Mercoledì, 06 Luglio 2022

Seguici su

"La libertà al singolare esiste solo nelle libertà al plurale"
Benedetto Croce

Quirinale, incontro Lega-Pd-M5s. Salvini: "Sto lavorando per trovare un Presidente donna"

Dopo il fallimento della prova di forza sono aperti i tavoli per trovare un nome per il Quirinale: incontro Salvini-Letta-Conte in giornata. Il Leader della Lega: "Sto lavorando per trovare un Presidente donna"

28 Gennaio 2022

Quirinale, incontro Lega-Pd-M5s. Salvini: "Sto lavorando per trovare un Presidente donna"

Matteo Salvini (fonte: Lapresse)

"Sto lavorando per trovare un Presidente donna", spiazza tutti Matteo Salvini dopo una lunghissima giornata contraddistinta dal fallimento della Casellati e gli incontri fra partiti e Mario Draghi. La conferma che si potrebbe andare a un presidente donna è stata data anche Giuseppe Conte. Tutto fa pensare a Elisabetta Belloni. Più indietro Elisabetta Casellati e Marta Cartabia.

I partiti si tornano a parlare dunque. L'elezione del nuovo inquilino del Colle passa attraverso quella che si preannuncia una lunga serata di colloqui. C'è fiducia che il nome verrà indicato entro stasera e che già domani possa essere eletto. Il leader M5S Giuseppe Conte a colloquio con Matteo Salvini e Enrico Letta per trovare la convergenza. Il leader di Cambiamo!, Giovanni Toti: "Spero che entro sera si abbia il nome del 'quirinabile'". Anna Maria Bernini, da molti accreditata come rivale interna a Maria Casellati, aveva già anticipato: "Aperta trattativa con il centrosinistra". Intanto Matteo Salvini ha incontrato il Premier Mario Draghi poco prima del colloquio. Riaccese improvvisamente anche le voci su una salita al Colle dell'ex capo della Bce.

Toti: "Stasera il nome"

Assediato dai giornalisti il Presidente della regione Liguria Giovanni Toti ha confermato ai microfoni di La7 che la soluzione dell'intrigo Quirinale è molto più vicina di quanto non sembri: "Spero che entro stasera si abbia il nome del 'quirinabile' in modo che domani si possa chiudere la partita e si elegga il presidente della Repubblica". Sembrerebbe escluso il nome del Presidente uscente Sergio Mattarella. Il suo nome "non è in campo, con grande onestà infatti ha detto tante volte che non è interessato, che il Parlamento lo consideri un rifugio credo sia lusinghiero".

Tanti voti per Mattarella

Si preannuncia una sesta votazione con un pieno di voti per il Presidente della Repubblica uscente Sergio Mattarella. A questa chiama potrebbero essere superati i 300 voti. Un segnale che i partiti non potrebbero che interpretare come un ringraziamento al lavoro di Mattarella. Ma anche come qualcos'altro. In caso di fallimento di trattative, infatti, non è ancora da escludersi pienamente un bis. Il Segretario del Partito Democratico: "Il nome sia all'altezza di Sergio Mattarella". Una dichiarazione che implicitamente esclude il Presidente uscente dai papabili.

Seguici su

Commenti Scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Giornale d'Italia

Caratteri rimanenti: 400

Più visti

x