Mercoledì, 25 Maggio 2022

Seguici su

"La libertà al singolare esiste solo nelle libertà al plurale"
Benedetto Croce

Cervaro, Cecilia Misischi morta a 40 anni per un "malore nel sonno"

Un'intera comunità si è stretta attorno alla famiglia Fasulo-Misischi-Di Branco per la perdita della giovanissima Cecilia: la cause della morte non sono ancora chiare

17 Dicembre 2021

Cervaro, Cecilia Misischi morta a 40 anni per  un "malore nel sonno" a 40 anni

Fonte: Facebook profilo Giustizia Per Neve

Tragedia a Cervaro, dove, nella giornata di giovedì 16 dicembre, è morta Cecilia Misischi, madre 40enne di una figlia di 4 anni. La cause della morte sono ancora da accertare e, come sempre in questi casi, alcuni hanno dato la colpa al vaccino contro il Covid, senza sapere o meno le la donna fosse effettivamente vaccinata. Certo è che il decesso, improvviso e inatteso, per colpa di un non meglio precisato "malore nel sonno", ha destato tanto stupore nella comunità, che si è stretta attorno alla famiglia.

Cervaro, Cecilia Misischi morta a 40 anni

La donna lascia una bimba di appena 4 anni. Solo poche settimane il nel paese dove abitava, e dove la donna era molto conosciuta, era in festa per il pensionamento della mamma, la dottoressa Fasulo. Nel piccolo comune in provincia di Frosinone, in tanti, nella mattinata di venerdì 17 dicembre, hanno voluto lasciare qualche commento sui propri social a ricordo della donna.

"Stella radiosa e vivace", si legge sulla pagina Facebook giustizia per Neve. "Hai lasciato tanta tristezza nei nostri cuori.
Troppo troppo breve il tuo tempo. Infinito il nostro dolore. Sentite condoglianze alla famiglia Fasulo-Misischi- Di Branco per la perdita della giovanissima Cecilia". Il Comune, in una nota, ha invece detto: "La nostra Comunità è sconvolta e incapace di spiegarsi, per la prematura scomparsa della cara Cecilia". E ancora: "Non ci sono parole per esprimere il dolore che stiamo provando, non ci sono messaggi di conforto che possano anche solo lenire un dolore così grande, perché la morte, così prematura e improvvisa, lascia un senso di ingiustizia e rabbia che non trova pace". "La mia vicinanza, personale e di tutta l’Amministrazione Comunale, va alla famiglia, in particolare al Marito Edi, alla piccola Adele, a Silvestra a Tonino, a Irene, a Fulvio, ai parenti, agli amici e a tutti i suoi conoscenti", scrive il Sindaco di Cervaro. "Gesù ci ha illuminato sul mistero della morte, e ci autorizza a sentirci addolorati quando una persona cara se ne va. Gesù ci mette su questo crinale della fede e ci dice: io sono la risurrezione e la vita; chi crede in me, anche se muore, vivrà; chiunque vive e crede in me, non morirà in eterno. Tutta la nostra esistenza si gioca qui, sulla grazia di custodire nel cuore la fiammella della fede!".

Le cause della morte di Cecilia non sono, per il momento, date a sapere. Come sopracitato, si parla di un non meglio specificato malore, che l'avrebbe colta alla sprovvista mentre dormiva serena. La donna era una grandissima tifosa della Lazio. 

Seguici su

Commenti Scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Giornale d'Italia

Caratteri rimanenti: 400

Più visti

x