Sabato, 24 Luglio 2021

Seguici su

"La libertà al singolare esiste solo nelle libertà al plurale"
Benedetto Croce

La Milanesiana, Di Silvestre (BMW) a Il Giornale d'Italia: "Art Car come simbolo della politica di gender equality del Gruppo"

"Nel 2021 festeggiamo il 50esimo anniversario di impegno del Gruppo BMW nella cultura, nella musica e nell’arte. L' Art Car è sintesi perfetta tra il mondo dell’automotive e l’ambito artistico"

30 Giugno 2021

Massimiliano Di Silvestre, Presidente e AD BMW Italia ai microfoni de Il Giornale d'Italia in occasione della 22esima edizione de La Milanesiana: “Nel 2021 festeggiamo il 50esimo anniversario di impegno del Gruppo BMW nella cultura, nella musica e nell’arte in generale. Oggi questo impegno si declina in maniera concreta e si rinnova con La Milanesiana. Negli ultimi quattro anni, ad ogni appuntamento, abbiamo presentato un automobile della collezione Art Car, una collezione che riesce ad abbinare il mondo dell’automotive all’ambito artistico, nello specifico a quello della pittura.

L'opera nasce dall’idea geniale di Cader nel 1975 di pitturare la propria auto da corsa prima di correre la 24 Ore di Le Mans. Così avviene e l’auto raccoglie grande successo, non per il risultato conseguito, bensì per la livrea con cui sfreccia durante la gara. Da qui nasce l’idea del Gruppo BMW di realizzare una collezione di Art Car. Oggi siamo a 19 automobili. Questa alle mie spalle è la 12esima ed è la prima realizzata da un'artista donna, Esther Mahlangu. Un’auto che riflette i canoni dell’arte tribale che si trasmette con la passione familiare e che oggi trova piena espressione in questa BMW 525i.

L’arte per noi ha un ruolo di sostenibilità verso la quale non ci limitiamo all’offerta di una tecnologia, di una connettività che esprima intenti sostenibili bensì anche in comportamenti corretti da assumere nella città in cui viviamo. Abbiamo la fortuna di essere considerati come brand di successo e per ciò abbiamo, con la nostra partecipazione al mondo dell’arte e della cultura, il dovere di restituire alla società parte di quel successo che il mercato e la società stessa ci riconoscono”.

Torna all'articolo

Commenti Scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Giornale d'Italia

Caratteri rimanenti: 400

Articoli Recenti

Più visti