Martedì, 04 Ottobre 2022

Seguici su

"La libertà al singolare esiste solo nelle libertà al plurale"
Benedetto Croce

Ghedini ad Arcore da Berlusconi lunedì per le liste: Casellati a Padova, poi cambio di rotta. Ci va Bernini e la presidente del Senato in Basilicata - ESCLUSIVA

Lunedì sera Niccolò Ghedini è stato da Berlusconi per lavorare alle liste. Prima del malore che lo ha costretto martedì al ricovero al San Raffaele. Mercoledì, la notizia della morte

20 Agosto 2022

Ghedini da ad Arcore da Berlusconi lunedì per le liste. Casellati a Padova, poi cambio di rotta: ci va Bernini e la presidente del Senato in Basilicata - ESCLUSIVA

Ghedini e Berlusconi insieme fino alla fine: lo storico legale del Cav lo scorso lunedì 15 agosto sera ad Arcore per lavorare sulle liste da presentare per le prossime elezioni politiche. Un discorso che si stava approfondendo come ha ricostruito Il Giornale d'Italia: Anna Maria Bernini nel seggio "sicuro" di Padova e Casellati spostata in Basilicata. Poi il doloroso colpo di scena: la sera comincia ad avvertire i primi sintomi, martedì si è recato al San Raffaele per la sua forma di leucemia: il nativo di Padova era in cura con le cellule staminali e mercoledì la tragica notizia della morte.

Ghedini ad Arcore da Berlusconi: i due lavoravano su Bernini e Casellati

Casellati nel collegio uninominale in Basilicata. Un dietrofront che favorisce Anna Maria Bernini, altro storico alleato del Cav, e già ministro delle politiche europee. Un colpo di scena che avrebbe colpito anche la seconda carica dello Stato che certamente non si sarebbe aspettata un simile risvolto visto che le è stato tolto il seggio "sicuro" nella sua regione. O almeno così è stato fino a lunedì. L'affetto di Ghedini per Berlusconi era reciproco: i due sono stati amici e il legale era anche parlamentare di Forza Italia dal 2001. Oltre ad essere stato membro del Comitato di presidenza del partito. I due hanno lavorato assieme fino all'ultimo per cercare di dare una mano al "loro" partito.

E così la "solita" campagna elettorale finisce come peggio non potrebbe: Berlusconi ha salutato affettuosamente il suo valoroso scudiero sui canali social, riservandogli tali parole: "Un grande, carissimo amico, un professionista eccezionale, colto e intelligentissimo, di una generosità infinita", confermando quanto ricostruito. "Tre giorni fa abbiamo lavorato ancora insieme". Ghedini ha lasciato un vuoto incolmabile anche ad Elisabetta Casellati che lo ha ricordato alla stessa maniera: "Caro Niccolò, amico di sempre, delle battaglie politiche come dell'impegno a favore della nostra amata Padova.

"Ho un grande dolore. Mi mancherai profondamente. Come amico, che ho sempre amato con la testa oltre che con il cuore. Come collega con cui ho condiviso una parte fondamentale del mio cammino istituzionale e politico. Una mente arguta e sottile, un giurista raffinato e combattente, un politico di altri tempi, un uomo dall'etica autentica. Un uomo generoso che regalava felicità ai meno fortunati. Non ti dimenticherò mai".

Seguici su

Commenti Scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Giornale d'Italia

Caratteri rimanenti: 400

Più visti

x