Sabato, 22 Gennaio 2022

Seguici su

"La libertà al singolare esiste solo nelle libertà al plurale"
Benedetto Croce

Sesto San Giovanni, 13enne cade dal monopattino elettrico e muore: non aveva il casco

Fabio, classe 2008, è arrivato in ospedale già in coma. Il sindaco: "Non si può morire così"

31 Agosto 2021

Sesto San Giovanni, 13enne cade dal monopattino elettrico e muore

Fonte: lapresse.it

Fabio Mosca, 13 anni, è morto nella notte dopo essere caduto col monopattino elettrico a Sesto San Giovanni, nel Milanese, lungo il percorso ciclabile di viale Antonio Gramsci. Le condizioni del ragazzo erano apparse, sin da subito, disperate ai soccorritori, che lo avevano portato d'urgenza all'Ospedale Niguarda di Milano, dove però Fabio era arrivato già in coma. Sembra che fosse la prima volta per il 13enne sul monopattino elettrico.

Sesto San Giovanni, 13enne cade dal monopattino elettrico e muore

Il tragico incidente che ha porto via il giovanissimo ragazzo di Sesto San Giovanni è avvenuto ieri, lunedì 30 agosto 2021, intorno alle ore 16 del pomeriggio. Secondo le primissime ricostruzioni, Fabio e un suo amico, coetaneo, stavano passeggiando all'interno del Parco 9 Novembre, nel comune dell'hinterland milanese e proprio qui il 13enne avrebbe chiesto -  secondo la ricostruzione effettuata dalla Polizia Locale - di poter provare il mezzo dell'amico, uscendo però dai confini dello spazio verde. Con loro non si trovava nessun adulto.

Allora il giovane Fabio Mosca è salito sul monopattino elettrico - probabilmente mai provato prima di quel fatidico giorno - ed è caduto bruscamente per terra, sbattendo la testa. Ancora da chiarire è da cosa sia stata provocata tale caduta. Le ipotesi più accreditate sono una possibile manovra sbagliata, una frenata troppo brusca o forse un guasto dello stesso monopattino. Quest'ultima però - stando a quanto emerge - sarebbe la meno probabile.

In ogni caso, dopo essere salito a bordo del mezzo a due ruote, il 13enne di Sesto San Giovanni ha perso il controllo ed è caduto contro il marciapiede, di faccia, finendo sull'asfalto della pista ciclabile di viale Antonio Gramsci. Da lì poi non si è più rialzato. La vittima non indossava il casco.

Ad assistere alla tragica scena è stata una donna, infermiera, che passava di là per caso e, non appena ha capito la gravità della situazione, ha chiamato i soccorsi. Fabio è allora stato portato d'urgenza all'Ospedale Niguarda di Milano, dove però è arrivato in coma e con un quadro clinico delicatissimo.

A esprimere tutto il suo dolore è il sindaco di Sesto San Giovanni su Facebook. "Addio Fabio, non si può morire così a 13 anni", ha scritto in un post Roberto Di Stefano. "Tutta Sesto - ha aggiunto il primo cittadino - si stringe attorno alla sua famiglia per la terribile tragedia. Una preghiera per questo piccolo angelo". 

Commenti Scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Giornale d'Italia

Caratteri rimanenti: 400

Articoli Recenti

Più visti

x