Venerdì, 19 Agosto 2022

Seguici su

"La libertà al singolare esiste solo nelle libertà al plurale"
Benedetto Croce

Concerto per Milano, Tommaso Sacchi: "Visitatori da tutta Italia per celebrare i 10 anni"

"Salone del Mobile, numeri di grande successo. Fuorisalone, grande ritorno e grande qualità nelle installazioni, a partire dal lavoro di Interni e di Gilda Bojardi alla Statale di Milano fino alle varie installazioni disseminate nei quartieri della città, anche nelle zone più insolite". L'intervista a Il Giornale d'Italia

13 Giugno 2022

Tommaso Sacchi, Assessore alla Cultura del Comune di Milano, a Il Giornale d'Italia:

“Due simboli di Milano che si uniscono in un abbraccio alla Piazza. Straordinario festeggiare i 10 anni, una cosa non scontata perché siamo stati fuori da questa consuetudine per un biennio di pandemia che ci ha privato di momenti così importanti della vita cittadina. So che ci sono turisti e persone che hanno deciso di frequentare Milano durante in questo weekend perché ormai dieci anni di questa tradizione hanno creato un must culturale che richiama pubblico da tutt’Italia attraverso il nome del Teatro alla Scala".

"A proposito del Salone del Mobile appena concluso, Sacchi: “Sono stati numeri davvero straordinari. Mi sono appena confrontato con lo staff della Triennale e con Stefano Boeri che mi ha riportato dei dati davvero straordinari di frequentazione delle mostre e di vita attorno all’istituzione del Design per eccellenza, così come il Fuorisalone e la decina di eventi che hanno punteggiato la città in questa settimana così viva e effervescente. Grande ritorno e grande qualità nelle installazioni, a partire dal lavoro di Interni e di Gilda Boiardi alla Statale di Milano fino alle varie installazioni disseminate nei quartieri della città. Abbiamo aperto una stagione perché non solo le zone centrali ma anche quelle meno consuete: penso ad esempio all’installazione Alcova che ha toccato uno spazio della città che non conosciamo, l’Ospedale Militare di Via Forze Armate, ed è bellissimo che il linguaggio del design possa abitare luoghi che solitamente non sono aperti al pubblico. Grazie a tutti quelli che hanno lavorato al continuo passaggio di testimone tra luoghi pubblici e luoghi privati".

Torna all'articolo

Seguici su

Commenti Scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Giornale d'Italia

Caratteri rimanenti: 400

Più visti