Sabato, 02 Luglio 2022

Seguici su

"La libertà al singolare esiste solo nelle libertà al plurale"
Benedetto Croce

Intesa Sanpaolo, “Le parole giuste, media e persone con disabilità”: presentato il glossario al Salone del Libro

Presentato oggi al Salone Internazionale del Libro di Torino “Le parole giuste”, un glossario snello e puntuale che educa a parlare in modo corretto e sensibile della disabilità

23 Maggio 2022

Intesa Sanpaolo, “Le parole giuste, medie e persone con disabilità”: presentato il glossario al Salone del Libro

fonte: @ilgiornaleditalia.it

Andare oltre allo stigma, alla diffidenza e alla paura: come si può parlare nel modo corretto dell’argomento disabilità? Usare le parole giuste infatti non è solo una questione nozionistica o di buon costume ma ha a che fare con la costruzione di un mondo rispettoso dei diritti della persona. Non esisteva tuttavia, almeno fino a questo punto, un manuale al quale fare riferimento per parlare nel modo corretto e sensibile del tema.

La struttura Media and Associations Relations di Intesa Sanpaolo ha oggi presentato al Salone Internazionale del Libro di Torino il glossario “Le parole giuste, media e persone con disabilità”, un manuale snello e puntuale pensato proprio per chi scrive e comunica. Il testo, revisionato dall’Anffas (Associazione Nazionale di Famiglie e Persone con Disabilità Intellettiva o Relazionale), è stato liberamente adattato alla lingua italiana dalla Disability Language Style Guide redatta dal National Center on Disability and Journalism dell’Arizona State University.

A presentare il volume Elisa Ferrio, Head of Media relations, institutional, cultural and social affairs di Intesa Sanpaolo, Emilio Rota, Vicepresidente Vicario Anffas Onlus, Paola Severini Melograni, giornalista, conduttrice e direttore di Angelipress, Ruben Razzante, docente Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano, fondatore del portale www.dirittodellinformazione.it Andrea De Beni, fondatore Bionic People, speaker, componente del GdL Disability Management di Intesa Sanpaolo.

Intesa Sanpaolo, Andrea De Beni: "Un linguaggio corretto permette di muoverci su un territorio di dignità nei confronti di tutti"

VIDEO - Intesa Sanpaolo, Andrea De Beni: "Un linguaggio corretto permette di muoverci su un territorio di dignità nei confronti di tutti"

Andrea De Beni, fondatore Bionic People, speaker, componente del GdL Disability Management di Intesa Sanpaolo, a Il Giornale d'Italia:

"Il manuale nasce per la volontà di poter parlare nel modo corretto all’interno di quello che è una popolazione di 90mila dipendenti che ha modo di relazionarsi quotidianamente tra di loro e anche attraverso le relazioni che ci sono quotidianamente in filiale. Un linguaggio corretto non solo ci permette di muoverci su un territorio di dignità nei confronti di tutte le persone con una limitazione motoria, sensoriale o cognitiva, ma anche e soprattutto limitare quelli che sono i confini dell’epica del supereroe e del guerriero, che in realtà distinguere una doppia sfida: sia quella del quotidiano, dove la persona vive una limitazione, sia quella legata all’essere obbligati a superare delle incredibili difficoltà per poter essere accettati per quello che si è.

All’interno di Intesa Sanpaolo è presente un gruppo di colleghi denominato “Insuperabili”, siamo 74 DNI manager, ognuno di noi è suddiviso in piccoli gruppi e ci occupiamo di tematiche molto differenti: dall’accoglienza dal punto di vista fisico e tecnico rispetto agli spazi, fino alla comunicazione interna e esterna, fino a tutte le dinamiche rispetto alle attività di palestra che vengono realizzate per i colleghi con e senza disabilità."

Paola Severini Melograni: "Coinvolgere il privato sociale nel bene comune"

VIDEO - Paola Severini Melograni: "Coinvolgere il privato sociale nel bene comune"

Paola Severini Melograni, giornalista, conduttrice e direttore di Angelipress, a Il Giornale d'Italia:

"Oggi cambia moltissimo perché le parole hanno un peso enorme. C'era qualcuno che diceva "Le parole sono pietre". Le pietre puoi tirarle, ma anche costruirci ponti. Io sta mattina ho raccontato come secondo me il privato sociale debba essere coinvolto nel bene comune, allo stesso livello e con la stessa dignità. Noi dobbiamo dire grazie a Banca Intesa."

Seguici su

Commenti Scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Giornale d'Italia

Caratteri rimanenti: 400

Più visti

x