Martedì, 04 Ottobre 2022

Seguici su

"La libertà al singolare esiste solo nelle libertà al plurale"
Benedetto Croce

Nucleare, Biden: “Putin spericolato”. Ma ha firmato lui l’accordo sulle armi atomiche con la Russia

Nel 2021 i presidenti di Usa e Russia hanno rinnovato il New start, che limita a 1.550 le testate atomiche che possono dispiegare per l’uso rapido. Abbastanza per radere al suolo la Terra

21 Settembre 2022

Nucleare, Biden: “Putin spericolato”. Ma ha siglato lui l’accordo sull’uso delle armi atomiche con la Russia

Joe Biden dà dello “spericolato” a Vladimir Putin circa il possibile uso delle armi nucleari. Peccato che sia stato proprio lui, nel 2021, a rinnovare il cosiddetto New start, un accordo che limita a 1.550 le testate atomiche che Usa e Russia possono dispiegare per l’uso rapido. Limita si fa per dire, dato che la potenza è sufficiente a radere al suolo (e più volte) la Terra.

Nucleare, Biden: “Putin spericolato”. Ma ha firmato lui l’accordo sulle armi atomiche con la Russia

L’intesa sul disarmo nucleare è stata rinnovata nel febbraio del 2021 per cinque anni proprio da Biden e Putin. Sottoscritto per la prima volta nell’aprile del 2010 a Praga dall’amministrazione di Barack Obama e dall'allora presidente russo, Dimitry Medvedev, il New start impegna Washington e Mosca a limitare i propri arsenali a un massimo di 1.550 testate nucleari, 700 missili con base a terra o installati su sommergibili e bombardieri pesanti per ciascuna delle due potenze atomiche. È un arsenale in grado di distruggere facilmente la Terra più volte. “Il presidente Biden ha promesso di garantire la sicurezza del popolo americano dalla minaccia nucleare, ripristinando la leadership Usa sul controllo degli armamenti e della non proliferazione", si leggeva nella nota del segretario di Stato Usa, Antony Blinken, diramata il 3 febbraio 2021. “Oggi, gli Stati Uniti hanno fatto il primo passo estendendo il trattato New start con la Federazione russa per altri cinque anni”. Il ministero degli Esteri di Mosca aveva annunciato la proroga del trattato sottolineando che avrebbe garantito la “conservazione di un meccanismo chiave per mantenere la stabilità strategica”.

Nucleare, Biden: “Putin spericolato”. Ma ha firmato lui l’accordo sulle armi atomiche con la Russia

L’accordo non limita il numero di testate nucleari che possono essere immagazzinate, ma quelle che possono essere dispiegate. I due Paesi possono dispiegare, ovvero rendere pronte al lancio immediato, al massimo 1.550 testate nucleari. Il numero delle testate schierate, in ogni caso, può superare le 1.550 unità, in quanto nei limiti imposti nel trattato vengono conteggiati solo i bombardieri, ma questi ultimi possono trasportare più di una testata. Il trattato consente il monitoraggio satellitare e a ciascuna delle parti di effettuare ogni anno 18 ispezioni con brevissimo preavviso, con lo scambio di reciproci dati in proposito. Prorogato nel 2021, dovrebbe durare sino al febbraio del 2026. Con in calce la firme di Biden.

Seguici su

Commenti Scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Giornale d'Italia

Caratteri rimanenti: 400

Più visti

x