Lunedì, 29 Novembre 2021

Seguici su

"La libertà al singolare esiste solo nelle libertà al plurale"
Benedetto Croce

Origine Covid19, sbuca la nuova ipotesi. Nature: "Salto di specie multiplo"

L'ultima ricerca si basa sui dati forniti dalle autorità sanitarie cinesi nei primi mesi della pandemia

19 Settembre 2021

Covid origini, sbuca la nuova ipotesi. Nature: "Salto di specie multiplo"

Personale ospedaliero alle prese con contagiati da Covid-19 - Fonte: LaPresse

Continuano le ricerche intorno all'origine del Covid19, mentre sbuca una nuova ipotesi, pubblicata sulla nota rivista scientifica Nature. Secondoq quanto riportato dagli autori del saggio, si parlerebbe di "salto di specie multiplo", un passaggio del virus dall'animale all'uomo diverso rispetto a come concepito fino a oggi.

Cosa significa? Secondo la ricerca, il Sars-CoV-2, il virus che causa il Covid19, potrebbe essersi diffuso dagli animali alle persone più volte. È quanto rivelerebbero i dati raccolti dagli scienziati in Cina durante la prima fase della pandemia, analizzati insieme ad altri campioni rilevati in giro per il mondo.

"Non un unico virus"

Se confermati da ulteriori analisi, i risultati aggiungerebbero peso all'ipotesi che la pandemia abbia avuto origine in più mercati a Wuhan, in Cina, e renderebbero meno probabile l'ipotesi che il virus sia fuggito da un laboratorio, affermano gli autori dello studio. Rimane importante sottolineare che i dati devono essere verificati e l'analisi non è stata ancora sottoposta a peer review, quel processo di revisioni incrociate da parte di professionisti del settore che devono confermare o meno la validità della tesi.

I ricercatori hanno affermato che le prime sequenze virali prelevate da persone infette tra la fine del 2019 e l'inizio del 2020 sono divise in due ampie linee, note come A e B, che presentano differenze genetiche significative. Il cosiddetto "lignaggio B" è diventato il lignaggio dominante a livello globale e include campioni prelevati da persone che hanno visitato il mercato del pesce di Huanan a Wuhan, che vendeva anche animali selvatici. Il lignaggio A si è diffuso maggiormente in Cina e include campioni di persone legate ad altri mercati a Wuhan.

Salto di specie "doppio"

Una domanda cruciale per i ricercatori è "come sono correlate le due linee virali?". Se i virus del lignaggio A si evolvessero da quelli del lignaggio B, o viceversa, ciò suggerirebbe che il progenitore del virus è passato solo una volta dagli animali alle persone. Ma se i due lignaggi hanno origini separate, allora potrebbero esserci stati più eventi di spillover, l'ormai noto "salto di specie".

L'ultima analisi, pubblicata sul forum di discussione virological.org, aggiunge peso alla seconda possibilità mettendo in dubbio l'esistenza di genomi che collegano i due lignaggi. "La scoperta potrebbe infliggere un altro colpo all'ipotesi che Sars-CoV-2 sia fuggito da un laboratorio, piuttosto che originato dal commercio di animali selvatici", afferma Robert Garry, un virologo della Tulane University di New Orleans. Ma altri esperti dicono che sono necessarie ulteriori ricerche prima di lanciare la notizia. "È uno studio molto significativo", afferma Garry. "Se si potrà dimostrare che A e B sono due linee genomiche separate e che ci sono stati due fenomeni di spillover differenti, elimini del tutto l'idea che il virus provenga da un laboratorio".

Commenti Scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Giornale d'Italia

Caratteri rimanenti: 400

Articoli Recenti

Più visti

x