Venerdì, 12 Agosto 2022

Seguici su

"La libertà al singolare esiste solo nelle libertà al plurale"
Benedetto Croce

WPP inaugura il nuovo hub della creatività a Milano: innovazione e sostenibilità al servizio del capitale umano

Massimo Beduschi, WPP Chairman in Italia: "Celebriamo il rientro in ufficio e il ritorno alla vita post pandemia"

22 Settembre 2021

WPP inaugura il nuovo hub della creatività a Milano: innovazione e sostenibilità al servizio del capitale umano

WPP questa mattina ha inaugurato ufficialmente il suo nuovo Campus di Milano, un hub innovativo e moderno che riunisce in un’unica sede più di 35 agenzie e oltre 2.000 dipendenti. Il WPP Campus di Milano mette a disposizione spazi di co-creazione unici ed è stato progettato proprio per favorire e incoraggiare maggiore collaborazione e creatività trasversali a tutti i team a beneficio dei suoi clienti.

Situato all’interno dello storico quartiere di San Cristoforo, il WPP Campus di Milano rappresenta un importante progetto di riqualificazione urbana di un’area industriale dismessa in cui, un tempo, sorgeva una delle più importanti fabbriche della città: la ex Richard Ginori, rinomata produttrice di ceramiche. Il Campus si estende per una superficie complessiva di 27.000 metri quadri (1,4 volte superiore a quella della Torre Velasca; 1,6 volte quella di Piazza Duomo e pari a quattro campi da calcio) e la sua costruzione ha mantenuto, recuperato e valorizzato uno dei patrimoni storici e identitari del quartiere meneghino.

Mark Read, CEO di WPP, ha commentato: “Il Campus di Milano è stato ideato per le persone che vogliono lavorare nel futuro e progettato per inspirarle a fare al meglio il loro lavoro, a collaborare e imparare gli uni dagli altri. È dotato delle ultime tecnologie e degli standard ambientali più elevati. Il nostro più recente Campus in Europa ha riqualificato una ex area industriale di Milano, trasformandola in un luogo di eccellenza e di attrazione per il talento creativo in Italia, consentendo ai clienti di accedere più facilmente alle nostre migliori idee e tecnologie.”

Durante la conferenza stampa di inaugurazione del Campus, a cui hanno partecipato Mark Read, CEO di WPP, Simona Maggini, WPP Country Manager in Italia, e Massimo Beduschi, WPP Chairman in Italia, è stata presentata la ricerca condotta da The European House – Ambrosetti che mette in luce il contributo di WPP all’economia italiana.

“Sono orgogliosa che un edificio simbolo dell’industria milanese sia diventato la nuova casa dei tanti talenti che lavorano nelle agenzie WPP. Il Campus rappresenta un progetto ambizioso di riqualificazione volto a valorizzare un’importante area urbana che, grazie all’investimento WPP, creerà nuove opportunità e avrà un significativo impatto a livello economico, occupazionale, sociale e ambientale.” - commenta Simona Maggini, WPP Country Manager in Italia.

La riqualificazione del Campus, ideato dallo studio di architettura e di design BDG (del Gruppo WPP) e creato dal partner locale 967arch, mette la sostenibilità al centro mantenendo l’impronta architettonica unica dell’edificio esistente e migliorando le sue performance di impatto ambientale. Precedentemente dislocate in nove diverse sedi, le agenzie avranno accesso a spazi innovativi di lavoro e socialità, dotati delle tecnologie di ultima generazione e di numerosi servizi - tra cui un ristorante, un supermercato, un bancomat e una farmaci dinamica.

La sostenibilità è uno dei fiori all’occhiello e dei principi ispiratori del Campus, in linea con l’impegno di WPP a raggiungere emissioni zero di CO2 entro il 2025 per tutto il Gruppo e, per tutta la catena di fornitura entro il 2030. Riqualificando un edificio già esistente, WPP eviterà l’emissione di carbonio incorporato, equivalente a più del 30% delle emissioni prodotte dall’edificio stesso nel corso della sua vita. La nuova sede, oltre ad essere plastic free e paper less, si caratterizza per una illuminazione LED con un approvvigionamento energetico che proviene completamente da fonti 100% rinnovabili. Su base annua, ci si aspetta che la riduzione dell’impatto ambientale sia di 12.000 MWh di energia risparmiati, 6.900 tonnellate di CO2 evitate, 15 tonnellate di rifiuti in meno e un risparmio di 13 milioni di litri d’acqua. In linea con i WPP Campus di tutto il mondo, il nuovo headquarter ambisce ad ottenere la certificazione BREEAM – metodologia di valutazione ambientale ideata per monitorare, valutare e certificare la sostenibilità degli edifici – ad oggi riconosciuta a meno di 50 stabili nella città di Milano. 

La giornata dedicata all’opening del nuovo Campus si concluderà con un evento serale dove il CEO di WPP Mark Read ospiterà il sindaco di Milano Giuseppe Sala, rappresentanti delle istituzioni regionali e cittadine, clienti e partner di WPP.

“La realizzazione del WPP Campus a Milano - ha detto il Sindaco di Milano, Giuseppe Sala - conferma ancora una volta la nostra competitività internazionale e la capacità di attrarre investimenti e lavoro. Nonostante la pandemia questa attitudine non è cambiata e ci ha portato oggi a celebrare qui, in questo complesso che si affaccia sul Naviglio Grande, il trasferimento di tutte le agenzie del Gruppo e un nuovo grande segnale di ripresa. In questi spazi totalmente ripensati, pur mantenendo la struttura originaria della vecchia fabbrica, si lavorerà bene e ad altissimi livelli nel campo della comunicazione, del marketing e della pubblicità. Il WPP Campus come altri importanti headquarters nati su aree ex industriali sta cambiando il volto della Milano produttiva, ma non la sua attitudine a essere sempre il centro di ciò che accade nel nostro Paese”.

WPP inaugura il nuovo campus a Milano, Massimo Beduschi: "Oggi è il momento di ripartire"

 VIDEO-WPP inaugura il nuovo campus a Milano, Massimo Beduschi: "Oggi è il momento di ripartire"

"Oggi è un giorno importantissimo, direi storico per noi. Siamo tutti contenti per l'opening del WPP Campus a Milano. Dove 200 anni fa nasceva la fabbrica ex Richard Ginori oggi nasce la WPP nel pieno della rivoluzione digitale, dove nel pieno della rivoluzione industriale apriva la fabbrica noi apriamo un campus di comunicazione e di marketing dove le nostre più di 2.000 persone lavorano sulle idee, producono contenuti che poi diventano piani, che a loro volta diventano spot e benefici per i nostri clienti. Così a Il Giornale d'Italia Massimo Beduschi, WPP Chairman in Italia, in occasione dell'inaugurazione del WPP Campus a Milano.

"Siamo contenti due volte dal momento che rappresenta anche un segno di ripartenza del paese, della città, della vita. Dopo un anno e mezzo di pandemia questo è uno dei primi eventi in cui si celebra il rientro in ufficio e il ritorno alla vita.

Abbiamo sempre puntato sulle persone, su questo non abbiamo mollato anche durante la pandemia. Abbiamo cercato di essere sempre attenti a tutti cercando di stare vicini alle persone. Oggi è il momento di ripartire, qui attualmente ci sono 700/800 persone al giorno nel rispetto delle distanze e con le mascherine, cosa assolutamente impensabile fino a poco tempo fa.

Anche il giorno in cui finirà la pandemia rimarremo comunque con una percentuale di smart working attiva, durante la settimana a rotazione. Però restiamo ibridi. Nonostante ciò noi suggeriamo, non imponiamo, di venire in ufficio. Riteniamo che stando insieme, soprattutto i giovani, si sente il senso di appartenenza alla società, stando a casa si perde il senso di appartenenza alla maglia, il lavoro di squadra che fa grande il nostro lavoro come officina di talenti", conclude.

 
WPP inaugura il nuovo campus a Milano, Simona Maggini: "Operazione dal forte impatto sociale"

VIDEO-WPP inaugura il nuovo campus a Milano, Simona Maggini: "Operazione dal forte impatto sociale"

"Mi aspetto la dovuta attenzione da parte della città di Milano e in generale dal paese. Questa è un'operazione di un'azienda privata che va molto al di là dell'apertura di un ufficio, è un luogo che ha ridato vita ad un edificio storico, ha dato lavoro a molte persone, ha ricreato una vivacità e un dinamismo in questa zona. E' un'operazione dal forte impatto sociale e spero che questo venga visto e riconosciuto e che sia motivo di orgoglio per le persone che lavorano con noi e ai nostri clienti". Così ai microfoni de Il Giornale d'Italia Simona Maggini, WPP Country Manager in Italia, in occasione dell'inaugurazione del nuovo WPP Campus a Milano.

"Offriamo questo spazio che oltre ad essere nuovo e sostenibile è comunque estremamente piacevole, che rappresenta per i giovani una destination place. All'interno del campus ci sono poi numerosi servizi, da quelli normali per chi deve svolgere la propria professione a qualcosa di più, per cui al di là di bar e ristorante all'interno della torre abbiamo la WPP square che raccoglie dei servizi che sono lo sportello bancomat, un piccolo supermarket, un punto di ritiro e consegna tintoria, una farmacia dinamica che consegna farmaci in giornata, una biblioteca. C'è veramente tanto che può aiutare la vita fuori di qui, perché avere tutti questi servizi significa avere più tempo quando si esce e non dover correre a fare le cose dell'ultimo minuto.

Lo smart working prevede una quota del 30% che è data dallo spazio, c'è una strutturazione che prevede 7 desk per 10 persone. Poi ogni società potrà decidere di avere una diversa applicazione. Il tutto sarà gestito attraverso un app, sarà tutto molto semplice", conclude.

 
 

I QUATTRO PILLAR DELLA RICERCA CONDOTTA DA THE EUROPEAN HOUSE AMBROSETTI:

La ricerca condotta da The European House – Ambrosetti, in occasione dell’evento di inaugurazione del WPP Campus di Milano, mette in risalto il contributo di WPP in Italia nella creazione di valore per la città di Milano e per il sistema Paese. Il focus della ricerca si focalizza su quattro pillar principali:

·       CAPITALE ECONOMICO: il WPP Campus di Milano rappresenta un nuovo polo della creatività e della cultura per Milano, un’operazione di social impact in grado di attrarre e generare valore economico e finanziario a beneficio non solo della città ma per tutto il Paese.

 

·       CAPITALE AMBIENTALE: dal punto di vista della sostenibilità il WPP Campus di Milano adotterà delle politiche che consentiranno la riduzione delle esternalità ambientali negative, permettendo di mantenere l’integrità del territorio e dell’ecosistema (riduzione consumi di acqua ed energia, riduzione emissioni inquinanti, ottimizzazione dei rifiuti, etc.…).

 

·       CAPITALE SOCIALE E CULTURALE: WPP in Italia, già uno dei principali employer del settore con una quota di dipendenti con contratto a tempo indeterminato superiore ai benchmark, continuerà a contribuire in termini di occupazione. Inoltre, l’azienda pone crescente attenzione alla valorizzazione dell’occupazione femminile, anche nei ruoli di vertice, (basti pensare che 6 occupati su 10 sono donne) e ai giovani under-35. La company, infine, si impegna alla conciliazione tra vita e lavoro dei suoi dipendenti di Milano e al benessere delle loro famiglie (es.70% lavoro in presenza, 30% smart working, servizi interni al Campus).

 

·       CAPITALE COGNITIVO: il WPP Campus genererà importanti ricadute positive a livello cognitivo non solo per il business del Gruppo ma anche per l’attrattività della zona (es. insediamento di nuove attività). Inoltre, lo sviluppo dell’hub creativo darà vita a nuove sinergie strategiche tra le diverse agenzie del Gruppo, abilitando la cross-contaminazione di idee, know-how e creatività.

Seguici su

Commenti Scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Giornale d'Italia

Caratteri rimanenti: 400

Più visti

x