza che abbiamo impiegato. Se siamo riusciti a premiare tutti questi progetti in un periodo così buio, significa che questo è solo un punto di partenza. E noi siamo felici di accompagnare queste aziende alla ripartenza.

 

Commenti Scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Giornale d'Italia

Caratteri rimanenti: 400

Articoli Recenti

Più visti

x