Sabato, 29 Gennaio 2022

Seguici su

"La libertà al singolare esiste solo nelle libertà al plurale"
Benedetto Croce

Omicron, perché si chiama così la nuova variante? La scelta dell'Oms per non offendere la Cina

Secondo alcune fonti l'Oms avrebbe saltato di proposito la lettera greca xi per evitare che la nuova variante venisse collegata al leader cinese Xi Jinping

27 Novembre 2021

Omicron, perché si chiama così la nuova variante? L'Oms non ha voluto offendere la Cina

Fonte: lapresse.it

Inizialmente nota come B.1.1.529, la nuova variante del Sars-CoV-2 è stata inseguito ridenominata "Omicron" dall'Oms, in ossequio alla prassi consolidata di utilizzare le lettere dell'alfabeto greco per identificare i nuovi ceppi del coronavirus. In molti tuttavia si stanno chiedendo perché l'Oms abbia scelto di saltare le lettere greche Nu e Xi, cioè quelle immediatamente successive alla Mu, utilizzata per l'ultima variante precedentemente individuata. Secondo alcune fonti, se da un lato è stata saltata la Nu per evitare confusione con la parole inglese "new", dall'altro non si sarebbe voluto adoperare la Xi per non incorrere nelle ire della Cina.

Omicron, perché si chiama così la nuova variante?

A sollevare dubbi sulla decisione dell'Oms è stato il senior editor del quotidiano inglese Daily Telegraph Paul Nuki, il quale sul proprio profilo Twitter che secondo una fonte ufficiale dell'organizzazione "la lettera Xi era stata saltata per "evitare di stigmatizzare una regione". [...] Tutte pandemie intrinsecamente politiche!". Dalle parole sarcastiche del giornalista è facile capire dunque come la scelta di non utilizzare la Xi sia stata presa non solo per il fatto che questo sia un cognome molto diffuso in estremo oriente, ma anche per evitare accostamenti tra il coronavirus e il presidente della Cina Xi Jinping.

Una mossa che ovviamente non è passata inosservata negli Stati Uniti, paese che più di ogni altro cerca di mettere la Cina di fronte alle proprie responsabilità nella gestione iniziale della pandemia. Il senatore repubblicano Ted Cruz ha a tal proposito dichiarato: "Se l'Oms ha così paura del Partito comunista cinese come possiamo pensare che lo denunceranno (i cinesi) la prossima volta che cercheranno di coprire una pandemia globale catastrofica?". Già in passato l'ex presidente degli Usa Donald Trump aveva accusato l'Oms di seguire una politica filo-cinese.

La versione ufficiale dell'Oms

Di diverso avviso è però la posizione ufficiale dell'organizzazione, la quale tramite la sua portavoce Margaret Harris ha spiegato che Xi "è un cognome estremamente comune. E le nostre linee guida impongono di non utilizzare nomi che possano danneggiare gruppi culturali, sociali, nazionali, regionali, professionali o etnici". Per quanto riguarda invece il non utilizzo della lettera Nu, la spiegazione è che "suona, in inglese, troppo simile a “new”, cioè nuova". Si tratta dunque di un semplice caso di omofonia, cioè di due parole scritte in due modi diversi ma con la medesima pronuncia, che potrebbe generare confusione nelle persone di lingua inglese.

Commenti Scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Giornale d'Italia

Caratteri rimanenti: 400

Articoli Recenti

Più visti

x